--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Roma - Il bilancio dei controlli del territorio ferroviario della regione

Polfer del Lazio, cinque arresti e 17 denunce in una settimana

Condividi la notizia:

Polizia ferroviaria

Polizia ferroviaria

Roma – Polfer del Lazio, cinque arresti e 17 denunce in una settimana.

Cinque persone arrestate, 17 denunciate, 4.210 identificate, 125 pattuglie a bordo treno, 461 pattuglie in stazione, 289 treni scortati e 10 contravvenzioni elevate di cui 7 al regolamento di polizia ferroviaria. Inoltre sono stati emessi quattro ordini di allontanamento dallo scalo di Roma Termini in osservanza delle disposizioni in materia di sicurezza nelle città.

E’ il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della specialità della polizia ferroviaria del compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa, per il controllo del territorio ferroviario della regione.

Particolare rilievo assume l’arresto, l’8 ottobre, di un cittadino della Guinea di 20 anni, all’interno della stazione ferroviaria di Roma Termini, effettuato per i reati di resistenza, lesioni e possesso di oggetti atti ad offendere. 

Nello specifico il ragazzo dopo essersi introdotto a bordo di un treno Italo NTV sprovvisto del regolare titolo di viaggio, ed invitato a scendere dal convoglio dagli agenti intervenuti, si sarebbe scagliato contro i poliziotti sferrando calci e pugni nei loro confronti e cercando più volte di estrarre un oggetto dalla tasca del giubbotto. Una volta condotto alla calma, gli agenti hanno trovato un coltello di circa 23 centimetri all’interno del capo d’abbigliamento.

Il cittadino straniero è stato condotto presso il tribunale di Roma, ed a seguito del rito diretto, condannato a 9 mesi di custodia cautelare ed immediatamente tradotto presso il carcere di Rebibbia.

Nella giornata del 7 ottobre due cittadini marocchini di 38 e 42 anni sono stati arrestati da personale della squadra di polizia giudiziaria compartimentale. Nel corso di servizi di istituto, sono stati notati in via Gaeta, a Roma, due stranieri che frettolosamente si incamminavano verso piazza Indipendenza, uno dei quali già conosciuto perché arrestato qualche mese prima per furto. Gli agenti seguendoli hanno notato che uno di loro nascondeva con il proprio corpo uno zaino: raggiunti e bloccati hanno accertato la provenienza furtiva dello zaino che è stato restituito al proprietario.

Sempre all’esterno della stazione di Roma Termini, il 9 ottobre una cittadina francese di 26 anni e un algerino di 27, sono stati arrestati dalla squadra di polizia giudiziaria della Polfer di Roma, con l’accusa di furto, in concorso tra loro.

 I poliziotti, nel percorrere via Giolitti all’esterno della stazione Termini, hanno notato i due stranieri scrutare all’interno delle auto in sosta. Li hanno seguiti e poco dopo uno d loro si è introdotto nell’abitacolo di un furgone per rubare un telefono cellulare. Immediatamente sono stati raggiunti e bloccati, e la refurtiva recuperata è stata restituita.


Condividi la notizia:
16 ottobre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR