--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Un gruppo di genitori segnala il problema nell'istituto dove c'era stata una perdita alla caldaia - Dal comune l'assessore Micci spiega: "Doverose verifiche per stare tutti tranquilli" -

“Alla scuola Egidi termosifoni spenti e ragazzi al freddo”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - Elpidio Micci

Viterbo – Elpidio Micci

Viterbo – (g.f.) – Scuola Egidi, termosifoni spenti. Alunni al freddo e genitori sul piede di guerra.

Arrivano segnalazioni dall’istituto scolastico, dove l’altra settimana la caldaia era stata chiusa per una piccola perdita rilevata all’ora d’apertura.

“Circolano varie ipotesi – fa sapere un gruppo di genitori – sulla causa, ma l’effetto è decisamente evidente, freddo in tutta la struttura e addirittura pioggia in alcune aule”. 

Nei prossimi giorni il tempo è destinato a peggiorare, le temperature si abbasseranno, stando alle previsioni. “Intanto i nostri ragazzi si trovano al freddo per sei ore seduti, con mani e piedi gelati”. 

I termosifoni sono ancora spenti, ma non a caso fanno sapere dal comune.

“Dopo l’episodio accaduto alla Egidi che è stato sistemato – spiega l’assessore Elpidio Micci – il dirigente comunale Eugenio Monaco ha ritenuto opportuno far effettuare verifiche agli impianti negli istituti scolastici del comune.

Sono emerse piccole criticità, nulla di che, ma vanno sistemate”.

Della manutenzione non si occupa più Francigena, ma direttamente il comune che l’ha affidata a una ditta.

“Sono in corso i sopralluoghi per accertare il buon funzionamento degli impianti. Immagino che occorreranno ancora due o tre giorni, poi i termosifoni riprenderanno a funzionare. Sono stati avvertiti i presidi”.

Un intervento necessario. “Mi rendo conto – spiega Micci – del disagio che si può creare, ma meglio essere sicuri che avere qualche problema poi. Lo facciamo per stare tutti tranquilli”.


– Odore di gas all’Egidi, ragazzi fuori dalla scuola


Condividi la notizia:
19 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR