--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Un progetto della Regione Lazio - Nove le realtà coinvolte in provincia di Viterbo - Si inizia il 12 ottobre con Calcata e Gradoli

Il festival teatrale dei piccoli comuni della Tuscia

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:

Cultura – Piccoli comuni a teatro. Dal 12 ottobre iniziano gli spettacoli. Il progetto è della Regione Lazio, realizzato dall’associazione teatrale fra i comuni del Lazio (Atcl) in collaborazione con LazioCrea e, di volta in volta, con il teatro di Roma, il conservatorio di Santa Cecilia, Roma Lazio film commission, progetti speciali-Abc della regione Lazio e le amministrazioni locali.

Due mesi di spettacoli. Un festival teatrale che ha come protagonisti anche i comuni della regione con meno di 5 mila abitanti. Dal 28 settembre al 30 novembre. “Piccoli comuni incontrano la cultura”, il titolo del progetto.


Calcata

Calcata


Nella Tuscia ci sono Calcata, Gradoli, Vallerano, Celleno, Carbognano, Oriolo Romano, Barbarano Romano, Canepina e Piansano. Nove comuni.

I primi due spettacoli, sul sito della Regione Lazio l’intero programma, il 12 ottobre. A Calcata, Requiem for Pinocchio della compagnia Leviedelfool, e lo spettacolo per bambini a Gradoli, Il giardino del gigante del Gruppo Panta rei. Il primo alle ore 19 al teatro del piccolo borgo medievale. Il secondo al teatro comunale Alessandro Farnese alle ore 18.

Una cinquantina i comuni coinvolti in tutto il Lazio. Concerti, spettacoli, attività per bambini, danza e incontri. Venticinque compagnie, 110 tra attori e tecnici e 20 fra studiosi e scrittori.


Gradoli

Gradoli


Requiem for Pinocchio, le vie del Fool, al teatro di Calcata, il 12 ottobre alle 9 di sera. Verrà ripetuto anche a Vallerano in sala Otello Benedetti il 19 ottobre alle 19. Racconta la storia di Pinocchio bambino, non più burattino. Pinocchio alle prese con il quotidiano, che vuole tornare come era prima. “Il giudice: ‘Signor P, questa corte le attribuisce le accuse suddette e le domanda: come si dichiara l’imputato?’. 
Pinocchio: ‘Innocente, Vostro Onore! Ho poi… avrei anche una richiesta: vorrei giustappunto tornare burattino! Di conseguenza Vostro Onore – prosegue Pinocchio che il 12 ottobre andrà in scena a Calcata – approfitterei dell’udienza per chiedere di tornar allo statonaturale delle cose, ché, senza offender nessuno voler, da essere umano proprio non mi trovo'”.

“‘Poiché da burattin mai nessuno mi disse che divenir bambin significasse crescer, diventare ometto, uomo, vecchio poi morire. Ma la morte niente poi sarebbe, se non fosse che nel bel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai a dover lavorar per campare e la via della felicità s’è smarrita. Quindi, a prescindere da quel che sarà la sentenza, vi dico che questo vostro viver si chiama sopravvivenza. Preferisco faticar per uscir da una balena, che non per esser libero un sol giorno a settimana, ché non mi bastan 4 giorni al mese per vivere la vita, quindi la lascerei a voi questa fatica e non perché sia tipo da battere la fiacca, no, ma stavo meglio col cappio al collo che col nodo di cravatta. Se non dispiace Vostro onore tornerei alle mie peripezie, piuttosto il paese dei balocchi, ma non quello delle lotterie!'”.


Piansano

Piansano


Il giardino del gigante, a Gradoli il 12 ottobre alle 18, è liberamente ispirato al racconto “Il gigante egoista” di Oscar Wilde. Testo di Enrico Saretta. 

“Protagonisti della nostra storia – spiega il gruppo Santa Rei a proposito del Giardino – sono un vecchio gigante, scontroso e solitario, e una bambina, allegra e misteriosa. Al centro di questo lavoro emerge la relazione tra queste due personalità,l’una protesa a difendere il proprio mondo, non più grande di un giardino, e l’altra invecepropensa a socializzare, a scoprire nuovi mondi e a condividere nuove esperienze. Grazie a un linguaggio semplice, immediato e ricco di spunti comici, la nostra versione del celebre raccontodi Oscar Wilde indaga il tema della relazione, dell’amicizia e della necessità di aprirsi all’altro perconoscere e scoprire la bellezza della condivisione”.

Daniele Camilli


Il programma di “Piccoli comuni incontrano la cultura” in provincia di Viterbo

12 ottobre h. 21.00 CALCATA

Teatro
Requiem for Pinocchio compagnia Le vie del Fool

12 ottobre h. 18.00 GRADOLI

Teatro Comunale Alessandro FarneseIl giardino del gigante
Gruppo Panta rei
spettacolo per bambini

19 ottobre h. 19.00 VALLERANO

Sala Otello Benedetti, piazza dell’OratorioRequiem for Pinocchio
compagnia Le vie del Fool

26 ottobre h. 21.00 CELLENO

Chiesa del convento di Celleno vecchio
Variazioni Linguistiche
concerto di Marco Lo Russo fisarmonica – Min Ji Kang soprano

27 ottobre h. 18.00 CARBOGNANO

Spazio culturale Ex Chiesa di S.Maria, piazza S. MariaRadio Maigret
compagnia Settimo cielo

27 ottobre h. 18.00 ORIOLO ROMANO

Chiesa di S. Giorgio Martire
Variazioni linguistiche
concerto di Marco Lo Russo fisarmonica –Min Ji Kang soprano

3 novembre h. 18.00 BARBARANO ROMANO

Chiesa S. Angelo, Piazza Camillo Benso Conte di Cavour 1La chitarra tra sogno e gioia
Concerto a cura del Conservatorio di Santa Cecilia

16 novembre h. 21.00 CANEPINA

Teatro. L’albero di Rodari
Piccola Compagnia del Piero Gabriellispettacolo per bambini

29 novembre h. 21.00 PIANSANO

Sala Parrocchiale. Racconti ritrovati
compagnia lacasadargilla

 


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR