--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Il match tra Catania e Viterbese è pesantemente condizionato da un penalty inesistente e in mixed zone Giovanni Lopez è una furia - Critici anche Atanasov e Antezza: "Non c'è stato alcun tocco di mano"

“Rigore imbarazzante, abbiamo perso per una decisione arbitrale”

di Samuele Sansonetti

Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Giovanni Lopez

Sport – Calcio – Viterbese – Giovanni Lopez

Sport - Calcio - Viterbese - Zhivko Atanasov

Sport – Calcio – Viterbese – Zhivko Atanasov

Sport - Calcio - Viterbese - Stefano Antezza

Sport – Calcio – Viterbese – Stefano Antezza

Catania – “E’ imbarazzante. Un rigore imbarazzante”.

Stadio Massimino. Mixed zone. Giovanni Lopez si presenta davanti ai giornalisti ed è una furia. La sua Viterbese è stata appena sconfitta dal Catania ma in maniera ingiusta.

La partita, giocata sottotono da entrambe le squadre, era il classico match da 0-0 ma l’equilibrio è stato interrotto in maniera definitiva al quinto minuto del secondo tempo, quando Mario Vigile ha fischiato un penalty a favore della squadra di casa.

Una dinamica chiarissima, almeno osservando l’azione: tiro di Lodi, respinta di Besea tra la spalla e la testa e pallone fuori dalla zona rossa dei gialloblù. Per il direttore di gara, però, si è trattato di un fallo di mano che appena fischiato ha finito per scatenare le proteste veementi della formazione laziale. E dell’allenatore, che per eccesso di foga è stato espulso.

“Abbiamo perso la partita senza subire un tiro in porta ma semplicemente perché l’arbitro ha punito una pallonata in faccia a Besea – prosegue l’allenatore dei laziali -. Abbiamo rivisto le immagini e lo ripeto: sono imbarazzanti. Abbiamo perso contro una squadra fortissima ma per una decisione arbitrale e non ci può stare. Noi lavoriamo come tutti e facciamo anche più fatica visto che siamo più scarsi e chiediamo parità di diritto. Nel rivedere le immagini mi sono sentito male”.

Va detto comunque che dopo la rete subita la Viterbese non ha fatto praticamente più nulla: vuoi per il caldo, vuoi per una condizione fisica non ancora ottimale e vuoi per la prestazione opaca di alcuni calciatori, la reazione di rabbia che ci si dovrebbe aspettare dopo un episodio del genere non è arrivata minimamente.

“Abbiamo avuto due palle gol in avvio e abbiamo perso tre giocatori per infortunio – conclude il tecnico -. Faccio i complimenti alla mia squadra perché meritava di più. De Falco? Si è fatto male subito. Non volevo rischiarlo ma parlando con lui mi ha detto che era disponibile. Tounkara si è portato dietro il discorso della scorsa settimana mentre Bezziccheri ha preso una botta in testa e per giunta era stato ammonito. Palermo? Si sta curando la pubalgia ma non conosco i tempi di recupero. Quando avremo tutti a disposizione saremo una grande squadra. Già lo siamo comunque ma lo saremo di più e ci toglieremo delle soddisfazioni”.

Stessa amarezza anche nelle parole di Zhivko Atanasov e Stefano Antezza, intervenuti ai microfoni della società al termine del match.

Peccato davvero per il risultato ottenuto – ha spiegato il capitano – perché anche oggi usciamo dal campo a testa alta. Il pallone ha colpito senza dubbio la faccia di Besea e non il braccio, perciò dispiace perdere per un episodio simile. Il gruppo c’è, è unito e lo abbiamo nuovamente dimostrato sul campo, con tanti ragazzi giovani che hanno giocato con personalità, dando il massimo ed aiutandosi l’uno con l’altro. Abbiamo affrontato a testa alta e senza paura una delle squadre più forti del nostro girone, perciò meritavamo almeno un pareggio”.

Un discorso ribadito dal giovane centrocampista.

“C’è tanto rammarico – ha ammesso Antezza -. Abbiamo fatto un’ottima partita, sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello della qualità e dell’intensità. Il rigore? secondo me non c’è stato alcun tocco di mano, ma purtroppo l’arbitro ha deciso di concederlo. Eravamo messi benissimo in campo, sopratutto nel secondo tempo e nonostante l’episodio abbiamo continuato a giocare. Che siano under o over chi ha giocato oggi ha dato tutto e ha fatto una bella figura. Non è bello tornare a casa con zero punti dopo l’ottima partita che abbiamo fatto”.

Samuele Sansonetti


Articoli: Marco Romano: “Sono indignato, certi errori non sono tollerabili” di Samuele Sansonetti – Il Catania passa di rigore e la Viterbese non reagisce, al Massimino è 1-0 di Samuele Sansonetti


Serie C – girone C
quarta giornata
domenica 15 settembre

Casertana – Rieti 6-1 (sabato)
Catania – Viterbese 1-0
Paganese – V. Francavilla 2-2
Teramo – Cavese 2-0
Ternana – Monopoli 0-2
Bisceglie – Potenza 0-3
Catanzaro – S. Leonzio 3-1
Picerno – Avellino 2-3
Vibonese – Rende 3-0
Bari – Reggina (lunedì)


Serie C – girone C
classifica

SquadraPTGVPSGFGSDR
Catanzaro104310734
Potenza94301615
Catania94301963
Ternana94301642
Avellino94301981
Reggina73210927
Casertana74211936
Picerno74211761
Viterbese64202541
Bari63201541
Monopoli64202330
Paganese54121761
Vibonese44112431
Bisceglie4411227-5
V. Francavilla3403156-1
Teramo3310234-1
Cavese2402239-6
S. Leonzio1301237-4
Rende0400418-7
Rieti04004413-9

Serie C – girone C
i marcatori della Viterbese

4 gol: Mamadou Tounkara
1 gol: Stefano Antezza, Daniel Bezziccheri


Condividi la notizia:
16 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR