--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - La terza edizione è in programma il 21 e 22 settembre

A Castiglione in Teverina torna la festa della Vendemmia

Condividi la notizia:

Castiglione in Teverina - Festa della vendemmia

Castiglione in Teverina – Festa della Vendemmia

Castiglione in Teverina – Castiglione in Teverina festeggia le tradizioni: il 21 e 22 settembre avrà luogo la terza edizione della festa della Vendemmia.

Dopo la festa della Trebbiatura di luglio e la rinomata festa del Vino dei Colli del Tevere di agosto, a settembre sarà la volta della vendemmia.

Un’estate, quindi, all’insegna della promozione degli antichi “lavori e valori” che da sempre hanno caratterizzato un territorio votato alla tradizione agricola, con l’obiettivo di portare avanti una produzione attenta alla qualità ed a una cultura che ha radici antiche.

L’amministrazione comunale di Castiglione in Teverina, con il contributo della pro loco e delle associazioni cittadine, mira alla promozione territoriale valorizzando le tradizioni contadine attraverso il binomio “lavori e valori”, un momento di incontro e scambio tra la comunità, il territorio e gli avventori.

L’intento è quello di trasmettere i valori di una volta, quando i lavori agricoli erano anche una festa e un’occasione per stare insieme. Promuovere e incentivare un’intera zona, la Teverina, significa far comprendere le proprie origini e le proprie tradizioni attraverso il turismo esperenziale legato al mondo agricolo.

La vendemmia era uno dei momenti più gioiosi dell’anno: anche se la fatica c’era ed era intensa, la si superava con l’allegria dei canti, delle risate, delle stornellate. In questa occasione, come nella mietitura, si faceva sì che un lavoro faticoso si trasformasse in un momento di socializzazione, allegro e quasi di evasione: lavorare al fianco di altre persone estranee al nucleo familiare significava uscire dall’atavico isolamento materiale della famiglia relegata per quasi tutto l’anno tra le pareti della propria casa colonica situata al centro dell’appezzamento da lavorare.

La pro loco e l’amministrazione comunale, quindi, con il patrocinio della regione Lazio e dell’Arsial, mette in scena sabato 21 e domenica 22 settembre al Muvis – museo del Vino e delle scienze agroalimentari, la terza festa della Vendemmia, ricca di eventi enogastronomici: banchi d’assaggio, pranzi e cene, spettacoli musicali e folkloristici, eventi culturali con visite al più grande museo del vino italiano.

In programma la passeggiata eno-geologica di domenica mattina alla scoperta di un territorio vocato da secoli alla viticoltura offrendo la possibilità di conoscere e seguire le fasi della vendemmia. Per il divertimento di grandi e piccoli non mancherà la tradizionale pigiatura con i piedi dell’uva allietata da canti popolari nel pomeriggio di domenica presso il piazzale del Muvis. L’edizione di quest’anno punterà i riflettori su un vitigno che nella zona la fa da padrone: il Grechetto, analizzato e degustato nei suoi cloni più diffusi nel seminario di approfondimento in programma sabato pomeriggio alle 18.


Condividi la notizia:
11 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR