--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Diretta Facebook/Youtube del trasporto scandalosa - Alcune domande facili facili a cui il sindaco Giovanni Arena e l'assessore Marco De Carolis devono rispondere dopo le innumerevoli critiche dei cittadini sui social e non solo

Santa Rosa, il mistero della doppia diretta e del coordinamento giornalistico…

di Carlo Galeotti

Condividi la notizia:

Santa Rosa - Gianmaria Santucci discute animatamente con una giornalista durante la diretta di una minimacchina - Immagine da un audiovideo che pubblicheremo nei prossimi giorni

Santa Rosa – Gianmaria Santucci discute animatamente con una giornalista durante la diretta della minimacchina di Santa Barbara – Immagine da un audiovideo che pubblicheremo nei prossimi giorni

Santa Rosa - La diretta social con Maurizio Donsanti

Santa Rosa – La diretta social con Maurizio Donsanti

Viterbo – Santa Rosa, spunta pure il coordinamento giornalistico.

Con le dirette di macchina, minimacchine e corteo storico, a palazzo dei Priori forse stanno pensando che i tempi sono maturi per dedicarsi a una nuova attività. Il giornalismo.

Tra le varie determine con impegno di spesa per garantire la copertura mediatica degli eventi legati al 3 settembre, ce n’è una che risulta particolarmente originale. A cominciare dall’oggetto. “Servizio di coordinamento giornalistico, determina a contrarre e affidamento servizio”.

Buono l’intento: “dare adeguata diffusione agli eventi religiosi in occasione del trasporto della macchina di santa Rosa”.

Scopo da raggiungere: “mediante l’individuazione di primaria società che opera nel campo della produzione radiotelevisiva e della pianificazione promozionale sulle emittenti, al fine di affidare il servizio di coordinamento giornalistico della diretta streaming sui canali ufficiali del comune”.

Questa ditta palazzo dei Priori l’ha individuata nella Mediacom srl di Terracina: “primaria società – si legge nella determina – attiva nel campo della produzione radiotelevisiva e della pianificazione promozionale su emittenti proprie e di terzi, che si è resa disponibile a eseguire il servizio di coordinamento giornalistico per il corrispettivo di 4mila 918 euro più Iva”. Nemmeno una grossa cifra. Benissimo e tutto in regola, secondo quanto previsto dalle norme per gli affidamenti.

Tuttavia, qualche curiosità nasce. Alcune domande facili facili cui il sindaco Giovanni Arena e l’assessore alla Cultura Marco De Carolis sapranno rispondere.

Che cosa s’intende esattamente per servizio di coordinamento giornalistico?

Gli altri anni il coordinamento esisteva? E se sì, chi se ne occupava?

Se esiste un coordinamento, chi è venuto da Terracina a coordinare? Intendiamo nome e cognome del coordinatore o dei coordinatori.

Chi ha scelto lo staff giornalistico che si è occupato delle varie dirette e in base a quali criteri?

Chi è il referente del comune cui operatori, tecnici e personale hanno fatto riferimento?

A noi risulta, da audio, video e testimonianze che abbiamo raccolto, che se ne sia ampiamente occupato il consigliere Gianmaria Santucci. Ha la delega al… “coordinamento giornalistico”?

Nell’eventualità, a quale titolo il consigliere Santucci si è intromesso in questioni tecniche e giornalistiche sulla diretta del comune? 

Come mai è stata scelta la ditta di Terracina e non altre?

Perché sono state create due dirette differenti, una per i social e una per le televisioni, con due studi differenti?

Chi ha dato l’ordine durante la diretta social di parlare in continuazione o quasi?

Chi ha permesso di usare i microfoni anche per questioni che nulla avevano a che fare con la manifestazione?

Chi ha deciso che fosse opportuno fare delle interviste strettamente politiche, invece di commentare le varie fasi del trasporto?

A quale titolo giornalistico ha condotto la diretta da signor Maurizio Donsanti? Con quali criteri è stato scelto?

Il comune è consapevole delle continue proteste dei cittadini che non ne potevano più di chiacchiere, spesso fuori tema, durante il trasporto?

Insomma, chi ha fatto questa bella pensata?

E le domande, su tutta una serie di scelte opache, non finiscono qui… La diretta social del trasporto della macchina di Santa Rosa è stata indecorosa, le immagini sono state come sempre di qualità, ma tutta la gestione “giornalistica”, si fa per dire, è stata scandalosa con migliaia di utenti che da tutte le parti d’Italia e del mondo chiedevano di tacere. Ai nostri lettori non possiamo che chiedere scusa per una diretta del trasporto trasformata in una fastidiosa e inopportuna tribuna politica che si è sovrapposta ai comandi del capofacchino e a fasi salienti del trasporto. La diretta del trasporto non è una partita di calcio.  

La diretta, che è stata da noi diffusa, va chiarito ai lettori, è gestita dal comune e non da noi. Non è una nostra produzione, ma del comune. Produzione che, per essere chiari, non ci interessa proprio. Per anni abbiamo trasmesso le dirette senza problemi, perché gestite con correttezza e professionalità. Non è stato il caso di questa volta.

La domanda vera è: perché la diretta anche giornalisticamente non è stata gestita come gli altri anni? Bastava, tra l’altro, usare la diretta televisiva che invece è stata ottima, come sempre. 

Con questa porcheria è stato insultato il trasporto. Sono stati insultati i viterbesi e i lettori di mezza Italia e del mondo. È stata insultata Santa Rosa. È stato fatto un danno di immagine alla città. E non si tratta dell’opinione di una persona ma di migliaia di cittadini che hanno protestato sui social, per email e per telefono.

Signor sindaco faccia chiarezza su questa diretta indecente. Se non lo farà lei, lo faremo noi. A presto…

Carlo Galeotti


Per chi non avesse visto la diretta, ecco la porcheria che inizia con una bella chiacchierata privata che va in onda senza che nessuno intervenga o capisca cosa sta succedendo. Si parla di non meglio precisate “mangiate a Blera” e “di baci”. Incredibile. Per capire il livello della diretta basta sentire il primo minuto. Mentre accadevano queste cose cosa faceva il “coordinamento giornalistico”?


Condividi la notizia:
12 settembre, 2019

Santa Rosa, diretta social imbarazzante ... Gli articoli

  1. "Coordinamento giornalistico, le procedure antimafia e di trasparenza sono state rispettate?"
  2. Nella sede di Mediacom c'è un vecchio ristorante dismesso e abbandonato...
  3. "Santucci era dietro alle telecamere ed era interessato a che tutto andasse bene"
  4. Coordinamento giornalistico, il "chiarimento" di Celestini non chiarisce nulla
  5. "Io e voi non dobbiamo più parlare, primo perché... poi ve lo spiegherò un giorno. Ok?"
  6. Chi è il responsabile della diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  7. Quale è stato in tutta questa vicenda il ruolo di Gianmaria Santucci?
  8. Chi ha scelto i giornalisti e gli ospiti che sono comparsi nella diretta social?
  9. "Il coordinamento giornalistico? Non saprei che dire..."
  10. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  11. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico per la diretta social?
  12. Perché e come è stata scelta la Mediacom per il coordinamento giornalistico?
  13. Chi è il responsabile della pessima diretta social del trasporto della macchina di santa Rosa?
  14. Perché si è deciso di creare un coordinamento giornalistico ad hoc per la diretta social?
  15. Chi, con nome e cognome, è venuto a fare il “coordinamento giornalistico”?
  16. Coordinamento giornalistico, perché il comune non risponde?
  17. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non vuole rispondere?
  18. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché palazzo dei priori continua a tacere?
  19. Indecente diretta social di santa Rosa - Perché il dirigente Luigi Celestini continua a tacere?
  20. Coordinamento giornalistico, perché l'assessore De Carolis non risponde?
  21. Coordinamento giornalistico, perché il dirigente Celestini non risponde?
  22. Celestini: "Mediacom, primaria società" - Santucci: "Fattura circa cento milioni di euro..."
  23. "Ho già parlato in consiglio comunale e mi sembra di essere stato abbastanza chiaro"
  24. Diretta social, le domande a cui il comune non risponde...
  25. "Chi ha coordinato la diretta giornalistica del trasporto? Fuori nome e cognome!"
  26. "Ma Tele Lazio Nord e Mediacom non sono la stessa cosa?"
  27. “Fuorionda durante la diretta? Le tv nazionali ne sono piene...”
  28. Diretta social per Santa Rosa, due ore di scontro in consiglio comunale
  29. Ma perché il comune ha voluto spendere più del necessario e peggiorare il prodotto?
  30. "Aoh, ma che voi? T'ho fatto 'na diretta..."
  31. E Santucci reclutava anche i giornalisti... ma a che titolo?
  32. "L'indecente diretta social è il punto più basso di una S. Rosa sottotono"
  33. Diretta social imbarazzante, sindaco e assessore De Carolis spieghino il ruolo di Santucci
  34. "Santa Rosa, vedo doppio e invece vorrei vederci chiaro..."
  35. Santa Rosa, un'indecente diretta social del trasporto...
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR