--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Giallo di Ronciglione - Andrea Landolfi Cudia parla del processo: "Combatterò con il coltello in mezzo ai denti. Ho perso la compagna e mi hanno tolto un figlio"

Il fidanzato di Maria Sestina Arcuri: “Fu lei a spingermi per le scale”

di Silvana Cortignani

Condividi la notizia:

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Ronciglione – Il fidanzato di Maria Sestina: “Al processo combatterò col coltello in mezzo ai denti perché fu lei a spingere me per le scale”.

Continua a proclamarsi innocente Andrea Landolfi Cudia, recluso da due settimane nel carcere romano di Regina Coeli con l’accusa dell’omicidio volontario di Maria Sestina Arcuri, la parrucchiera 26enne originaria della provincia di Cosenza, precipitata per le scale della casa della nonna del pugile dilettante, a Ronciglione, la notte tra il 3 e il 4 febbraio scorso.

“Sono innocente”, ha detto il trentenne romano a Quarto Grado durante un’intervista telefonica, rilasciata poco prima dell’arresto del 25 settembre, quando già sapeva della decisione della cassazione. 


“Mi ha spinto Sestina”

Nega, il trentenne, di avere gettato la fidanzata dalle scale. “Testimone è stata mia nonna, la spinta che ho ricevuto è stata da Sestina – ha spiegato ricostruendo la dinamica di quello che scondo lui è stato un incidente – poi rendendomi conto che stavo per cadere mi sono aggrappato al suo braccio per spirito di sopravvivenza, perché lei si è avvicinata a me perché voleva recuperarmi dopo la spinta e là siamo caduti insieme”.


Nessun litigio forte al pub per gelosia

 “Assolutamente no, io mi sono avvicinato ad una ragazza che faceva parte del pub , le ho chiesto un tagliere o era un bicchiere di vino e si è ingelosita Sestina, ma una lite furibonda non c’è mai stata”, ha ribadito il trentenne. 


“Mi hanno tolto un figlio per futili motivi”

“Perché hanno detto che è stato omicidio, un omicidio con efferatezza, con gravi indizi di colpevolezza. Invece non è vero, perché i Ris sono entrati tre volte con esami irripetibili e non hanno trovato nulla. Lotterò fino alla fine perché io ho perso una compagna, mi hanno tolto la patria potestà e no vedo più mio figlio da otto mesi. Il bambino ha detto che siamo caduti in tre e che siamo caduti in due, che avevamo le facce belle, che io ho spinto Sestina e che Sestina ha spinto me, che siamo caduti tutti e tre e poi a un certo punto il bambino finisce la conversazione dicendo: ‘E poi mi sono svegliato’. Si figuri un po’”. 

“Non credevo di andare incontro ad un esito così. Io nel processo combatterò col coltello in mezzo ai denti perché la verità deve uscire fuori”, ha detto il giovane. ”Per il gip era un incidente domestico, io sono concordante con il gip perché ha fatto la ricostruzione in base a tutte le prove e ha dichiarato inammissibile la carcerazione perché era un incidente domestico. Io non ho paura di nulla: male non fare, paura non avere”, ha poi proseguito. 

”E’ giusto che mi abbiano puntato il dito contro perché devono sapere la verità, ma la verità la verranno a sapere comunque sia durante la fase processuale –  ha detto riferendosi alle accuse dei parenti della vittima – io non ho gettato Sestina dalle scale, qua siamo tutti in lutto, io e la mia famiglia siamo in lutto per Sestina. Io sono in lutto perché sono il suo compagno”. 

“Hanno ritrovato delle tracce orizzontali, non verticali, della caduta che abbiamo fatto io Sestina, dove io ho battuto il capo e da dietro il cervelletto, e Sestina ha battuto la testa, ma non ci siamo accorti di questo perché, comunque sia, l’emorragia era interna e se fosse uscito del sangue avrei chiamato subito l’ambulanza”, ha proseguito Landolfi. Alla domanda dove abbia battuto la testa la 26enne: “Io questo adesso non me lo posso ricordare di certo, perché io con certezza non glielo posso dire”. 

Poi le presunte botte date la stessa sera del delitto alla nonna, scappata nel cuore della notte, per cui il giovane è accusato anche di lesioni aggravate: “Non è assolutamente vero, io ho scansato mia nonna con un palmo, con il dorso della mano. Non si è spaventata, è rimasta là e ha visto Sestina che stava bene. Mia nonna è stata operata, quindi ha nove stent e per la paura si è dovuta andare a fare vedere in ospedale”. 


Andrea e Sestina, insieme da tre mesi

Maria Sestina Arcuri è morta il 6 febbraio 2018 all’ospedale di Belcolle, dove era stata ricoverata attorno alle 7 del mattino del 4 febbraio. Con Landolfi Cudia, che aveva conosciuto appena tre mesi prima, aveva trascorso la serata di domenica 3 febbraio in un pub di Ronciglione, assieme al figlioletto di cinque anni di lui. La coppia stava trascorrendo col piccolo il weekend a casa della nonna di Landolfi, Mirella Iezzi. Nonostante stessero insieme soltanto da novembre, facevano sul serio. Durante le vacanze di fine anno Andrea e Maria Sestina erano andati insieme dai parenti della giovane, a Nocara, in provincia di Cosenza.

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
8 ottobre, 2019

Cade dalle scale e muore ... Gli articoli

  1. "Morte di Maria Sestina, giudizio immediato per il fidanzato arrestato per omicidio"
  2. Accusato dell'omicidio della fidanzata, Andrea Landolfi fa scena muta davanti al giudice
  3. "Andrea Landolfi potrebbe uccidere di nuovo, contro di lui non c'è solo il figlio"
  4. Landolfi a Regina Coeli in attesa dell'interrogatorio di garanzia
  5. In carcere per omicidio volontario il fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  6. Landolfi in carcere per omicidio? Ago della bilancia la testimonianza del figlio di 5 anni
  7. Sì o no all'arresto di Andrea Landolfi, col fiato sospeso fino a domani
  8. Andrea Landolfi in carcere? Oggi si decide la sorte del fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  9. Andrea Landolfi in carcere? Dopo l'estate la decisione della Cassazione
  10. Arresto di Landolfi, depositato il ricorso in Cassazione
  11. "Questa è l'ultima volta che vedi Maria Sestina..."
  12. "La madre e la nonna avevano paura che Landolfi potesse 'buttare di sotto' anche loro"
  13. Andrea Landolfi: "Ho lanciato Maria Sestina dalle scale"
  14. "Maria Sestina lanciata dalle scale e poi insultata"
  15. "Quello che ha detto il figlio di 5 anni di Landolfi non può valere come prova"
  16. "Il riesame dice che la nonna di Landolfi mente su tutta la linea"
  17. Sì all'arresto di Landolfi, fidanzato di Maria Sestina
  18. I testimoni: "Sestina pronta a lasciare Landolfi, quella notte voleva dormire da sola in albergo"
  19. I Ris per altre 4 ore nella casa della tragedia, sequestrati vestiti sporchi di sangue
  20. Se arriva l'arresto per Landolfi, non sarà immediato
  21. Arresto sì o no, la sorte del fidanzato di Maria Sestina è nelle mani del riesame
  22. "Siamo tranquilli"
  23. Landolfi al 118: "Stavamo giocando e siamo caduti dalle scale, ma la botta più forte l'ho presa io..."
  24. Il figlio di 5 anni di Landolfi: "Ho visto papà buttare Sestina dalle scale"
  25. Ragazza caduta dalle scale, si saprà entro fine mese se il fidanzato sarà arrestato
  26. "Maria Sestina in coma subito dopo la caduta"
  27. "Landolfi in carcere? Non ci sono elementi"
  28. La procura: "Il fidanzato ha ucciso Maria Sestina Arcuri"
  29. Ragazza caduta dalle scale, chiesto l'arresto per omicidio del fidanzato
  30. "Maria Sestina Arcuri volata giù dal pianerottolo delle scale"
  31. "Non incolpo nessuno, voglio sapere cosa è successo a mia sorella"
  32. "Tu con una figlia morta e io con un figlio in galera"
  33. "Sestina non è stata picchiata, ma potrebbe essere stata spinta"
  34. Giallo di Ronciglione, Landolfi indagato anche per omissione di soccorso
  35. "La famiglia Arcuri è distrutta, vuole verità"
  36. "Ho visto Sestina battere la testa, ma non si era fatta nulla..."
  37. "Sestina era il mio amore"
  38. "Andrea caduto dalle scale anche con la ex, ma lui non si fa mai male"
  39. "Ho finito le lacrime, ma ho tanta rabbia"
  40. La ex di Andrea Landolfi: "Mi ha picchiata, tirato i capelli e riempita di morsi"
  41. Cade dalle scale e muore, i Ris per altre cinque ore nella casa della tragedia
  42. "Andrea è ancora in condizioni di affanno psicologico"
  43. "Mio figlio era innamorato, la voleva sposare e avere un bambino da lei"
  44. I Ris tornano nella casa della tragedia, la nonna di Landolfi testimone oculare
  45. "Quei 17 gradini verso la mansarda dove Sestina è caduta..."
  46. "Mia sorella caduta dalle scale? Non ci credo"
  47. “Sestina era irriconoscibile aveva testa e un occhio gonfi"
  48. I Ris per sei ore nella casa della tragedia, sequestrata l'auto della coppia
  49. "Hanno discusso, e lei non era serena..."
  50. Femminicidio o incidente? Fondamentali Ris e autopsia
  51. I vicini: "Quella notte non abbiamo sentito niente"
  52. Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale
  53. Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio
  54. Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR