--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - I rossazzurri hanno la meglio grazie a un penalty molto dubbio, che provoca le proteste furiose dei laziali e l'espulsione di Lopez - A decidere il match Lodi, De Falco out dopo 15 minuti

Il Catania passa di rigore e la Viterbese non reagisce, al Massimino è 1-0

di Samuele Sansonetti

Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Andrea De Falco

Sport – Calcio – Viterbese – Andrea De Falco

Sport - Calcio - Viterbese - Francesco De Giorgi

Sport – Calcio – Viterbese – Francesco De Giorgi

Sport - Calcio - Viterbese - Michele Volpe

Sport – Calcio – Viterbese – Michele Volpe

Catania – Viterbese 1-0 (primo tempo 0-0).

CATANIA (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Welbeck, Lodi, Llama (dal 331′ s.t. Di Stefano); Di Molfetta, Di Piazza, Mazzarani (dal 20′ s.t. Dall’Oglio).
Panchina: Martinez, Biondi, Noce, Esposito, Rizzo, Fornito, Curriale.
Allenatore: Andrea Camplone.

VITERBESE (3-5-2): Vitali; Atanasov, Markic, De Giorgi; Antezza, Besea (dal 33′ s.t. Svidercoschi), De Falco (dal 15′ p.t. Milillo), Bezziccheri (dal 1′ s.t. Urso), Errico; Pacilli (dal 26′ s.t. Molinaro), Tounkara (dal 1′ s.t. Volpe).
Panchina: Biggeri, Maraolo, Bianchi, Ricci.
Allenatore: Giovanni Lopez.

MARCATORI: 5′ s.t. (r) Lodi (C).

Arbitro: Mario Vigile di Cosenza.
Assistenti: Davide Meocci di Siena e Nicola Mariottini Arezzo.


Quella di bestia nera, nel glossario pallonaro, è una definizione tra mito e realtà.

Molto spesso, anche nelle serie superiori, capita che una squadra sia la bestia nera di un’altra e in partite non c’è storia: vince sempre e solo una.

Che si tratti di congiunzioni astrali o più probabilmente di semplici meriti sul campo, sta di fatto che negli ultimi tempi la Viterbese era diventata quella del Catania e il sogno dei laziali era quello di bissare i sei punti collezionati contro i rossazzurri nella passata stagione. Un sogno che dopo il match del Massimino è rimasto tale.

Stavolta a vincere è la squadra siciliana, che passa grazie a un rigore molto dubbio segnato da Lodi e condanna i gialloblù alla seconda sconfitta consecutiva. Va detto comunque che dopo l’1-0 (siglato al 50′) la reazione della Viterbese è stata praticamente inesistente, sia con i titolari che tra i subentrati.

Assenze importanti da entrambe le parti ma soprattutto sulla sponda del Catania. Camplone deve fare a meno di Bucolo, Marchese, Catania, Saporetti, Biagianti, Sarno, Barisic e Rossetti e si schiera con il consueto 4-3-3 e un tridente d’attacco di prim’ordine, con Di Molfetta e Mazzarani ai lati di Di Piazza. La Viterbese recupera quasi tutti (out i soliti Palermo, Scalera e Alvarez più Corinti e Zanoli e lo squalificato Baschirotto) e Lopez riserva più di una sorpresa nell’undici iniziale: tra i tre di difesa non c’è Milillo (e tantomeno uno tra Ricci e Bianchi) ma De Giorgi, a centrocampo gioca De Falco con Antezza dirottato sulla corsia di destra e in avanti a far coppia con Tounkara c’è Pacilli.

Pronti via e per la Viterbese arriva la prima tegola: al quarto d’ora De Falco, evidentemente non al meglio, si accascia a terra e chiama il cambio. Al suo posto entra Milillo, che si piazza al centro della difesa e fa avanzare De Giorgi a centrocampo. Prima del cambio un destro strozzato di Llama e un contropiede di Tounkara che va vicinissimo alla quinta marcatura stagionale. Subito dopo, un contropiede in quattro contro tre sprecato malamente da De Giorgi: invece di sfruttare la superiorità numerica l’esterno calcia verso la porta ma senza impegnare troppo Furlan. L’occasione più nitida della prima frazione però è per la squadra di casa e arriva al minuto numero 39, con una traversa clamorosa colpita Di Piazza dal limite dell’area. A pochi istanti dal duplice fischio salvataggio provvidenziale di Errico su tiro cross di Di Molfetta, che per poco non pesca Di Piazza a due passi dalla linea di porta.

Nella ripresa due novità per la Viterbese: fuori Bezziccheri e Tounkara (per lui solo due allenamenti in settimana), dentro Urso e Volpe. Dopo quattro minuti arriva un episodio chiave con un calcio di rigore molto dubbio assegnato al Catania. Il fallo di mano, o presunto tale, è di Besea che respinge un tiro di Lodi con la spalla. Dal dischetto, dopo le proteste furiose dei laziali e l’espulsione di Lopez, va proprio il capitano che non sbaglia e al 50′ fa 1-0. Da qui in poi la partita prosegue in maniera frammentata con gli ospiti che nonostante i vari cambi non riescono a trovare nemmeno un accenno di reazione e chiudono l’incontro con una sconfitta, la seconda stagionale dopo quella di domenica scorsa. Una sconfitta immeritata, viste le poche occasioni da reti arrivate da entrambe le parti, e decisa solamente da un episodio.

Samuele Sansonetti


Serie C – girone C
quarta giornata
domenica 15 settembre

Casertana – Rieti 6-1 (sabato)
Catania – Viterbese 1-0
Paganese – V. Francavilla 2-2
Teramo – Cavese 2-0
Ternana – Monopoli 0-2
Bisceglie – Potenza
Catanzaro – S. Leonzio
Picerno – Avellino
Vibonese – Rende
Bari – Reggina (lunedì)


Serie C – girone C
classifica

SquadraPTGVPSGFGSDR
Catania94301963
Ternana94301642
Reggina73210927
Casertana74211936
Catanzaro73210422
Picerno73210532
Viterbese64202541
Potenza63201312
Bari63201541
Avelino63201660
Monopoli64202330
Paganese54121761
Bisceglie4311124-2
V. Francavilla3403156-1
Teramo3310234-1
Cavese2402239-6
Vibonese1301213-2
S. Leonzio1201124-2
Rende0300315-4
Rieti04004413-9

Serie C – girone C
i marcatori della Viterbese

4 gol: Mamadou Tounkara
1 gol: Stefano Antezza, Daniel Bezziccheri


Condividi la notizia:
15 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR