--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - L’arciere di San Biagio conquista il palio dopo anni di tentativi e un duello indimenticabile con Matteo Lalli - VIDEO E FOTO

Daniele Tassotti: “È bello che l’anello torni da noi”

di Alessandro Castellani
Condividi la notizia:


Orte - Ottava di sant'Egidio - Daniele Tassotti vince il palio

Orte – Ottava di sant’Egidio – Daniele Tassotti vince il palio

Orte - Ottava di sant'Egidio - Il palio degli Arcieri

Orte – Ottava di sant’Egidio – Il palio degli Arcieri

Orte - Ottava di sant'Egidio - Il palio degli Arcieri

Orte – Ottava di sant’Egidio – Il palio degli Arcieri

Orte - Ottava di sant'Egidio - Il palio degli Arcieri

Orte – Ottava di sant’Egidio – Il palio degli Arcieri

Orte – Incerto lo è sempre, ma quest’anno il palio degli Arcieri è sembrato addirittura interminabile. Un duello di nervi che si è protratto fino all’imbrunire, lasciando esterrefatto il pubblico e rischiando di far saltare le coronarie a più di un contradaiolo.

Alla fine a spuntarla è stato Daniele Tassotti di San Biagio. Uno che sul palco di piazza della Libertà ci sale da una vita, ma finora non era mai riuscito a trovare la zampata vincente. E invece questa volta la lotteria del palio ha deciso di premiare la sua costanza.


 – Palio degli arcieri, San Biagio in tripudio con Daniele Tassotti


Dopo aver superato le fasi eliminatorie, Tassotti è arrivato al turno di tiri finale, quello all’anello da 10 centimetri, infilando subito due centri. Un minuto, forse anche meno, di magia, che però è bastato per far fuori tutti gli avversari.

Tutti, tranne uno: il solito, formidabile Matteo Lalli. Il campione in carica, portacolori della contrada Sant’Angelo, è stato l’ultimo a mollare e ha eguagliato il punteggio di Tassotti, portando la sfida allo spareggio.

Primo turno supplementare e ancora parità: 1-1. Vano anche il secondo testa a testa: 0-0. Per assegnare il palio, nell’incredulità generale, c’è voluto addirittura un terzo spareggio. Qui Tassotti ha trovato il centro decisivo, quello che gli ha permesso di superare di nuovo, stavolta in maniera definitiva, il rivale. E scatenare la festa di San Biagio, che torna a vincere il palio sei anni dopo l’ultima affermazione, datata 2013.

“La mia dedica è ai contradaioli – ha dichiarato un Tassotti stravolto a fine gara – perché è bello che l’anello torni da noi. Abbiamo fatto una gara bellissima con Lalli. Forse potevo fare anche un po’ meglio, ma alla fine è andata bene così”.

Il duello tra Tassotti e Lalli colloca di diritto l’edizione 2019 del palio tra le più memorabili in assoluto. La battaglia infinita tra i due mattatori ha messo in secondo piano le buone prove di altri arcieri. Tofone di Olivola, Rondelli di Porcini e Trippetti di Sant’Angelo hanno fatto sognare i loro contradaioli, ma il destino li ha fermati a pochi centimetri dal secondo centro, indispensabile per andarsi a giocare lo spareggio.

Per loro il palio quest’anno è stato ingrato, ma la gara in piazza insegna che non bisogna perdersi d’animo, perché l’occasione buona può capitare da un momento all’altro e bisogna farsi trovare pronti quando arriva. Per conferma chiedere a Daniele Tassotti.

Alessandro Castellani


Condividi la notizia:
9 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR