--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il bilancio del comune: "Dati importanti che possiamo migliorare ancora, grazie a tutti i cittadini"

Vitorchiano, con il sistema puntuale raccolta differenziata al 79 percento

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Vitorchiano

Vitorchiano

Vitorchiano – Importanti risultati per la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta nel Comune di Vitorchiano che, nei primi nove mesi di questo primo anno sperimentale di raccolta puntuale, si assesta a un valore medio del 79 percento.

“Il dato più significativo – commenta l’assessore all’ambiente e ai Lavori pubblici Federico Cruciani – è che mediamente, nei primi sei mesi dell’anno, ogni cittadino di Vitorchiano produce poco più di 1,2 chili settimanali di rifiuto secco indifferenziato. Questo, in proiezione, ci prospetta un’ottima tendenza di circa 65 chili annui di indifferenziato pro capite da portare in discarica. Un dato che possiamo e dobbiamo ulteriormente migliorare, ma che conferma l’attenzione e la ricettività del nostro territorio verso le tematiche ambientali promosse da questa amministrazione. Grazie quindi a tutti i cittadini per la fattiva collaborazione“.

Complessivamente in questi primi nove mesi del 2019 la percentuale di raccolta differenziata, rispetto a un 2018 chiuso con un dato medio di poco superiore al 60 percento, sale ad un valore medio del 79 percento. In particolare i valori mensili registrati sono pari al 78,70 percento di gennaio, al 78,55 percento di febbraio, al 79 percento di marzo, al 76,97 percento di aprile, all’82 percento maggio, al 79,9 percento di giugno, al 79 percento di luglio, all’82 percento di agosto e al 76 percento di settembre 2019, dati che ovviamente risentono anche dall’impatto positivo che deriva dal recupero dei numerosi prodotti speciali e ingombranti conferiti all’isola ecologica così come nei contenitori dedicati posizionati in paese per rifiuti particolari quali olio vegetale usato, abiti usati, pile esauste e farmaci scaduti.

“Come spiegato sin dagli incontri pubblici di fine 2018 – interviene il sindaco Ruggero Grassotti – questo 2019 sarà un anno sperimentale necessario per collaudare e assestare un sistema unico in provincia di Viterbo. Ricordiamo che Vitorchiano è uno dei primi Comuni ad aver introdotto questo sistema nel Lazio. Quindi, un primo anno indispensabile per correggere eventuali residui disallineamenti e ottimizzare alcuni processi, così da partire dal primo gennaio 2020 senza alcun disallineamento. A tal scopo in questo 2019 si è portato avanti un processo continuo di controlli perché il sistema nel suo complesso si ottimizzi e perfezioni con continuità; già nei primi sei mesi dell’anno una decina le situazioni disallineate emerse e regolarizzate, anche grazie al lavoro e alla disponibilità dell’impresa affidataria”.

“Ovviamente questo primo anno sperimentale – aggiunge Cruciani – è stato, è e sarà utile non solo per correggere eventuali sporadici disallinementi tecnici ma anche per un monitoraggio puntuale e continuo di tutte le utenze permettendo di agire e interagire singolarmente nei confronti delle utenze meno attente e/o meno performanti. In definitiva, come anticipato anche negli incontri pubblici, sulle bollette Tari del prossimo anno ci sarà già un beneficio correlato al buon risultato che stiamo raggiungendo in questo 2019 come comunità, un buon risultato che permetterà di compensare i forti aumenti, di circa il 30 percento, dei costi di conferimento in discarica. Dal 2021, invece, ulteriori risparmi saranno visibili dalle specifiche tipologie di utenze come conseguenza del reale trend di conferimento puntuale effettuato nel corso del 2020“.

“Produrre meno secco residuo – prosegue il primo cittadino – si é rivelata una sfida che tutti i cittadini hanno accettato e vinto. I primi buoni risultati dimostrano che le novità introdotte ad inizio anno hanno rappresentato una vera rivoluzione positiva, condivisa con i cittadini; un disegno organico volto a migliorare il sistema nel suo complesso a tutto vantaggio dei vitorchianesi. A supporto dei cittadini e delle attività quotidiane anche Junker, un’applicazione per smartphone, il cui download è gratuito, che permette di riconoscere i rifiuti e aiuta i cittadini a differenziare al meglio, fornendo informazioni a 360 gradi”.

Gli obiettivi restano molteplici: rispettare l’ambiente incrementando ancora la frazione differenziata, rispettare le norme e, contestualmente, contenere i costi di conferimento in discarica introducendo un principio premiante nei confronti delle utenze virtuose.

“Nei programmi futuri dell’amministrazione comunale – conclude Cruciani – c’è anche l’attivazione della nuova isola ecologica che renderà agevole, veloce e sempre gratuito il conferimento di tutte le altre tipologie di rifiuto (elettrodomestici, ingombranti, mobili, materassi, verde) evitando di doversi recare ogni volta fino alla località Molinella. Già attivata invece l’eco-isola per le utenze fluttuanti, grazie alla rete di imprese Air, utilizzabile dai residenti possessori di immobili e, su richiesta all’ufficio tributi, dai residenti che dovessero assentarsi da Vitorchiano per un periodo per motivi di lavoro, ferie o altro, cosi da permettere sempre e a tutte le tipologie di utenze di poter gestire e differenziare al meglio i propri rifiuti. Già in studio, inoltre, la possibilità di gestire i pannolini per bambini e i pannolini per adulti, per i quali esiste uno specifico servizio di ritiro gratuito giornaliero su richiesta, all’interno di nuove filiere in grado di recuperarne il materiale e evitare che gli stessi vadano ad impattare nella frazione indifferenziata”.

Si ricorda infine che il lunedì mattina la frazione secco e indifferenziato deve essere sempre esposta obbligatoriamente all’interno dei nuovi contenitori color grigio personalizzati, consegnati tra dicembre 2018 e gennaio 2019, dentro i quali riporre le buste. Questo è un passaggio indispensabile per permettere il rilevamento e il monitoraggio del rifiuto prodotto dall’utenza. In caso contrario il rifiuto non potrà essere ritirato dalla ditta affidataria. Si suggerisce quindi di differenziare sempre al meglio ed esporre il contenitore del secco il meno possibile e solo quando pieno o strettamente necessario.


Condividi la notizia:
25 ottobre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR