- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Se il comune non ci fa pagare il suolo pubblico, magari la gara si potrebbe rifare…”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]


Viterbo – Il palio delle botti a Pianoscarano, Viterbo, è saltato. Peccato. Organizzato dal comitato festeggiamenti. Una gara che va avanti da più di 40 anni non s’è fatta a causa del maltempo, la pioggia battente che ha caratterizzato tutta la giornata di ieri. Da mattina a sera. Sabato notte, inoltre, una tromba d’aria pare abbia danneggiato impianti, attrezzature e stand pronti per la festa di domenica. Quando le botti avrebbero dovuto essere spinte su per la salita che parte dal ponte di Paradosso fino alla storica fontana del quartiere che a sua volta avrebbe dovuto buttare vino dalle cannelle dove di solito esce l’acqua.

“Se il comune non ci facesse pagare il suolo pubblico e altre spese, magari potremmo pure provare a rifare il palio”. Lo dice Gabriele Cutigni del comitato che, ieri pomeriggio, domenica, malvolentieri, smontava anch’esso quello che restava della festa. Manifesti eccetera. Gabriele fa parte del comitato.


Viterbo - La fontana di Pianoscarano [4]

Viterbo – La fontana di Pianoscarano


Pianoscarano è un po’ come Trastevere a Roma. Un quartiere a sé. Storico e popolare. Con un’identità ben precisa. Medievale, amato da chi c’abita e da chi c’è nato. Fuori porta, quella del Carmine, addirittura una fabbrica. Il molino Profili, storico anch’esso. Poco più in là, le case basse, e popolari, del Carmine, e le abitazioni del Salamaro. Due zone della prima periferia viterbese. Quella venuta su durante il fascismo e nel secondo dopoguerra. Altre sono poi sorte più a nord, verso Montefiascone, negli anni successivi, soprattutto i novanta, quando Viterbo vide sorgere, ai suoi margini, di fatto un’altra città. 


Viterbo - Gabriele Cutigni [5]

Viterbo – Gabriele Cutigni


Una festa, quella di Pianoscano, importante e partecipata. Organizzata, dal giovedì alla domenica, quest’anno dal 19 al 22 settembre, dal comitato festeggiamenti che vede insieme i quartieri di Pianoscarano, Carmine e Salamaro. Da una parte e dall’altra di via Vico Squarano che, appunto, è un po’ come il Tevere a Roma. Divide e al tempo stesso unisce. Col campo sportivo, venuto su nel ’49 del secolo scorso, che ha visto crescere intere generazioni di giocatori. Con tanto di stelle. Da Valentini a Bonucci. Passando per Conticchio. Calciatori arrivati in serie A. Chi al Cagliari e all’Atalanta, chi al Lecce e alla Juventus. Quartiere d’eccellenza, dove la vita costa poco e la qualità è tanta. Un quartiere dove l’università della Tuscia ha costruito uno dei suoi poli recuperando un complesso da tempo abbandonato. Il San Carlo, con le facoltà umanistiche e un rapporto sinergico col quartiere.


Viterbo - Il percorso del palio delle botti [6]

Viterbo – Il percorso del palio delle botti


Gabriele Cutigni ha 87 anni, è di Tobia e abita a Pianoscarano da 58, di fatto da sempre. “Da quando – dice – mi sono sposato”. Maglietta rossa, occhiali e giacca a vento. L’autunno è arrivato, e la festa di Pianoscano avrebbe dovuto stare lì, in qualche modo, a celebrarlo. Con la festa dell’uva. La vendemmia, che chiude l’estate, inaugurando la nuova stagione, con i colori che cambiano e le foglie che iniziano a morire.


Viterbo - La botte che porta il vino nella fontana di Pianoscarano [7]

Viterbo – La botte che porta il vino nella fontana di Pianoscarano


“Piove – racconta Gabriele – e chi ce sta’!”, aggiunge. E se non fosse piovuto cosa sarebbe successo? “Eh – dice un po’ sconsolato – funzionava che co’ le botti, laggiù da piedi arrivano fino a lì – indica con la mano – dov’è quella signora. Questa è la prima manche. Le manche erano tre, chi le vinceva aveva vinto. Chi vinceva vinceva il palio”.


Viterbo - La cannella della fontana di Pianoscarano [8]

Viterbo – La cannella della fontana di Pianoscarano


La gara avrebbe infatti visto le sei contrade di bottaroli sfidarsi in tre manche, spingendo botti da duecentocinquanta litri ciascuna lungo la salita di via Pianoscarano, partendo a ridosso del ponte di Paradosso. Centoquaranta metri in tutto.


Viterbo - Salta il palio delle botti di Pianoscarano [9]

Viterbo – Salta il palio delle botti di Pianoscarano


“Quattro giorni di festa – prosegue Gabriele Cutigni -. Ce so’ tre cene in piazza. E la domenica la pizza fritta nel lavatoio con la fontana che butta il vino e il palio delle botti”. Tutto saltato. A malincuore. Una fontana che fa uscire vino al posto dell’acqua. “C’è una botte – continua Gabriele – che porta il vino fino alla fontana con un tubicino di plastica. Lì dove c’è la verdura. Ci sono sei cannelle, tre tirano fuori vino e tre sono attaccate”.

Dispiace non aver fatto il palio? “E’ dispiaciuto sì – risponde Cutigni -. C’erano le pizze fritte. La risorsa nostra – ripete – erano le pizze fritte. Però, purtroppo, fine. Tra mezz’ora ripiove un’altra volta”. E’ così è stato. “Allora abbiamo rinunciato”. 


Viterbo - Il brindisi degli studenti americani [10]

Viterbo – Il brindisi degli studenti americani


E dispiace a tutti, perfino a un gruppo di studenti americani venuti a Pianoscarano con tanto di boccione di vino proprio per assistere alla festa. Senza tuttavia demordere. Alla fine si mettono ai piedi della fontana del quartiere e un brindisi lo fanno lo stesso. Con un paio di ragazzini che gli giocano attorno.

Quindi non si fa più? “Eh – ribatte Gabriele – non se fa più perché pe’ fa sta cose bisogna paga’. Pe’ fa ‘sta cose – ripete – bisogna paga’”. Cosa? “Il suolo pubblico – dice Cutigni -. te fanno paga’ tutto. Se lo dovevo fa’ dovevo paga’ tutto. E non ce conviene. Eh… magari, se non ce lo facesse pagare si potrebbe anche provare a rifare”.


Viterbo - Simone Gentili [11]

Viterbo – Simone Gentili


Quindi, magari, non dovendo ripagare il suolo pubblico e con qualche piccolo incentivo da parte del comune, gara e festa si potrebbero pure rifare.


Viterbo - Salta il palio delle botti di Pianoscarano [12]

Viterbo – Salta il palio delle botti di Pianoscarano


“Dice che ‘sta notte – spiega infine Simone Gentili che lavora al bar del quartiere -, dice che ‘sta notte ha fatto i danni. C’è stata una tromba d’aria verso le quattro di notte che ha portato via i tendoni. Tutti giù per la via. E poi co’ ‘sto tempo non se fa niente. La gara delle botti perché piove, la fontana che butta vino e le pizze fritte uguale. Chi ti ci viene… friggere con la pioggia non è facile. La friggitrice è all’aperto, non al chiuso. E alla fine il comitato ha deciso di annullarla. Ed è dispiaciuto, perché è è la sola festa di Pianoscarano. La pioggia c’ha risparmiato i giorni iniziali e quello proprio di festa ce l’ha levato”.

Daniele Camilli


 Multimedia – Fotogallery: Salta il palio delle botti [13] – Video: Delusione e speranza [14]Il palio del 2018 [15]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [16]
  • [1]
  • [2]