--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Alla 22esima edizione del workshop dal 19 al 22 settembre  gli operatori turistici laziali incontrano 70 buyer internazionali

Turismo, Buy Lazio vetrina internazionale per la Tuscia

Condividi la notizia:

Viterbo - Camera di commercio

Viterbo – Camera di commercio

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Al via dal 19 al 22 settembre la ventiduesima edizione del Workshop Turistico Internazionale Buy Lazio in programma nella suggestiva cornice della Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma.

L’iniziativa è promossa e organizzata dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Lazio, dalle singole Camere di Commercio del Lazio, in collaborazione con l’Enit, la Regione Lazio, tramite l’Agenzia del Turismo, Roma Capitale e con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria di settore.

Il Buy Lazio, prestigiosa iniziativa BtoB che si svolge nel Lazio, si conferma come una straordinaria piattaforma di incontro dove viene valorizzato l’intero sistema turistico delle province del Lazio: dall’attrattiva turistica del vasto e ricco patrimonio storico, artistico, culturale e religioso, alle risorse naturalistiche e paesaggistiche, dal mare, alla montagna, alle coste, dai giardini ai parchi naturali, alle produzioni tipiche gastronomiche, ai prodotti turistici sportivi, d’affari.

Alla XXII edizione partecipano: 70 Buyer, provenienti dai mercati europei e dalla Cina; 166 Seller del Lazio espressione dei vari prodotti turistici

Venerdì 20 settembre si svolgerà la giornata degli incontri BtoB tra Buyer e Seller (Domanda e Offerta) gestiti attraverso la piattaforma telematica di agenda on-line, oltre 1.800 appuntamenti, già registrati, tra gli operatori presenti.

Per la provincia di Viterbo parteciperanno al workshop: la Rete d’impresa “La Gerusalemme Verde” (Agriturismo Cerqueto, Agriturismo Podernuovo, Agriturismo Poggio Porsenna, Agriturismo Pulicaro, Borgo di campagna Il Tesoro, EcoAlbergo Monte Rufeno, Il Borgo, S’Osteria 38, Villa a Casa di Giovanni), Agriturismo Poggio di Montedoro, Antiquitates, ArcheoAres, B&B Santa Rosa, Balletti Hotels & Resorts, Cappuccino Tour Operator, Casa di Mamma, Casale Poggio Nebbia, Casale Tigna, Civico Zero Resort, Confesercenti Provinciale Viterbo, Fattoria Poggio Nebbia, Federagit, Hotel Capranica, Il Podere di Marfisa, In Tarquinia Albergo Diffuso, InTuscia Travel Agency, La Gerusalemme Verde, Le Camere del Re, Muvis-Museo del Vino, Podere Farnesiana, Podere San Francesco, Promotuscia Viaggi e Congressi, Scipioni Maria, Terme Salus Resort & SpA, Tesori di Etruria – Viterbo sotterranea, Torre del Sole Hotel & Resort, Try Nature Tour Operator, Tuscia in Viaggio, Tuscialand Tour Operator, Villa Hotel Valle del Marta.

Per le imprese aderenti al Progetto “Tuscia Welcome”, come per le precedenti edizioni, la Camera di Commercio di Viterbo ha previsto la partecipazione in forma agevolata nella sezione “Associazioni e consorzi turistici”.

Al Workshop seguirà, nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 settembre un tour nelle province del Lazio dedicato ai buyer partecipanti. Nella Tuscia il tour sarà incentrato sul tema del turismo enogastronomico e toccherà Comuni dell’Alta Tuscia Viterbese e della Costa degli Etruschi: Acquapendente, Viterbo e Tarquinia. Nella giornata di sabato, i buyer saranno impegnati nella visita della città di Acquapendente, la Gerusalemme d’Europa, e di Viterbo sotterranea e del centro storico del capoluogo.

Inoltre, saranno invitati a partecipare a “Donne in Opera”, evento di promozione dell’Imprenditoria Femminile della provincia che si terrà nella splendida cornice del Teatro dell’Unione di Viterbo. La giornata di domenica sarà dedicata a Tarquinia e alla visita del centro storico, del Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia e alla Necropoli di Monterozzi.

Nel corso del tour i buyer potranno degustare prodotti tipici della Tuscia Viterbese.

Per questa edizione del Buy Lazio è stata effettuata una nuova ristampa della pubblicazione “Scegliere il Lazio”, una raccolta selezionata di oltre 50 itinerari, realizzati nelle passate edizioni del Buy Lazio, alla scoperta delle straordinarie ricchezze storico, artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche della regione. La pubblicazione propone anche una sezione interamente dedicata ai “Cammini del Lazio”, percorsi creati dal sistema delle Camere di Commercio del Lazio che si sviluppano lungo i percorsi di fede e creati in occasione del progetto speciale dell’Anno Santo della Misericordia.

Camera commercio di Viterbo


I dati della 22esima edizione

Analisi Buyer
La ventiduesima edizione del Buy Lazio fa registrare la presenza di 21 Mercati Esteri per un totale di 70 Buyer partecipanti.

La mappa geografica di provenienza dei Buyer si configura con la seguente ripartizione: Austria 3, Belgio 2, Canada 4, Cina 6, Danimarca 2, Estonia 1, Finlandia 1, Francia 2, Germania 9, Lettonia 2, Lituania 2, Norvegia 2, Paesi Bassi 5,Regno Unito 3, Repubblica Ceca 3, Russia 6, Spagna 3, Svezia 2, Ucraina 4, Ungheria 4, U.S.A. 4.

16 sono i Buyer specializzati nel settore MICE (Meeting, Incentive, Congress, Exhibitions) di cui: Danimarca 1, Francia 2, Germania 3, Lettonia 1, Norvegia 1, Paesi Bassi 1, Regno Unito 3, Russia 3, Svezia 1.

I Buyer destination specialist (repeater), che hanno già preso parte ad edizioni precedenti del Buy Lazio e che hanno consolidato i rapporti con l’offerta del territorio, rappresentano il 24% dei partecipanti, mentre l’elevato numero di nuovi partecipanti (pari al 76% dei Buyer invitati) testimonia che sono sempre di più i nuovi operatori interessati ad avviare e potenziare la programmazione turistica nel Lazio.

I prodotti turistici richiesti dai Buyer partecipanti al Buy Lazio 2019, in ordine di preferenza, sono: città d’arte (23%), mare (19%), enogastronomia (16%), ambiente-natura-parchi (16%), wellness/SPA (9%), congressuale (8%), sportivo (6%), religioso (2%).

Per quanto riguarda il prodotto turistico, i Buyer hanno espresso delle preferenze sull’offerta dei Seller che possono essere così sintetizzate: hotel 4 stelle (15%), hotel 5 stelle (13%), castelli, ville e dimore storiche (12%),tour operator incoming (12%), hotel 3 stelle (10%), DMC/PCO (10%), agriturismi (7%). Seguono le voci: appartamenti/case vacanza (6%), trasporti (4%), bus operator (4%), camping (4%) e centri conferenze (3%).

Analisi Seller
L’offerta turistica del Lazio, in questa edizione, è rappresentata da 166 Seller, con una proposta che riesce a presentare l’intero volto turistico della regione attraverso prodotti turistici personalizzati e rispondenti alle caratteristiche delle singole realtà provinciali.

I territori del Lazio presentano tematiche innovative e prodotti “forti” grazie alla presenza di qualificati operatori, così suddivisi: Roma (46%) Provincia di Roma (9%), Viterbo (25%), Rieti (11%), Latina (5%), Frosinone (4%).

I prodotti turistici rappresentati dai Seller sono così articolati: città d’arte (22%), enogastronomia (16%), ambiente-natura-parchi (15%), turismo congressuale (14%), sport (10%), turismo religioso (9%), mare (8%), e wellness/SPA (6%).

Il Buy Lazio rappresenta un appuntamento irrinunciabile per il 68% dei Seller iscritti e, allo stesso tempo, una nuova straordinaria opportunità per il 32% di imprese che per la prima volta parteciperanno alla manifestazione.

La tipologia delle imprese del Lazio partecipanti in ordine di categoria è la seguente: tour operator (28%), hotel 4 stelle (20%), servizi turistici (12%), associazioni (10%), hotel 3 stelle (7%), agriturismi (7%), appartamenti/case vacanze (3%), ristoranti (3%) Seguono le voci: castelli (1%), casale (1%), catene di hotel (1%), country/guest/historical house (1%), DMC (1%); hotel 5 stelle (1%); ostelli (1%), resort/camping (1%), wine cellar (1%).
Buy Lazio 2019 Focus Mercato cinese
Quest’anno il Buy Lazio torna ad ospitare una delegazione di operatori provenienti dalla Cina. La scelta è anche legata alla forte crescita del turismo proveniente da questo mercato verso Roma testimoniata anche dall’apertura di nuove tratte di voli diretti inaugurati questa estate tra alcune città cinesi e Roma. Aeroporti di Roma ha recentemente lanciato nuovi collegamenti diretti con Hangzhou, Shenzen e Chengdu. Il Lazio è tra le prime regioni d’Italia di arrivo dei turisti cinesi.

Ed è proprio da queste aree che, in un’ottica di collaborazione e sinergia interistituzionali, il Buy Lazio ha selezionato, con il supporto di Enit, i buyer cinesi invitati.

Buy Lazio 2019 Focus Mercato Canada
Buy Lazio ospita anche una delegazione di Buyer dal Canada. Il mercato canadese è un mercato di forte vivacità che da gennaio a luglio ha fatto registrare un aumento di circa il +10% in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si conferma così la previsione di crescita a doppia cifra entro l’anno, grazie anche alle ottime performance dei tre vettori, Air Canada, Air Transat e Alitalia.


Condividi la notizia:
19 settembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR