--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - L'obiettivo è richiamare l’attenzione delle imprese e dell’opinione pubblica sull’importanza della responsabilità sociale e della sostenibilità per lo sviluppo del Paese

Premio Anima, tutti i vincitori

Condividi la notizia:

Roma - Premio Anima - Diego Bianchi

Roma – Premio Anima – Diego Bianchi

Roma - Premio Anima

Roma – Premio Anima

Roma - Premio Anima

Roma – Premio Anima

Roma - Premio Anima

Roma – Premio Anima

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Richiamare l’attenzione delle imprese e dell’opinione pubblica sull’importanza della responsabilità sociale e della sostenibilità come fattori strategici di sviluppo del nostro Paese, sensibilizzando alla crescita di una coscienza etica, attraverso l’arte e la cultura, nelle loro diverse forme di espressione.

Questa la principale finalità del Premio Anima, ideato da Anima per il sociale nei valori d’impresa, la non profit promossa da Unindustria e giunto quest’anno alla 18esima edizione.

I vincitori – nelle categorie Cinema, Fotografia, Giornalismo, Letteratura, Musica, Teatro e Premio Speciale 2019 – sono stati premiati ieri in Campidoglio da una Giuria, presieduta da Luigi Abete, e composta da: Giovanni Anversa, Camilla Baresani, Luca Bergamo, Maite Carpio Bulgari, Antonio Calabrò, Innocenzo Cipolletta, Gianluca Comin, Paolo Conti, Domenico De Masi, Anselma Dell’Olio, Laura Delli Colli, Isabella Ferretti, Carlo Fuortes, Giampaolo Letta, Annamaria Malato, Pepi Marchetti Franchi, Michele Mirabella, Mirella Serri, Claudia Terracina, Marina Valensise, Enrico Vanzina, Nicola Zingaretti.

Diseguaglianze ed emarginazione: questi i temi dominanti del Premio Anima 2019, che intende dare voce e dignità ai più vulnerabili, ai dimenticati, a coloro che sono ai margini della nostra società.

Un’attenzione particolare anche al tema del cambiamento climatico e dei suoi effetti, nell’anno di Greta Thunberg e dei Fridays for Future, le mobilitazioni degli studenti a favore dell’ambiente in tutto il mondo.

I vincitori del Premio Anima 2019

PREMIO PER IL CINEMA A “IL CAMPIONE”. REGIA DI LEONARDO D’AGOSTINI, CON STEFANO ACCORSI, ANDREA CARPENZANO. PRODUZIONE: GROENLANDIA CON RAI CINEMA

Un complesso racconto di formazione che supera ampiamente il tema sportivo per raccontare una storia di amicizia pura, l’incontro tra due solitudini dove paradossalmente lo sconfitto aiuta il vincente. Una critica alle ipocrisie dello star system che riporta l’attenzione sull’importanza della cultura e della formazione scolastica quali strumenti imprescindibili per la costruzione delle identità.    

Ritira il Premio il regista Leonardo D’Agostini.

PREMIO PER LA FOTOGRAFIA A LUCA CATALANO GONZAGA

Per l’impegno e la sensibilità verso le grandi disuguaglianze che attraversano la nostra civiltà e per la capacità di raccontare attraverso la bellezza la drammaticità del reale e gli effetti dei cambiamenti climatici sulle persone più vulnerabili. 

Ritira il Premio Luca Catalano Gonzaga.

PREMIO PER IL GIORNALISMO A DIEGO BIANCHI

Per il lavoro di racconto e inchiesta che con originalità, ironia e sensibilità, accende i riflettori sulle piccole e grandi storie spesso ignorate o trascurate dall’opinione pubblica.

Ritira Il Premio Diego Bianchi.

PREMIO PER LA LETTERATURA: “DI CHI È QUESTO CUORE” DI MAURO COVACICH. LA NAVE DI TESEO 2019

Una testimonianza lucida e sincera sulle piccole e grandi indifferenze che riguardano il nostro presente e la vita nelle nostre città, ridando dignità alle esistenze delle persone che vivono ai margini delle nostre società.

Ritira il Premio Mauro Covacich.

PREMIO PER LA MUSICA A DANIELE SILVESTRI

Un riconoscimento al percorso cantautoriale e artistico da sempre attento al racconto del presente e caratterizzato da una spiccata sensibilità verso i temi sociali.

Daniele Silvestri, impegnato in tournée, invia un videomessaggio di saluti.

PREMIO PER IL TEATRO AL FESTIVAL DA VICINO NESSUNO E’ NORMALE – COOPERATIVA OLINDA DI MILANO

Per l’alto valore sociale di un lavoro ventennale capace di coniugare arte e inclusione sociale, creatività e cittadinanza attiva, rigenerazione urbana e ricostruzione delle identità.

Ritirano il Premio il Presidente Thomas Emmenegger e il direttore artistico Rosita Volani.

PREMIO SPECIALE A STEFANO BOERI

Un riconoscimento al valore sociale ed etico di un lavoro che da anni riesce a coniugare bellezza e sostenibilità e contribuisce a diffondere conoscenza e consapevolezza sui temi ambientali e dello sviluppo sostenibile in tutto il mondo.

Ritira il Premio Stefano Boeri.

MENZIONE SPECIALE

PER IL CINEMA: “DETECTIVE PER CASO”. REGIA DI GIORGIO ROMANO. CON EMANUELA ANNINI, ALESSANDRO TIBERI. CON LA PARTECIPAZIONE DI CLAUDIA GERINI, PAOLA CORTELLESI, LILLO, VALERIO MASTANDREA. PRODUZIONE ACCADEMIA L’ARTE NEL CUORE

Per il valore sociale di un progetto che dimostra come il talento e l’arte siano gli strumenti giusti per abbattere le barriere create dall’indifferenza e dal pregiudizio. Una commedia con una trama gialla, divertente brillante e a tratti commuovente, interpretata dai ragazzi dell’Accademia L’Arte nel Cuore.

Ritirano il premio le produttrici Daniela Alleruzzo, Presidente dell’Accademia L’Arte nel Cuore, Guia Invernizzi Cuminetti, Susi Zanon, il regista Giorgio Romano e i protagonisti Emanuela Annini e Alessandro Tiberi.

La Presidente di Anima e Vicepresidente di Unindustria con delega all’Etica e Legalità Sabrina Florio, ha dichiarato: “Questa edizione del Premio Anima vuole premiare artisti e professionisti che hanno scelto di dare voce, restituendo dignità e identità, a coloro che restano ai margini delle nostre società, ai più fragili, vittime delle disuguaglianze e dell’emarginazione, frutto della cultura dello scarto, così come definita da Papa Francesco. Nel particolare momento storico che stiamo attraversando, caratterizzato da fenomeni di incertezza, rancore e rifiuto, il Premio Anima vuole richiamare l’attenzione di istituzioni, imprese e società civile, sul valore della solidarietà, sulla forza dei legami sociali e del senso di comunità, per restituire sempre maggiore centralità alla persona”.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato: il Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Lorenza Bonaccorsi, il Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella, il Vice Sindaco e Assessore alla Crescita culturale di Roma Capitale Luca Bergamo, il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il Presidente del Premio Anima Luigi Abete, il Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello, il Presidente di Anima e Vice Presidente di Unindustria con delega all’Etica e Legalità Sabrina Florio.  Tra gli altri, interverranno Silvia De Dominicis, Amministratore Delegato Johnson & Johnson Medical e Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol.

Ha presentato la serata il giornalista Giovanni Anversa.

Ai vincitori è stata consegnata un’opera ideata e donata da SLAMP, azienda associata ad Anima. Si tratta di ‘Lafleur’, delicata e deliziosa lampada da tavolo a batteria ricaricabile, disegnata da Marc Sadler, la cui produzione avviene senza emissioni di CO2 e con successivo riciclo degli scarti di lavorazione.

 

Anima per il sociale nei valori d’impresa


Condividi la notizia:
15 ottobre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR