--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - In quarta commissione ok alle linee guida per il nuovo bando - Bloccati eventuali rincari di tariffe

Piscina comunale, abbonamenti validi per l’intera stagione

Condividi la notizia:

Viterbo - Paolo Bianchini

Viterbo – Paolo Bianchini

Viterbo – (g.f.) – Abbonamenti validi fino al 30 giugno 2020 e nessun aumento delle tariffe.

Piscina comunale, in quarta commissione approvate le linee guida. Primo passo per dare il via libera al bando per l’assegnazione dell’impianto natatorio in gestione.

Linee predisposte dagli uffici, presentate dall’assessore Marco De Carolis ed emendate dalla maggioranza.

Dall’opposizione, Giacomo Barelli (Viva Viterbo) si stupisce: “L’assessore porta una cosa e voi ne portate un’altra”.

Ci vuole Paolo Bianchini, capogruppo FdI a spiegare le ragioni. Quando riesce a parlare: “La delibera è stata elaborata dagli uffici – spiega Bianchini – noi la emendiamo, apportando alcune modifiche”.

A cominciare da un passaggio interessa gli iscritti, attuali e futuri. A prescindere da quando il nuovo gestore prenderà possesso della struttura, una volta espletata la gara d’appalto, gli abbonamenti sottoscritti avranno validità fino a giugno 2020, per l’intera stagione.

Sia che resti fino al termine la Federazione italiana nuoto, sia che subentri il nuovo soggetto.

Bloccata poi, la possibilità di poter aumentare le tariffe. Nella prima stesura era prevista una oscillazione massima del 20 per cento.

Per il resto, le linee guida su cui si baserà il bando per la gestione, prevedono la massima fruibilità della piscina, promozione delle attività sportive, la scelta di un soggetto affidatario con solida e provata esperienza nella gestione d’impianti natatori, ma anche la salvaguardia dell’impianto e l’esenzione del comune da oneri di manutenzione, ammodernamenti ed efficientamento energetico.

Adesso si passa in consiglio comunale, dove è possibile che l’opposizione si farà sentire, diversamente dalla commissione.


Condividi la notizia:
19 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR