--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Le parole del vescovo Lino Fumagalli nel festeggiare il sacerdozio del parroco della Verità iniziato nel '69 - Questa mattina si è riunita un'intera comunità per ringraziare la sua guida

“Don Elio, 50 anni di fedeltà e amore”

di Maurizia Marcoaldi
Condividi la notizia:

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - don Elio Forti

Viterbo – don Elio Forti

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - don Elio e il vescovo Lino Fumagalli

Viterbo – don Elio e il vescovo Lino Fumagalli

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - Il vescovo Lino FumaGalli ai 50 anni di sacerdozio di don Elio

Viterbo – Il vescovo Lino FumaGalli ai 50 anni di sacerdozio di don Elio

Viterbo - don Elio e il vescovo Lino Fumagalli

Viterbo – don Elio e il vescovo Lino Fumagalli

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo – La messa per celebrare i 50 anni di sacerdozio di don Elio, parroco della Verità

Viterbo - Il vescovo Lino FumaGalli ai 50 anni di sacerdozio di don Elio

Viterbo – Il vescovo Lino FumaGalli ai 50 anni di sacerdozio di don Elio

Viterbo – “Ringraziamo don Elio per i 50anni di fedeltà portati avanti con amore”. Con queste parole il vescovo Lino Fumagalli ha celebrato questa mattina la messa in onore dei 50 anni di sacerdozio di don Elio Forti, parroco di Santa Maria della Verità. Festeggiamenti doppi in parrocchia, in onore della patrona Maria santissima addolorata e per don Elio. 

“Oggi – ha detto il vescovo – siamo qui per festeggiare i 50 anni di sacerdozio di don Elio e i 48 a servizio in questa comunità. Dobbiamo ringraziare il Signore per gli anni di fedeltà che don Elio ha portato avanti con amore e intelligenza”.

La chiesa di piazza Crispi era piena. Tanti i fedeli e i parrocchiani che hanno voluto portare il loro saluto e ringraziamento a don Elio, una guida e un supporto in tanti anni di cammino di fede. 

“Dobbiamo sempre ricordarci – ha proseguito il vescovo – di ringraziare il Signore per i nostri sacerdoti e dobbiamo sempre pregarlo per le nuove vocazioni”.

Poi il ringraziamento a don Elio. “Dobbiamo ricordare l’importanza della figura del sacerdote che tramite il sacramento del battesimo ci ha inserito in una comunità – ha aggiunto -. E’ un punto di riferimento che rende presente il Signore in mezzo a noi. Dobbiamo ringraziare i sacerdoti per la loro guida e accettarli anche con i loro limiti perché ce li rendono più vicini a noi. Dobbiamo sostenere il loro ruolo con la nostra preghiera e la nostra amicizia”.

Don Elio, nato a Ischia di Castro 73 anni fa, è stato ordinato sacerdote il 27 agosto del ’69, quando aveva ventitré anni. Oggi è parroco della Verità, vicario di zona della diocesi, membro del consiglio presbiterale e del collegio dei consultori.

Il vescovo ha poi concluso la sua omelia rivolgendosi alla comunità della Verità. “Pensiamo – ha detto – a quanto sono importanti le pacche dei sacerdoti sulle nostre spalle. A quanta sicurezza donano nei momenti di difficoltà. Grazie Signore per i nostri sacerdoti e grazie per don Elio. Affidiamo a Maria affidiamo gli anni di ministero di don Elio che verranno”.

L’impegno di Don Elio per la sua comunità è stato costante negli anni e animato sempre da un grande spirito di condivisione e sacrifico. Negli anni il parroco della Verità ha aperto le porte della sua chiesa anche a chi non era di Viterbo, a chi veniva da lontano e a chi in città ha sperato e spera di ricominciare una nuova vita. 

Da settembre 2017 don Elio ha messo a disposizione dei ragazzi del Cas di viale Trento il campo da calcio dell’oratorio. Un appuntamento, di un paio d’ore a settimana, che ha avvicinato i richiedenti asilo alla comunità. Nel tempo questi ragazzi sono riusciti a organizzare una vera e propria squadra con tanto di allenatore.

Inoltre da gennaio 2018 i richiedenti asilo possono usufruire del salone dell’oratorio per prendere parte a un corso di recitazione. Un laboratorio realizzato con la guida del regista Marco Paparella. Il progetto è di Artestudio, l’associazione culturale che avvicina il teatro alle diverse realtà di criticità sociale, ed è la realizzazione pratica di una vera e propria integrazione dove migranti e cittadini possono condividere insieme una passione. Infatti il corso è aperto è aperto anche ai giovani italiani. 

Questa mattina in chiesa al momento dell’offertorio si sono avvicinati all’altare i ragazzi del Cas, seguiti da don Elio. Un omaggio al parroco e alla sua costante attenzione per tutti.

Sul finire della celebrazione ha preso la parola anche don Elio e si è rivolto ai suoi fedeli. “Ho preparato un ricordino per voi – ha detto don Elio – dove c’è un bigliettino con due parole. ‘Grazie’ e ‘eccomi’. Grazie per il passato che abbiamo condiviso e eccomi per il futuro che ci aspetta. Ho percepito dalle parole del vescovo e dalla vostra presenza la forza della nostra comunità. Cerchiamo sempre di essere una bella comunità, anche se non è sempre facile”.

Don Elio ha poi specificato di “non credere di aver mai ricevuto del male da nessuno” e  “posso e devo dire solo grazie a tutti voi”. 

Poi rivolto al vescovo. “Grazie. Nutro simpatia per il nostro vescovo, gli voglio bene. E’ una persona con cui si può parlare, è un vescovo accogliente”.

Il ringraziamento poi a monsignor Tagliaferri, che don Elio ha definito “la persona che mi ha aperto il cuore”.  

A chiudere il saluto un lungo e sentito applauso. Con i bambini in prima fila che salutavano il loro parroco. Tante famiglie ma anche tante giovani coppie. Tra i banchi anche i ragazzi del Cas di viale Trento e poi i famigliari di don Elio, emozionati. 

Al termine un rinfresco dove ha partecipato anche il vescovo. A don Elio e a Lino Fumagalli si son avvicinati in silenzio tanti fedeli. Un parola di conforto. Un saluto. Un pacca sulla spalla e un sorriso per continuare il cammino di fede insieme. 

 


Condividi la notizia:
15 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR