--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - E' quanto risulta dalla ricerca di Legambiente, Ambiente Italia e Sole 24 Ore - Nella classifica generale che fa una media di tutte le categorie Viterbo è al 62esimo posto

Ecosistema urbano: qualità dell’aria buona, raccolta dei rifiuti insufficiente

Condividi la notizia:

Viterbo dall'alto - Sullo sfondo la chiesa di santa Rosa

Viterbo dall’alto – Sullo sfondo la chiesa di santa Rosa

Viterbo – Ecosistema urbano: qualità dell’aria buona, raccolta dei rifiuti insufficiente.

E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la ricerca Ecosistema urbano 2019 redatta da Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore. 

Tante le voci analizzate nel dettaglio che vanno dalla qualità delle acque e dell’aria, la gestione dei trasporti urbani e quella della raccolta dei rifiuti.

Nella classifica generale Viterbo si piazza al 62esimo posto con 50,97 punti. Il podio è retto da Trento, prima con 81,20, seguito da Mantova con 80,59 e Bolzano con 76,40. Chiude l’elenco Catania con 28,56, mentre Siracusa e Vibo Valentia risultano non valutate.

Scendendo più nel dettaglio, ci sono ottime notizie per quanto riguarda la qualità dell’aria ovvero quanta concentrazione c’è nell’atmosfera di biossido di azoto prodotto per combustione da traffico, centrali termoelettriche e riscaldamento. A Viterbo il dato è di 21 microgrammi per metrocubo d’aria: la migliore del Lazio prima di Rieti (23), Latina (26), Frosinone (33,5) e Roma, dichiarata insufficiente, con 42,5.

Bene anche la concentrazione di metalli pesanti (Pm 2,5) dove a Viterbo ci si ferma a 13 e quella delle polveri sottili (Pm 10) che è di 26,7.

Decisamente peggio, invece, la posizione della Tuscia per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti. Secondo la classifica di Ecosistema urbano, Viterbo nel 2018 ha differenziato soltanto il 55,2% dell’immondizia totale il che le vale l’inserimento nella quarta fascia, ossia la penultima. Nella prima, infatti, ci sono le città migliori che differenziano più dell’80% dei rifiuti, nella seconda quelle tra il 70 e il 80%, nella terza quelle che superano il 65%, nella quarta, appunto, chi va oltre il limite considerato minimo del 35% e nella quinta chi addirittura non raggiunge nemmeno questa soglia.

Quanto ai dati sul porta a porta, infine, pare che nemmeno la metà dei viterbesi ne possa usufruire: stando ai dati gli abitanti serviti sono soltanto il 45,3%.

 

 


Condividi la notizia:
11 novembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR