- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Parte in quinta il liceo sportivo del Canonica

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]


Vetralla – “Peccato non aver potuto dare il giusto spazio a tutti”. E’ la sola cosa che dispiace ad Andreina Ottaviani, la dirigente scolastica dell’istituto superiore Canonica, che ieri mattina a Vetralla ha inaugurato il liceo scientifico sportivo, il primo indirizzo del genere della scuola vetrallese. Prima l’assemblea dentro la scuola, poi il taglio del nastro e un brindisi con le pastarelle al bar dell’istituto.


Vetralla - L'inaugurazione del liceo sportivo al Canonica [4]

Vetralla – L’inaugurazione del liceo sportivo al Canonica


Andreina Ottaviani tuttavia non demorde. “La prima classe del linguistico – dice infatti la dirigente scolastica – è formata da trenta alunni. Le richieste sono state 45. Prossima settimana, però, ho convocato all’istituto Farnese una riunione del consiglio d’istituto per chiedere la seconda sezione dell’indirizzo sportivo. Sempre qui a Vetralla”.


Vetralla - L'inaugurazione del liceo sportivo al Canonica [5]

Vetralla – L’inaugurazione del liceo sportivo al Canonica


Andreina Ottaviani dirige di fatto tre istituti. Il Farnese di Caprarola, la sede centrale, si suddivide infatti in due succursali. La prima sta a Montalto, dove, come a Caprarola, c’è l’istituto alberghiero. Diventato una vera e propria eccellenza. Sul territorio, la scuola diretta da Ottaviani, ha a che fare con realtà produttive enormi. Multinazionali. A partire dalla Ferrero. La seconda sede distaccata è a Vetralla. Qui gli insegnamenti sono di tutt’altro tipo. Liceo scientifico tradizionale, adesso anche liceo scientifico sportivo, costruzioni, ambiente e territorio, ossia il vecchio geometri, e liceo linguistico.


Vetralla - Andreina Ottaviani [6]

Vetralla – Andreina Ottaviani


“La grande famiglia Farnese”, così la definisce Ottaviani. Con lei, all’inaugurazione dello sportivo e, insieme, dell’anno scolastico, c’erano un bel pezzo dell’amministrazione comunale vetrallese, Annamaria Palombi assessore alle scuole, Carlo Postiglioni al patrimonio, Enrico Pasquinelli alle attività produttive, Diana Ghaleb alla cultura e il consigliere comunale Stefano Grego. Ad inaugurare anche il sindaco di Caprarola e assessore provinciale Eugenio Stelliferi e il presidente della provincia Pietro Nocchi.


Vetralla - La palestra del Canonica [7]

Vetralla – La palestra del Canonica


“Abbiamo fatto la nostra parte – ha commentato Annamaria Palombi – affinché la scuola ottenesse l’indirizzo sportivo. Una scuola che si presta per questo tipo di attività. Adesso dobbiamo creare tutte le opportunità che servono. Per fare in modo che questo liceo cresca. Da parte nostra metteremo a disposizione gratuitamente un servizio di trasporto per i ragazzi che dovranno raggiungere la piscina, parte del percorso di insegnamento”. 


Vetralla - Annamaria Palombi, Stefano Grego ed Eugenio Stelliferi [8]

Vetralla – Annamaria Palombi, Stefano Grego ed Eugenio Stelliferi


Andreina Ottaviani è diventata insegnante che aveva compiuto appena 29 anni. Matematica e fisica. Prima di diventare dirigente scolastica è stata docente al liceo classico Mariano Buratti e vice preside nella stessa scuola, poco più che trentenne. Con lei l’istituto Farnese ha ripreso slancio tornando ad essere anche un interlocutore istituzionale di primo piano. Se l’indirizzo sportivo è arrivato a Vetralla, che circa un anno fa aveva perso la direzione scolastica a seguito del dimensionamento, per questo è stata assorbita da Caprarola, se l’indirizzo sportivo è arrivato a Vetralla è perché Ottaviani ha dato battaglia. Nella Tuscia un indirizzo sportivo esiste già. E quello di Vetralla poteva risultare di troppo. 


Vetralla - L'istituto Canonica [9]

Vetralla – L’istituto Canonica


“L’indirizzo è stato una conquista – confida Ottaviani -, ma ce l’abbiamo fatta. E la scuola ha da sempre tutte le caratteristiche per aprire lo sportivo. Abbiamo due palestre interne, una sala pesi, il campo di corsa campestre, una pista di atletica dove verrà messa la gommatura, un campo di calcetto e la disponibilità della piscina di un privato con cui abbiamo raggiunto un accordo e firmato una convenzione”.

Le materie che verranno insegnate al liceo sportivo di Vetralla sono le stesse del liceo scientifico tradizionale, “tranne il latino”, precisa Ottaviani, e in più, rispetto agli altri istituti, sei ore di scienze motorie, la parte sportiva.


Viterbo - Studenti dell'istituto Canonica [10]

Viterbo – Studenti dell’istituto Canonica


 Interviene anche Stelliferi. Non solo come istituzione provinciale ma soprattutto come sindaco di Caprarola, paese dei Cimini che, con la svolta delle nocciole voluta dalla Ferrero, sta diventando man mano un punto di riferimento economico di primaria importanza. Con tanto di scuole che formano i quadri che andranno ad intervenire su tutta la filiera agricola che determina la zona. Un territorio su cui ricade, per vocazione, anche il comune di Vetralla.

“Il liceo sportivo è una grande soddisfazione – ha rimarcato Stelliferi -. Una risposta che diamo a tanti ragazzi che stanno scegliendo i liceo. E l’indirizzo sportivo può essere una risposta anche in termini occupazionali. La scelta di Vetralla è inoltre azzeccata per le sue strutture e attrezzature. Ci aspettiamo grandi risultati”.


Vetralla - L'inaugurazione del liceo sportivo al Canonica [11]

Vetralla – L’inaugurazione del liceo sportivo al Canonica


“Una scelta condivisa a livello provinciale – ha sottolineato Pietro Nocchi -. Dare ai ragazzi la possibilità di studiare una materia importante in un territorio che vede la scuola Canonica avere un potenziale enorme in termini di strutture. Insomma, un’opportunità importante per i nostri ragazzi”.


Vetralla - Pietro Nocchi e Andreina Ottaviani [12]

Vetralla – Pietro Nocchi e Andreina Ottaviani


Pietro Nocchi ha 44 anni e quando era più giovane ha studiato al Canonica di Vetralla. E’ sinceramente contento del risultato raggiunto da quella che un tempo era la sua scuola. Nel 1993 l’ha pure occupata. Prendendo anche lui parte all’ultima tempesta dell’onda lunga del movimento della Pantera che proprio in quel passaggio diventerà un’altra cosa. Un qualcosa di vivace che però andò a sbattere dritto dritto contro il G8 di Genova del 2001. Nocchi ne parla a fine inaugurazione con la dirigente scolastica che, quell’occupazione se la ricorda bene. “Ah – se lo guarda da capo a piedi Ottaviani – quindi c’eri pure tu! Io stavo al classico – dice, poi, felice del ricordo -. Io ero al classico e gli studenti occuparono per un mese. E si presero tutto. Segreteria e presidenza incluse. M’hanno fatta disperare, ma sono stati anni molto belli, intensi, e lo spirito di servizio caratterizzava veramente tutti. Quell’anno moltissimi insegnanti presero parte all’occupazione partecipando alle attività didattiche organizzate dagli studenti in nome di valori democratici condivisi. Con l’ambizione di formare, anche in quell’occasione, una classe dirigente responsabile. E in quella scuola, il Buratti degli anni ’90, c’era inoltre un corpo docente intelligente e colto. E’ diverso tempo che faccio la dirigente. Un impegno che deve essere inteso anche come una missione. Quella di creare tutte le condizioni necessarie per la crescita umana, culturale e professionale dei nostri studenti. Prima di farne dei lavoratori, dobbiamo prima fare in modo che diventino cittadini”.

Daniele Camilli


Fotogallery: L’inaugurazione del liceo sportivo [13] 


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [14]
  • [1]
  • [2]