--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Roberto Tedeschini, segretario provinciale della Rete degli studenti medi, spiega l'intervento nell'area verde della città - L'associazione studentesca dà appuntamento a venerdì prossimo per aderire allo sciopero mondiale sul clima

“Puliamo Pratogiardino perché è qui che si riuniscono i giovani”

di Maurizia Marcoaldi
Condividi la notizia:

Viterbo - I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Roberto Tedeschi

Roberto Tedeschi

Viterbo - I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo - I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo - I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo - I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – I ragazzi che si sono riuniti per pulire Pratogiardino

Viterbo – “Iniziamo da Pratogiardino perché è qui che si riuniscono i giovani”. Roberto Tedeschini, segretario provinciale della Rete degli studenti medi di Viterbo, spiega l’iniziativa dell’associazione studentesca che ha riunito oggi alcuni suoi rappresentanti per pulire la zona verde di Viterbo.

“Abbiamo deciso di ritrovarci per pulire Pratogiardino – ha detto Roberto Tedeschini – perché è uno dei polmoni verdi della città e perché è uno dei punti maggiormente frequentato da giovani. Tanti ragazzi si ritrovano qui nel pomeriggio e noi oggi proveremo anche a coinvolgerli. Vogliamo portare l’ambiente al centro di un dibattito tra noi ragazzi. La cura del verde riguarda soprattutto noi giovani, il futuro riguarda noi. Oggi iniziamo con un’azione concreta”.

I ragazzi si sono ritrovati alle 15 all’entrata di Pratogiardino. Guanti, sacchetti di plastica e buona volontà hanno fatto il resto. Si sono divisi in tutto il parco e hanno cercato di raccogliere più sporcizia possibile. A terra è stato trovato un po’ di tutto. Mozziconi di sigaretta, cotton fioc, carte di caramella, pile, laccetti in plastica. E poi scontrini, fiori in plastica e anche 2 euro. 

“Ci siamo riuniti oggi per promuovere la manifestazione di venerdì prossimo – ha aggiunto Tedeschini –. Il 27 infatti ci sarà lo sciopero mondiale sul clima, il terzo indetto da Fridays For Future, movimento nato intorno all’attivista svedese Greta Thunberg che iniziò per prima con i suoi sit-it per il clima ogni venerdì davanti al parlamento di Stoccolma. Vogliamo ispirare le giovani generazioni e fare in modo che i governi prendano atto degli appelli degli scienziati sui cambiamenti climatici e affinché vengano poste in atto azioni a tutela dell’ambiente. L’ultima iniziativa a Viterbo è stata a maggio”.

Quello a cui fa riferimento il segretario provinciale della Rete degli studenti medi è lo sciopero del 24 maggio scorso dove vari istituti di Viterbo e della provincia hanno manifestato nelle vie del centro della città. Un’iniziativa che era nata per aderire al secondo sciopero mondiale per il clima.

La giornata di oggi non si è conclusa però con la polizia di Pratogiardino, ma si è spostata poi al bar lo Chalet.

“Abbiamo voluto coinvolgere Legambiente con un aperitivo allo Chalet – dice il rappresentante degli Studenti medi -. In questo modo vogliamo dare il via a una discussione più approfondita per avere maggiori nozioni e conoscenze. Parlare con degli esperti per inquadrare meglio il fenomeno della tutela dell’ambiente anche a livello locale”. 

Roberto Tedeschi spiega anche che il ritrovo di oggi assume maggiore significato alla luce delle manifestazioni che si stanno svolgendo in queste ore in tante città del mondo. Sono migliaia infatti gli studenti e gli attivisti che stanno scendendo nelle piazze dando inizio allo ‘sciopero globale’, in vista del summit Onu sul clima in programma da lunedì a New York. Con oggi inizia infatti la settimana di eventi di Fridays for Future in vista proprio del convegno di New York.

“La Rete degli Studenti medi – conclude Tedeschini – ha quattro priorità da portare avanti. Innanzitutto le dichiarazioni di emergenze climatiche da chiedere a tutti i comuni. Chiediamo poi azioni concrete a partire dalla scuole che potrebbero fornirci l’acqua con distributori nelle borracce, anziché con le bottigliette di plastica, e carta riciclabile. Ci rivolgiamo poi agli istituti superiori della provincia per promuovere l’uso di luci Led. E ai comuni chiediamo invece di incentivare la mobilità sostenibile, magari con le piste ciclabili e  bike sharing”.

A Pratogiardino non solo la Rete degli studenti Medi ma anche i ragazzi che aderiscono a Fridays For Future Viterbo e universitari pronti a dare una mano. A essere coinvolti anche alcuni ragazzi che al parco erano solo per divertimento. Guanti, sacchetti di plastica alla mano e buona volontà. 


Multimedia- Gallery: La Rete degli studenti medi pulisce Pratogiardino


Condividi la notizia:
20 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR