- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Cambiano i governi ma i problemi restano sempre quelli”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]


Viterbo - Vincenzo Boccia [4]

Viterbo – Vincenzo Boccia

Viterbo - Vincenzo Boccia e Antonio Tajani [5]

Viterbo – Vincenzo Boccia e Antonio Tajani

Viterbo - La Convention di Forza Italia [6]

Viterbo – La Convention di Forza Italia

Viterbo - Paolo Liguori e Vincenzo Boccia [7]

Viterbo – Paolo Liguori e Vincenzo Boccia

Viterbo - Paolo Liguori, Vincenzo Boccia e Antonio Tajani [8]

Viterbo – Paolo Liguori, Vincenzo Boccia e Antonio Tajani

Viterbo - Paolo Liguori [9]

Viterbo – Paolo Liguori

Viterbo – “Cambiano i governi, ma i nodi legati allo sviluppo restano, l’agenda è sempre quella”. Vincenzo Boccia alla convention Forza Italia.

Il presidente Confindustria a fine giornata sposta l’attenzione dell’incontro azzurro. Non solo politica, anche se la politica inevitabilmente c’è e ben presente.

“I punti sono gli stessi – spiega Boccia intervistato da Paolo Liguori – cuneo fiscale, tasse sul lavoro, poi le infrastrutture, da fare, ma non solo. Serve capire pure in quanto tempo le fai, poi un piano d’inclusione dei giovani, mettere al centro lavoro e occupazione”.

Dal premier Giuseppe Conte Confindustria è stata convocata. Col precedente governo. “Se ci chiamerà, ribadiremo le stesse cose già dette questa estate”. E non una volta sola.

“In questi incontri c’è stato un tentativo di annacquare i corpi intermedi – ricorda Boccia – eravamo in quaranta”.

Tante sigle allo stesso tavolo, ma una sola voce. “Seppure fossimo così tanti, con una rappresentanza forse annacquata, dicevamo tutti le stesse cose.

Cuneo fiscale, infrastrutture e criticità sollevate verso il salario minimo. Su quest’ultimo punto noi non siamo contrari, ma va collegato ai grandi contratti di rappresentanza”.

Con la fine del governo M5s – Lega, per Boccia finisce equivoco. “C’era una opposizione interna al governo. Andavi dalla Lega e ti davano ragione incolpando i 5 Stelle e il contrario.

C’era una concorrenza interna nel governo, per cui se ti convocava Di Maio poi ti chiamava anche Salvini. Adesso almeno si sa chi è opposizione e chi maggioranza”.

Al centro della kermesse azzurra c’è l’Italia e anche l’Europa.

“Abbiamo bisogno di più Europa e non meno – osserva Boccia – gli Usa aumentano i dazi per attrarre investimenti nel loro paese. La Cina realizza le rotte della seta. La sfida, quindi, è trasferire ricchezza da una parte all’altra. Traferire ricchezza dall’Europa ad altri mondi.

Confindustria dice che la partita si gioca tra Europa e mondo esterno e non dentro l’Europa”. Ecco perché serve più Europa.

“Se l’Italia si chiama fuori, l’Europa sarà a trazione tedesca. Se resta potrà determinare la linea, appoggiando di volta in volta Francia o Germania”. Un percorso non facile. “Non esistono proposte semplici – osserva Boccia – non c’è un paese dei balocchi o una legge che fai e aumenta il lavoro”.

Giuseppe Ferlicca


Gallery: La Convention di Forza Italia [10] – Forza Italia, lo stato maggiore a Viterbo [11]

Articoli: Mariastella Gelmini: “Tra Pd e M5s un matrimonio d’interessi per paura del voto” [12] – Forza Italia, c’è anche Mariastella Gelmini [13] – Stefania Craxi: “Immigrazione, rimpallarsi vite umane non serve” [14] – Casellati: “Serve una più efficace gestione delle politiche migratorie” [15] – “In Italia agricoltura da sempre senza un piano strategico” [16] Tajani: “Non siamo sovranisti ma siamo patrioti” [17] – Sondaggio Tecnè: Lega al 33%, Italia Viva al 3,6% [18]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [19]
  • [1]
  • [2]