--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Una piccola voragine in centro mai chiusa, soltanto transennata dal comune e ormai piena di monnezza - FOTO

Il “butto” di via Cesare Dobici…

Condividi la notizia:


Viterbo - Il "butto" di via Cesare Dobici

Viterbo – Il “butto” di via Cesare Dobici

Viterbo - Il "butto" di via Cesare Dobici

Viterbo – Il “butto” di via Cesare Dobici

Viterbo - Il "butto" di via Cesare Dobici

Viterbo – Il “butto” di via Cesare Dobici

Viterbo – “Quant’è che sta qui?”. La domanda è rivolta a un passante. “Ehhhh – risponde – avoja quant’è che sta qui”. Risposta esplicita, lapalissiana, significativa. Un buco, anzi una specie di “butto”. Tipo quelli medievali. In via Cesare Dobici a Viterbo. Tra il monumento ai facchini di piazza della Repubblica e la chiesa a doppia facciata degli Almadiani vicino al parcheggio del sacrario.

Una piccola voragine che si è aperta qualche tempo fa e che il comune ha transennato, lasciandola lì. Col tempo è diventata un vero e proprio secchio della monnezza. 

Dentro ci sono bottiglie, cartacce, resti di giornale, lattine, peroni ed estathé. Non manca niente. Un secchione, come si diceva una volta, di tutto rispetto.

Un butto modernissimo che, magari, tra qualche secolo, potrà aiutare i futuri archeologi a ricostruire vita, inciviltà e indifferenza dei nostri tempi.

Daniele Camilli


Fotogallery: Il “butto” di via Dobici


Condividi la notizia:
15 ottobre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR