--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Motori - Memorabile impresa per il pilotoa che, al termine di un weekend pazzesco, conquista il titolo con una gara di anticipo

Pazzesco Sandrucci! E’ di nuovo campione nel Mini challenge

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelumga al Mini challenge

Gustavo Sandrucci trionfa a Vallelunga al Mini challenge

Viterbo – Pazzesco Sandrucci! E’ di nuovo campione nel Mini challenge. Per il terzo anno consecutivo conquista un monomarca e per due di fila il Mini challenge, categoria Pro. Un’impresa bellissima ed emozionante che Gustavo Sandrucci, trionfando a Vallelunga, ha potuto festeggiare con una gara di anticipo.

La pausa estiva non lo ha allontanato dal suo unico obiettivo di voler portare a casa la vittoria. Lo ha conquistato con le unghie e con i denti, ma soprattutto con tanto cuore e la grinta di un vero campione che ha saputo tirar fuori la rabbia nel momento giusto per scalare posizioni e salire infine sul gradino più alto del podio. Ha agguantato la pole e ha portato a casa una doppietta in gara 1 e 2.

“Era la quinta tappa – racconta Sandrucci – e sono arrivato da leader in campionato con 50 punti di vantaggio dal secondo. L’obiettivo era chiudere la questione con una gara d’anticipo sulla pista di casa. Avevo solo questa idea che mi balenava in testa già da prima delle vacanze.

Sono stato il più veloce nelle libere al primo turno e poi ho fatto una super pole, con un giro davvero perfetto, nelle prove ufficiali.

In gara 1, sono partito primo e sono rimasto in questa posizione per tutta la gara nonostante ci siano state un paio di safety car per degli incidenti e poi anche uno stop per un incidente che sembrava abbastanza brutto, ma che per fortuna non lo era. Siamo ripartiti e abbiamo concluso che era quasi notte. Ho vinto”.

Il pilota svela dunque un aneddoto. “Nelle settimane prima della gara, avevo fatto una scommessa col mio team, promettendogli che avrei provato a vincere tutte e due le gare. Una cosa molto difficile, perché chi vince gara 1 poi parte ottavo nella 2. Che io sappia, non c’è mi riuscito nessuno; io per lo meno mai.

Ho voluto mettercela tutta, perché a Vallelunga e ci tenevo a fare bene. Volevo regalargli questa gioia. Sono dunque partito ottavo e, alla prima curva, il mio compagno Silvestrini mi è venuto addosso così siamo usciti entrambi.

Sono rientrato 14esiamo con una rabbia che, però, non ha fatto altro che farmi mettere in pratica quello che avevo in mente, ossia vincere. Ho iniziato a recuperare tutti, rischiando anche un po’. Al settimo giro, poi, sono arrivato dietro ai primi due, che erano belli agitati e li vedevo che si stavano dando fastidio.

Ho toccato quello davanti a me che si è innervosito e che per recuperare si è preso con l’altro così che entrambi sono usciti. Io sono sfilato primo, ma dopo è entrata una safety car per un altro incidente, ma appena siamo ripartiti ho subito incrementato. Stavo volando e avevo davvero un altro passo. Dopo un altro incidente, la gara è finita sotto bandiera rossa, con due minuti di anticipo rispetto al tempo prefissato”. Sandrucci ce l’ha fatta.

Ora l’appuntamento è con l’ultima tappa a Monza dal 18 al 20 ottobre.

Adesso esulta: “Sono stato super contento – dice il pilota -, per me è stato davvero incredibile ed emozionante vedere 10mila persone sugli spalti a Vallelunga e festeggiare lì il campionato. C’è scappata anche una lacrimuccia sia da parte mia che da parte del team, perché quest’anno abbiamo fatto davvero un bel lavoro. Abbiamo vinto il terzo titolo in un monomarca e il secondo nel Mini challenge, davvero pazzesco”.

In questi anni al volante, ha conquistato i suoi sogni e superato i suoi limiti, ma le sfide sono sempre dietro l’angolo e lui è pronto a raccoglierle. Senza esitazioni. “Adesso – conclude – devo capire cosa fare, perché ho tante idee in testa. Non nascondo che questo campionato mi piace un sacco, perché ci sono tanti premi che, a un professionista come me, fanno sempre comodo. Ma amo le sfide e mi piace mettermi in gioco anche in altre categorie, per cui vediamo. Ho un sogno – rivela – che non voglio dire, ma che sembra si stia per realizzare”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
18 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR