--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Santa Rosa - Diretta social scandalosa - Dopo la miserrima figura il comune tace - Silenzio dell'assessore De Carolis e del sindaco Arena - Undici domande per capire - secondo giorno - Il VIDEO DI 5 MINUTI DENSO DI INCREDIBILI STRAFALCIONI

Ma perché il comune ha voluto spendere più del necessario e peggiorare il prodotto?

di Carlo Galeotti

Condividi la notizia:

La sintesi in 5 minuti dell’imbarazzante diretta social


Santa Rosa - La diretta social con Maurizio Donsanti

Santa Rosa – La diretta social con Maurizio Donsanti

Viterbo – Un altro piccolo mistero sulla diretta social per cui chiediamo lumi all’assessore alla Cultura Marco De Carolis. 

Ci dicono che per la diretta del trasporto siano stati messi in bilancio 50mila euro. Le risulta?
Poco più di 39mila sono stati impegnati per le riprese. Diciamo il vero lavoro fatto da Provideo.

Poi però sembra che proprio lei abbia chiesto due dirette con i conseguenti due studi separati. Il che ha comportato una ulteriore spesa di circa di 4mila euro, non prevista dal bando.

E poi sono stati spesi quasi 5 mila euro per il famoso “coordinamento giornalistico”. Ovviamente aspettiamo di vedere le carte per avere le idee chiare e i dati precisi.

Ma aggiungiamo una domanda alle precedenti. 

Perché si è andati a spendere almeno circa 9 mila euro in più per avere un prodotto peggiore, una diretta miserrima, che ha provocato un danno alla città?

Alla prossima volta. Stiamo analizzando più attentamente la diretta social e dobbiamo dire che è piena di cose “interessanti”…

Carlo Galeotti


Viterbo – 16 settembre 2019 – “Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante tu ne possa sognare nella tua filosofia”. Il principe di Danimarca, Amleto, non poteva dirla meglio. Sembra sia stato a Viterbo per Santa Rosa per giungere a tale sentenziosa sentenza. Che descrive bene cosa sta accadendo in questa città.

E allora vediamo altre cosette che siamo venuti a sapere. Cose tutte da vagliare attentamente, vista l’immondizia di diretta social del trasporto della macchina di Santa Rosa che è stata fatta e messa on line. Purtroppo. Anzi per essere precisi l’immondizia è la parte giornalistica della diretta. Anzi il famoso “coordinamento giornalistico”.

Come ci muoviamo, rispunta e riecheggia un nome. Avete indovinato quale è il nome? Bravi! È proprio lui. Diverse persone ci hanno spiegato che a ingaggiare giornalisti, a fare proposte di lavoro per la diretta social è stato proprio lui. Sì, lui: Santucci. Promettendo persino di pagare… Che, visti i tempi, è sempre una cosa buona.

Ora lo ripetiamo all’assessore alla Cultura Marco De Carolis e, visto che questi non risponde, al sindaco Giovanni Arena: a che titolo il consigliere comunale Santucci reclutava giornalisti?

A che titolo, come tutti ci testimoniano, ha diretto la diretta social? 

Quali sono le esperienze giornalistiche, le benemerenze giornalistiche, le qualifiche giornalistiche del signor Santucci che hanno portato a questa oculatissima scelta?

L’incarico gli è stato dato dal comune? Da una azienda privata? 

Con quali criteri Santucci ha scelto lo staff giornalistico?

Con quali criteri lo ha diretto? Dal risultato sembrerebbe che siano criteri molto strani.

Il risultato è stato una catastrofe. Il comune ha da dire qualcosa su questa immondizia che è stata mandata in onda? 

Di chi sono le responsabilità?

Nonostante il pessimo risultato, per quanto riguarda la diretta social, la ditta a cui è stato dato l’incarico del coordinamento giornalistico viene pagata ugualmente?

Come era strutturato il coordinamento giornalistico e chi ha deciso di trasformare la diretta social in una tribuna politica? 

Poi c’è da vedere se e come sono stati spesi i 50mila euro che sono stati messi in bilancio per la diretta. Ma questa cosa la vediamo un’altra volta.


La sintesi in 20 minuti dell’imbarazzante diretta social


Ribadiamo un concetto: la diretta social ha leso la tradizione del trasporto, i viterbesi, lo sforzo dei facchini, la città di Viterbo e santa Rosa. Non è possibile passare sotto silenzio il fatto che della festa di santa Rosa, che è la nostra festa, è stata fatta carne da macello. Chi ha dubbi può guardare i video.

Carlo Galeotti


Per chi non avesse visto la diretta, ecco la porcheria che inizia con una bella chiacchierata privata che va in onda senza che nessuno intervenga o capisca cosa sta succedendo. Si parla di non meglio precisate “mangiate a Blera” e “di baci”. Incredibile. Per capire il livello della diretta basta sentire il primo minuto. Mentre accadevano queste cose cosa faceva il “coordinamento giornalistico”?


Condividi la notizia:
17 settembre, 2019

Santa Rosa, diretta social imbarazzante ... Gli articoli

  1. "Coordinamento giornalistico, le procedure antimafia e di trasparenza sono state rispettate?"
  2. Nella sede di Mediacom c'è un vecchio ristorante dismesso e abbandonato...
  3. "Santucci era dietro alle telecamere ed era interessato a che tutto andasse bene"
  4. Coordinamento giornalistico, il "chiarimento" di Celestini non chiarisce nulla
  5. "Io e voi non dobbiamo più parlare, primo perché... poi ve lo spiegherò un giorno. Ok?"
  6. Chi è il responsabile della diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  7. Quale è stato in tutta questa vicenda il ruolo di Gianmaria Santucci?
  8. Chi ha scelto i giornalisti e gli ospiti che sono comparsi nella diretta social?
  9. "Il coordinamento giornalistico? Non saprei che dire..."
  10. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  11. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico per la diretta social?
  12. Perché e come è stata scelta la Mediacom per il coordinamento giornalistico?
  13. Chi è il responsabile della pessima diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  14. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico ad hoc per la diretta social?
  15. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  16. Coordinamento giornalistico, perché il comune non risponde?
  17. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non vuole rispondere?
  18. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché palazzo dei priori continua a tacere?
  19. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché il dirigente Luigi Celestini continua a tacere?
  20. Coordinamento giornalistico, perché l'assessore De Carolis non risponde?
  21. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non risponde?
  22. Celestini: "Mediacom, primaria società" - Santucci: "Fattura circa cento milioni di euro..."
  23. "Ho già parlato in consiglio comunale e mi sembra di essere stato abbastanza chiaro"
  24. Diretta social, le domande a cui il comune non risponde...
  25. "Chi ha coordinato la diretta giornalistica del trasporto? Fuori nome e cognome!"
  26. "Ma Tele Lazio Nord e Mediacom non sono la stessa cosa?"
  27. “Fuorionda durante la diretta? Le tv nazionali ne sono piene...”
  28. Diretta social per Santa Rosa, due ore di scontro in consiglio comunale
  29. "Aoh, ma che voi? T'ho fatto 'na diretta..."
  30. E Santucci reclutava anche i giornalisti... ma a che titolo?
  31. "L'indecente diretta social è il punto più basso di una S. Rosa sottotono"
  32. Diretta social imbarazzante, sindaco e assessore De Carolis spieghino il ruolo di Santucci
  33. "Santa Rosa, vedo doppio e invece vorrei vederci chiaro..."
  34. Santa Rosa, un'indecente diretta social del trasporto...
  35. Santa Rosa, il mistero della doppia diretta e del coordinamento giornalistico...
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR