--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Capranica - La conferenza si terrà sabato 12 ottobre alle 17 nella sala Kimairah

“Nuove indagini sulla Basilica Aemilia nel Foro romano”

Condividi la notizia:

Klaus Stefan Freyberger

Klaus Stefan Freyberger

Capranica – Riceviamo e pubblichiamo – Si terrà a Capranica sabato 12 ottobre alle 17 nella sala Kimairah una conferenza sul tema “Nuove indagini sulla Basilica Aemilia nel Foro romano: un edificio prestigioso per le attività mercantili e giudiziarie nel cuore di Roma”.

L’avvenimento culturale fa parte del ciclo di conferenze per la stagione 2019-2020 voluto dal centro ricerche e studi di Capranica, di cui è presidente Carlo Maria D’Orazi, e dall’associazione culturale Kimairah, di cui è presidente Antonio Barella di Roma. L’intero ciclo di conferenze si svolge sotto l’egida del comune di Capranica con l’ausilio dell’assessore alla Cultura Silvia Valentini. Relatore della conferenza sarà Klaus Stefan Freyberger che è attualmente consigliere direttivo del centro ricerche e studi di Capranica.

Ricordiamo che Freyberger è specializzato nell’architettura dell’epoca ellenistica e romana in Italia e nel mondo mediterraneo orientale, inoltre è stato dal 1994 al 1999 direttore dell’istituto archeologico Germanico di Damasco in Siria e dal 2002 al 2014 direttore scientifico dell’istituto archeologico Germanico di Roma. Klaus Stefan Freyberger ha insegnato archeologia classica all’università di Monaco e all’università di Colonia e ha al suo attivo sette monografie e più di 100 articoli su riviste specializzate e, inoltre, il prossimo anno pubblicherà, con un editore tedesco, un libro sull’architettura e le novità emerse dagli ultimi scavi relativi alla Basilica Iulia presso il Foro romano.

Per quanto concerne la Basilica Aemilia l’edificio originario venne inaugurato nel Foro romano, secondo quanto tramandato da Livio (40, 51, 4-5), dai censori M. Emilio Lepido e M. Fulvio Nobiliare nell’anno 179 a.C.. Dopo un incendio, nell’anno 14 a.C., venne rinnovata in maniera lussuosa durante il regno dell’imperatore Augusto. La basilica nuova, adesso dotata di un rivestimento parietale marmoreo e di un pavimento in marmo colorato, serviva soprattutto per scopi commerciali e finanziari ma anche per lo svolgimento di attività giurisdizionali dal momento che, al suo interno, vi erano anche dei tribunali. La basilica fungeva anche da banca e luogo di vendita di beni di lusso sotto forma di metalli preziosi lavorati artigianalmente. Solo a partire dal VII secolo d. C. la Basilica Aemilia perse le sue funzioni originarie e di conseguenza anche il suo campo d’azione politico.

Centro ricerche e studi di Capranica


Condividi la notizia:
8 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR