--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bomarzo - Il ministro della difesa Lorenzo Guerini alla scuola di formazione di Mugnano attacca l'ex segretario del Pd

“La scelta di Matteo Renzi non ha alcun fondamento…”

Condividi la notizia:

Bomarzo – Il ministro della difesa la scissione di Matteo Renzi proprio non l’ha capita. Per Lorenzo Guerini, infatti, la scelta dell’ex premier, fino a qualche giorno fa a targa Pd e oggi leader della nuova formazione politica Italia Viva, “manca di fondamenta politica”.

Guerini interviene alla scuola di formazione politica organizzata dal centro studi Aldo Moro a Mugnano in Teverina, comune di Bomarzo, splendido paese di sole 80 anime arroccato su una collina a ridosso della trasversale che porta a Orte e a Civitavecchia.


Bomarzo - Il ministro della difesa Lorenzo Guerini

Bomarzo – Il ministro della difesa Lorenzo Guerini


“Questa divisione – ha specificato Guerini – secondo me manca di fondamenta politica. Non c’erano, sinceramente, gli argomenti e le circostanze per dividerci, soprattutto adesso che di fronte abbiamo una sfida che è quella di rimettere l’Italia sulla strada giusta”.

“Non si può sempre pensare di tirare il carro – ha poi aggiunto il ministro della difesa -, alcune volte occorre anche spingerlo e creare le condizioni che ci sia quell’unità e quella prospettiva che da tempo ci chiedono i nostri elettori. La decisone è stata assunta, ne prendiamo atto, per il Partito democratico permane un lavoro da fare che continueremo a fare per il bene dell’Italia”.


Bomarzo - Il ministro della difesa Lorenzo Guerini

Bomarzo – Il ministro della difesa Lorenzo Guerini


La scuola è partecipata e gli incontri di ieri sono riusciti. In giro c’è anche Filippo Rossi che, pure lui, qualche anno fa ha dato vita a un nuovo partito, Viva Viterbo, diventato adesso Forza civica. Nel cortile del palazzo che ospita gli incontri anche politici e consiglieri comunali dell’area fioroniana. Con loro la consigliera comunale di Viterbo Luisa Ciambella.


Bomarzo - Luisa Ciambella

Bomarzo – Luisa Ciambella


A toccare l’argomento della rappresentanza del Pd è stato proprio Giuseppe Fioroni, che nell’analizzare la necessità di rifondare lo spirito plurale del partito ha ricordato al ministro Guerini il ruolo dei cattolici-moderati e la prospettiva di rappresentarne le istanze nel futuro politico del centro sinistra.


Bomarzo - Filippo Rossi

Bomarzo – Filippo Rossi


“Senza la nostra cultura – ha chiaro Guerini – senza la cultura cattolica democratica che parla al centro moderato riflessivo, non c’è il Partito democratico. Il Partito democratico avrà sicuramente la necessità di fare una larga analisi politica del presente e del futuro, ma credo che debba soprattutto ritrovare e ritrovarsi sui valori fondanti che possano tornare a raccogliere un largo consenso. Oggi – ha concluso il ministro – abbiamo sicuramente bisogno di un governo che parli poco e faccia molto e di un partito che parli molto agli italiani per far comprendere lo sforzo che stiamo mettendo in campo”.

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
21 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR