--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Santa Rosa - Emergono sempre nuovi risvolti della incredibile vicenda - Il VIDEO DI 5 MINUTI DENSO DI INCREDIBILI STRAFALCIONI

Diretta social imbarazzante, sindaco e assessore De Carolis spieghino il ruolo di Santucci

di Carlo Galeotti

Condividi la notizia:

Santa Rosa - Diretta Social - Il commento su Facebook di Romano Mallucci, frate Agostino Mallucci ex parroco di San Francesco

Santa Rosa – Diretta Social – Il commento su Facebook di Romano Mallucci, frate Agostino Mallucci ex parroco di San Francesco

Viterbo – Più si scava e più diventa grave quello che è accaduto per questa edizione della festa di Santa Rosa.

Al di là della diretta social del trasporto, veramente pessima, c’è molto altro che deve essere spiegato.

Che la diretta sia stata imbarazzante per la città, per lo sforzo dei facchini, per Santa Rosa, ce lo attesta anche un’autorità spirituale come frate Agostino Mallucci ex parroco di San Francesco che su Facebook, commentando la diretta social, scrive: “È stata una cosa… terribile. Non ne potevo più neppure io! Mi dispiace per Viterbo. È mancato totalmente l’aspetto religioso proprio della festa di Santa Rosa. Anche il Vescovo… ne ha subito”.

Ma per chi avesse ancora dubbi, basti vedere la sintesi di cinque minuti che abbiamo fatto, con l’incredibile incipit, senza un saluto, senza una presentazione ma con chiacchiere private. “Dice che a Blera te fai certe mangiate…”, afferma voce dal sen fuggita che dà inizio all’imbarazzante diretta. Ma ovviamente non basta. Guardate tutta la diretta o le nostre sintesi. Una serie di errori inenarrabili, con la fontana del sepale che diventa la fontana del Vignola. Fermate dimenticate. Chiese scambiate. Comandi del capofacchino sistematicamente oscurati da inutili chiacchiere. Si parla sopra perfino all’intervista sotto la macchina di Rossi. E chi più ne ha più ne metta. Si potrebbe fare un concorso: trova l’errore! Ma sarebbe un concorso troppo facile.


La sintesi in 5 minuti dell’imbarazzante diretta social


Ma la umiliante diretta non è neppure la questione principale. La responsabilità di questo sfacelo non è né dei giornalisti né degli ospiti ma del mitico “coordinamento giornalistico”. Anche se non posso non domandarmi perché non sia stato coinvolto un personaggio, da cui tutto mi divide, ma che sa il fatto suo, come Gianluca Zappa. Per dirne uno, che mi è venuto subito in mente. Ma ci sono molti altri giornalisti viterbesi capaci. Gente che sa cosa è una diretta e che magari ci ha rifatto. Ma ripetiamo: la responsabilità non può non essere del “coordinamento giornalistico”, visto quello che è successo.

E ricerche dopo ricerche, tutte le testimonianze, gli audiovideo e anche uno spezzone della diretta portano a un solo nome: Gianmaria Santucci.

Tutti ci dicono che, incredibilmente, il consigliere comunale avrebbe coordinato e guidato la diretta social.

A questo punto il sindaco Giovanni Arena e l’assessore Marco De Carolis debbono delle spiegazioni. Servono gli atti che hanno dato il mandato a Santucci per dirigere la diretta. Se è andata veramente come ci raccontano e come testimoniano gli audiovideo. E devono spiegare come mai sono stati stanziati quasi 5mila euro per una ditta di Terracina per il coordinamento giornalistico. Insomma che mandati ha Santucci dal comune e che rapporti ha con la ditta di Terracina?

Urgono spiegazioni.


La sintesi in 20 minuti dell’imbarazzante diretta social


Debbo dire che avrei preferito lasciare i vari attori di questa pessima sceneggiata “fuori a soffiare nella polvere, a gettarsi terra negli occhi”, come dice sant’Agostino, ma questa sceneggiata ha leso la tradizione del trasporto, i viterbesi, lo sforzo dei facchini, la città di Viterbo e Santa Rosa. Da laico, ma da viterbese autentico, voglio dirlo, ho avuto da sempre un estremo affetto per la nostra piccola santa. Un affetto autentico, indiscutibile, fraterno. Come accade per ogni viterbese. E non è possibile passare sotto silenzio il fatto che della sua festa, che è la nostra festa, è stata fatta carne da macello.

E si badi non è finita qui. Altre questioni sono emerse. Ma ne parliamo un’altra volta.

Carlo Galeotti


Per chi non avesse visto la diretta, ecco la porcheria che inizia con una bella chiacchierata privata che va in onda senza che nessuno intervenga o capisca cosa sta succedendo. Si parla di non meglio precisate “mangiate a Blera” e “di baci”. Incredibile. Per capire il livello della diretta basta sentire il primo minuto. Mentre accadevano queste cose cosa faceva il “coordinamento giornalistico”?


Articoli: Santa Rosa, un’indecente diretta social del trasporto… di Carlo Galeotti – Giacomo Barelli (Forza civica): “Santa Rosa, vedo doppio e invece vorrei vederci chiaro…” –  Santa Rosa, il mistero della doppia diretta e del coordinamento giornalistico… di Carlo Galeotti


Condividi la notizia:
14 settembre, 2019

Santa Rosa, diretta social imbarazzante ... Gli articoli

  1. "Coordinamento giornalistico, le procedure antimafia e di trasparenza sono state rispettate?"
  2. Nella sede di Mediacom c'è un vecchio ristorante dismesso e abbandonato...
  3. "Santucci era dietro alle telecamere ed era interessato a che tutto andasse bene"
  4. Coordinamento giornalistico, il "chiarimento" di Celestini non chiarisce nulla
  5. "Io e voi non dobbiamo più parlare, primo perché... poi ve lo spiegherò un giorno. Ok?"
  6. Chi è il responsabile della diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  7. Quale è stato in tutta questa vicenda il ruolo di Gianmaria Santucci?
  8. Chi ha scelto i giornalisti e gli ospiti che sono comparsi nella diretta social?
  9. "Il coordinamento giornalistico? Non saprei che dire..."
  10. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  11. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico per la diretta social?
  12. Perché e come è stata scelta la Mediacom per il coordinamento giornalistico?
  13. Chi è il responsabile della pessima diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  14. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico ad hoc per la diretta social?
  15. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  16. Coordinamento giornalistico, perché il comune non risponde?
  17. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non vuole rispondere?
  18. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché palazzo dei priori continua a tacere?
  19. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché il dirigente Luigi Celestini continua a tacere?
  20. Coordinamento giornalistico, perché l'assessore De Carolis non risponde?
  21. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non risponde?
  22. Celestini: "Mediacom, primaria società" - Santucci: "Fattura circa cento milioni di euro..."
  23. "Ho già parlato in consiglio comunale e mi sembra di essere stato abbastanza chiaro"
  24. Diretta social, le domande a cui il comune non risponde...
  25. "Chi ha coordinato la diretta giornalistica del trasporto? Fuori nome e cognome!"
  26. "Ma Tele Lazio Nord e Mediacom non sono la stessa cosa?"
  27. “Fuorionda durante la diretta? Le tv nazionali ne sono piene...”
  28. Diretta social per Santa Rosa, due ore di scontro in consiglio comunale
  29. Ma perché il comune ha voluto spendere più del necessario e peggiorare il prodotto?
  30. "Aoh, ma che voi? T'ho fatto 'na diretta..."
  31. E Santucci reclutava anche i giornalisti... ma a che titolo?
  32. "L'indecente diretta social è il punto più basso di una S. Rosa sottotono"
  33. "Santa Rosa, vedo doppio e invece vorrei vederci chiaro..."
  34. Santa Rosa, un'indecente diretta social del trasporto...
  35. Santa Rosa, il mistero della doppia diretta e del coordinamento giornalistico...
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR