--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Sindaco Arena e consigliere Marini (FI) sul paventato taglio dei fondi

“Dalla regione colpo di grazia al trasporto pubblico locale”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - Giulio Marini e Giovanni Arena

Viterbo – Giulio Marini e Giovanni Arena

Viterbo – (g.f.) – La regione lascia a piedi i pendolari. Il grido d’allarme lo lancia Giulio Marini, capogruppo FI.

Tagli al trasferimento dei fondi. “I 61 milioni di euro – precisa Marini – saranno suddivisi su 327 comuni e non più 181”. La coperta diventa corta. Troppo.

“Vorrei segnalare al sindaco il graduale disimpegno della regione dal trasporto pubblico locale, i pendolari sono esasperati”. Con sempre meno fondi a disposizione, saranno problemi anche per le amministrazioni comunali.

“A Viterbo in particolare – osserva Marini – questo provocherà un danno enorme. Non vorrei che si stesse portando avanti la stessa strategia per Talete. Tutti per la gestione pubblica, ma poi si preparano le basi per i privati. Mi fa sorridere che un governo di centrosinistra sia per i privati e io qui a difendere il pubblico”.

Un altro macigno si sta per abbattere sui trasporti. “Lo si potrà affidare fino al 2021 – incalza Marini – noi intendevamo darlo a Francigena per nove anni, in modo da poter effettuare investimenti. Porterà altre difficoltà. Facciamo attenzione, in questo modo i dipendenti rischiano il posto di lavoro”.

Le decisioni da Roma preoccupano parecchio anche il sindaco Giovanni Arena. “Già siamo in difficoltà – fa notare il primo cittadino – ancora minori trasferimenti significano il colpo di grazia per il nostro trasporto pubblico locale”.

Alvaro Ricci (Pd) fa proprie le preoccupazioni di sindaco e consigliere di maggioranza, ma nota come ci siano 850mila euro per il tpl che l’amministrazione Arena ancora non ha utilizzato. Quando si dice di pochi soldi a disposizione.

“Le preoccupazioni sono legittime – precisa Ricci – ma prima bisognerebbe sempre fare un esame in casa”. Andrea Micci (Lega) allarga l’orizzonte. Il trasporto pubblico nella Tuscia soffre non solo nel capoluogo, c’è anche la Roma Nord, ferrovia che rischia di chiudere per adeguamenti alla sicurezza.

Già oggi, la situazione è poco allegra. “Tanti studenti oggi non riescono a frequentare la scuola – osserva Luisa Ciambella (Pd) – e altri non arrivano puntuali per l’inizio o devono uscire prima, altrimenti non hanno mezzi che li riportino a casa. Si passa il tempo a scrivere permessi in entrata e in uscita a scuola”.

La prossima settimana da Arena si vedranno sindacati e associazioni, per far muovere un po’ il trasporto locale. O almeno provarci.


Condividi la notizia:
19 novembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR