--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La festa del Libro sacro - Partenza anticipata di un'ora e percorso cambiato e ridotto - Nessuna autorità politica ha partecipato - FOTO E VIDEO

La marcia della pace dei Sikh per le vie della città

di Daniele Camilli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:


Viterbo – Il mondo cambia, ma il comune di Viterbo pare proprio non accorgersene. Ieri, all’ora di pranzo, il corteo della comunità sikh della città dei papi. Tra mille difficoltà, gestite grazie alla comunità e alle forze dell’ordine, polizia locale, polizia e carabinieri innanzitutto, e nell’assenza più completa delle istituzioni politiche. Nemmeno un consigliere. Neanche un saluto. Neppure l’ombra di un assessore. Così. Tanto per dire o prendere atto che Viterbo non è più quella di una volta. Esistono anche altre culture, ormai radicate sul territorio, che lavorano, mandano i figli a scuola e manifestano. In tanti.

Ad organizzare la giornata di ieri, l’associazione Gurdwara baba Budha Sahaib Ji e la comunità sikh di Viterbo.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


La marcia della pace, la festa del Libro sacro ai sikh, viene organizzata a Viterbo dal 2013. Sei anni. Quest’anno è stata ridotta al lumicino. La comunità sikh, soprattutto molti giovani provenienti dall’India, conta circa 500 persone. Almeno trecento ieri a pranzo erano in strada a festeggiare il suo giorno più importante. Da sola. I sikh lavorano prevalentemente come braccianti nei campi e negli allevamenti della campagna viterbese.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Il corteo sarebbe dovuto partire alle 14. E percorrere una città un po’ meno deserta rispetto a quella che alle 12,45 di domenica sta seduta a tavola. Il corteo è partito infatti un’ora prima. “Un errore burocratico – spiegano gli organizzatori -. Un nostro errore. Abbiamo sbagliato e la polizia municipale ha capito che la festa sarebbe finita alle due del pomeriggio”.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Il corteo è stato anticipato di un’ora. “Ci siamo messi d’accordo con le forze dell’ordine”, raccontano gli organizzatori. Così come il percorso è stato notevolmente accorciato. Bisognava andare di fretta, anche perché nel pomeriggio in città erano previsti altri eventi. Saltato quindi il passaggio al Sacrario e per via Matteotti. Una volta imboccata via della Palazzina e poi Porta Fiorentina, il corteo dei sikh ha dovuto tirare dritto per piazza San Faustino e di lì per il Pilastro, tornando al palazzetto dello sport da cui è partita, il centro sportivo Libertas. Attraversando un pezzo di periferia viterbese dove spesso i figli dei sikh crescono e vanno a scuola.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Ma ad essere sacrificato non è stato solo il percorso, ma anche lo spettacolo della gatka, l’arte marziale sikh. Soltanto un piccolo accenno in piazza della Rocca. E solo con i bastoni. Le spade sono state tirate fuori solo per strada. Per lo più i ragazzi più grandi che facevano vedere qualche mossa ai più piccoli.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


I sikh sono devoti del Sri Guru Granth Sahib ji, le sacre scritture dei 10 guru che si sono succeduti dal 1469 al 1708. Pregano inoltre un Creatore onnipresente e onnipotente che si manifesta attraverso il creato e che è raggiungibile grazie alla preghiera e all’aiuto di una guida, il guru, colui che dà la luce al buio.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Il libro sacro raccoglie invece le composizioni dei maestri del Sikh-panth per l’edificazione dei discepoli. Arjan, il figlio maggiore del terzo guru Amar Dàs, fece preparare una seconda redazione del libro, di cui ancora oggi esiste una copia che porta la data del 1604.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Il libro sacro è inoltre oggetto di una particolare venerazione da parte dei sikh. La sola presenza di una copia del libro determina l’esistenza di un tempio tgurdvàriù. Quindi, la casa di ogni famiglia sikh è un tempio in virtù della presenza del Libro.


Viterbo - La marcia dei sikh

Viterbo – La marcia dei sikh


Tantissime le donne alla marcia della pace. Tutte in abiti tradizionali e con i figli appresso. Per strada non c’era nessuno. Ogni tanto soltanto qualcuno che s’affacciava dai balconi delle case popolari al Pilastro. Tant’è che quando il corteo ha imboccato gli archi di porta Fiorentina, sembrava quasi di vivere nel futuro.

Daniele Camilli


 – Sciabole e petali di rosa, i sikh festeggiano il Libro sacro

Multimedia: Fotogallery: La marcia della pace – Video: Il corteo della comunità sikh


Condividi la notizia:
7 ottobre, 2019

Reportage 3 ... Gli articoli

  1. Il miracolo dell'abbazia medievale di San Giusto
  2. Le ricchezze dimenticate della Madonna dell'Olivo
  3. Una donna sta salvando la chiesa di San Pietro...
  4. "Blitz Caffè, in due mesi ho perso diecimila euro di incassi..."
  5. "Vogliamo recuperare vecchie strutture dandogli nuova vita"
  6. Tre Croci, un paese in via di estinzione...
  7. "Viviamo come se fossimo in carcere..."
  8. La Regione Lazio ha autorizzato una centrale fotovoltaica a Poggio della ginestra
  9. "Siamo pronti a investire anche nella zona del lago di Bolsena"
  10. "Quando Giggi Petroselli dormiva nelle casapaie..."
  11. "Fotovoltaico, Tarquinia ha dato, ha dato, ha dato..."
  12. Piansano, Arlena e Tessennano paesi "in vendita"
  13. I cinquant'anni dell'Uomo tigre...
  14. "C'è mancato poco che mi prendesse in pieno..."
  15. Riello, la nascita di un quartiere
  16. "Fotovoltaico, cari sindaci dovevate svegliarvi prima..."
  17. "Rischiamo di essere investiti tutti i giorni..."
  18. "Don Dante era una persona che anche se ti incontrava dopo trent'anni ti diceva... Ciao Paole'!"
  19. "Fotovoltaico, non siamo mica in Arizona..."
  20. "Quel maledetto goal di Magath..."
  21. Crepe nel coro barocco della cattedrale
  22. I laboratori delle Saline dove si ripopola il mare
  23. "Fiaccole, croce e ricciolo erano veramente messi male..."
  24. "E' inutile spendere i soldi per la strada quando intorno tutto muore..."
  25. La Tuscia ha il più alto consumo di suolo pro capite della regione Lazio
  26. La messa è finita...
  27. Parte in quinta il liceo sportivo del Canonica
  28. La soprintendente Margherita Eichberg salva i quadri delle ex Terme Inps
  29. Ecco che fine ha fatto Viterbo sotterranea...
  30. "Saline, la solita barzelletta all'italiana..."
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR