--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Polizia - Le ragazze erano più di 30 e tutte giovanissime

Traffico di prostitute in tutto il centro Italia, arrestato 47enne

Condividi la notizia:

Polizia - Squadra volante

Polizia – Squadra volante

Viterbo - Polizia - La sala operativa

Viterbo – Polizia – La sala operativa

Viterbo – Traffico di prostitute in tutto il centro Italia, arrestato 50enne.

Martedì sera gli uomini della squadra volante della polizia di Viterbo hanno arrestato un 47enne di nazionalità albanese.

L’uomo è accusato di aver gestito un grosso traffico di ragazze, sue connazionali, che si prostituivano in tutto il centro Italia.

Le ragazze, più di 30 in totale, di età compresa tra i 18 e i 27 anni, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, erano costrette a ricevere clienti sia in strada che in appartamento.

Per gli agenti non è stato facile identificare e scovare il 50enne, intorno al quale da tempo si stava stringendo il cerchio delle indagini.

A smascherarlo è stato il sistema alloggiati web della Polizia di Stato che ha segnalato la presenza in una struttura ricettiva del capoluogo di un cittadino albanese di 47 anni, privo di permesso di soggiorno.

Gli operatori della polizia di Stato della sala operativa della questura di Viterbo non hanno perso tempo e, arrivata la segnalazione, si sono immediatamente attivati, consultando le diverse banche dati disponibili approfondendo, così, la situazione dello straniero.

Dagli accertamenti è emerso a carico dell’albanese, oltre a varie segnalazioni, anche un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Napoli per sfruttamento della prostituzione. Gli uomini della Volante sono subito andati nella struttura dove hanno rintracciato l’uomo, arrestandolo.

È stato portato nel carcere di Mammagialla.

 

“Alert Alloggiati” è un software che, nato con il compito di agevolare i titolari di hotel ed altre strutture ricettive nella comunicazione alla questura delle note “schedine”, aiuta la polizia a rintracciare persone ricercate per vari motivi. Con l’immediata comunicazione telematica, infatti, alla centrale operativa viene segnalata la presenza dell’ospite che, qualora fosse ricercato, fa scattare immediatamente un alert, per cui si invia un equipaggio della volante presso la struttura per la verifica.


Condividi la notizia:
10 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR