--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - L'appuntamento è fissato dal 13 al 15 e dal 20 al 22 settembre

A Oriolo Romano torna la sagra del Fungo porcino

Condividi la notizia:

La Sagra del fungo porcino a Oriolo Romano

La sagra del Fungo porcino a Oriolo Romano

Oriolo Romano – In zuppa, in crema o ad accompagnare le bruschette, le fettuccine e le carni.

A Oriolo Romano torna uno degli appuntamenti più attesi dell’anno: quello con la sagra del Fungo porcino, che sarà servito in tantissime varianti per due fine settimana consecutivi.

L’appuntamento è fissato dal 13 al 15 e dal 20 al 22 settembre nel paese in provincia di Viterbo, che si vestirà a festa per celebrare al meglio una delizia già nota ai tempi degli Antichi Romani.

Furono gli abitanti dell’Urbe i primi a chiamare “suillus” la varietà più nobile del fungo, che con i suoi profumi e sapori inconfondibili è da sempre sono sinonimo di buona cucina e di gioia di stare in tavola.

Giunta alla 16esima edizione, la sagra proporrà i porcini sotto forma di una crema per nobilitare le bruschette, con la loro polpa bianca che non cambia colore né all’aria né al tocco, i funghi saranno poi il condimento ideale delle fettuccine, nelle due versioni con e senza ragù, e l’ingrediente principale di una zuppa con i fagioli. Fra i secondi, si potrà scegliere fra l’arista ai porcini, un particolare hamburger con crema ai porcini e i funghi fritti.

Nel paese che sorge nei pressi di Manziana, a soli 50 chilometri da Roma, lo stand gastronomico sarà aperto il venerdì solo a cena e il sabato e la domenica a pranzo (dalle 12,30) e a cena (dalle 19). Grazie alla collaborazione con l’Associazione italiana celiachia sezione Lazio, il sabato e la domenica a pranzo e a cena sarà proposto anche un ricco menu gluten free. Chi preferirà optare per le ricette tipiche dell’alto Lazio potrà invece scegliere tra le bruschette con olio e sale (con o senza aglio), le fettuccine al ragù, la braciola, la salsiccia e la ventresca alla brace, le patatine fritte, le insalate e i dolci e il cremolato di more.

Organizzata dall’associazione culturale Oriolo Romano in collaborazione con il comune, la sagra del Fungo porcino affiancherà alla gastronomia un programma che spazia dagli spettacoli musicali alle conferenze a tema, dai mercatini fino alle mostre d’arte.

Ogni serata sarà animata da spettacoli musicali dal vivo: sul palco ci sarà spazio per un tributo a Lucio Battisti (venerdì 13), per la pizzica e la taranta il giorno successivo (sabato 14) per la disco dance 70’-80’ domenica 15; e ancora per la cover band di Vasco Rossi (venerdì 20), per Vincenzo Bencini (sabato 21) e per il revival 60’-70’ (domenica 22). I bambini potranno divertirsi le domeniche pomeriggio con i ludobus, e il sabato e la domenica pomeriggio con i gonfiabili.

Al contempo, sui banchi del mercatino, i visitatori potranno scoprire la pasta fatta in casa, l’olio, il vino, le carni, i formaggi e i dolci, tutti prodotti a chilometro zero provenienti dalle aziende del territorio, mentre i più curiosi potranno partecipare al corso micologico organizzato dall’associazione Esplora Tuscia previa apposita registrazione.

Come di consueto la sagra prenderà vita in piazza Umberto I.


Condividi la notizia:
6 settembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR