--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Le stazioni fisse di monitoraggio non hanno registrato superamenti dei valori limite per le concentrazioni di polveri sottili

Incendio Avellino, la procura indaga per disastro ambientale

Condividi la notizia:

Avellino - Esplosione in una fabbrica di batterie d'auto

Avellino – Esplosione in una fabbrica di batterie d’auto

Avellino – Incendio Avellino, la procura indaga per disastro ambientale. 

“Disastro ambientale”. Questa l’ipotesi di reato sulla quale indaga la procura di Avellino dopo l’incendio, che si è verificato venerdì pomeriggio, in un’azienda che produce contenitori in plastica per le batterie di auto a Pianodardine nella zona industriale di Avellino. 

A confermare l’ipotesi di disastro ambientale è stata la pm Cecilia Annecchini al termine del sopralluogo che ha preceduto il sequestro dell’azienda. I dati sono relativi a idrogeno solforato, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, toluene. Per le concentrazioni di diossina gli esami richiedono più tempo.

Comunque l’agenzia regionale per l’ambiente ha eseguito delle rilevazioni e ha confermato che non c’è stato nessun superamento dei valori limite di legge per varie sostanze inquinanti nell’aria. 

Le stazioni fisse di monitoraggio, normalmente operanti nel capoluogo irpino, non hanno registrato finora superamenti dei valori limite per le concentrazioni di polveri sottili. 


Condividi la notizia:
15 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR