--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Lo ha detto il sindaco Alessandro Giulivi in consiglio comunale - Approvate le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021 – Non ammesse le mozioni di M5s e Movimento civico

“L’acqua è un bene pubblico e tale deve rimanere”

di Daniele Aiello Belardinelli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Tarquinia - Il sindaco Alessandro Giulivi

Tarquinia – Il sindaco Alessandro Giulivi

Il consiglio comunale di Tarquinia

Il consiglio comunale di Tarquinia

Tarquinia - Il consigliere comunale Maurizio Sandro Conversini

Tarquinia – Il consigliere comunale Maurizio Sandro Conversini

Tarquinia - Il consigliere comunale Andrea Andreani

Tarquinia – Il consigliere comunale Andrea Andreani

Tarquinia – Approvate le variazioni al bilancio di previsione 2019-2021. Non ammesse le mozioni dei consiglieri comunali Andrea Andreani (M5s) e Maurizio Sandro Conversini (Movimento civico Tarquinia). È il sindaco Alessandro Giulivi ad aprire il consiglio comunale del 30 novembre, spiegando i motivi della decisione. “L’acqua è un bene pubblico e tale deve rimanere. L’ho sempre detto in consiglio”, esordisce il primo cittadino su Talete. “Queste mozioni sono uno strumento per fare politica – dichiara -. Non mi serve fare politica. Io sto già facendo gli interessi della comunità”.

Illustra poi le altre iniziative intraprese con la società: “Ho chiesto al presidente della provincia Pietro Nocchi d’incontrare la Regione Lazio e l’Arera per far sì che Regione e Ministero ricapitalizzino la Talete. Tutto questo non è ancora avvenuto. Ho scritto a Talete per il progetto di San Giorgio, per le opere previste nell’accordo firmato dal commissario prefettizio. Il termine ultimo era oggi e non è ancora pervenuto nulla. Dalla prossima settimana inizieremo le azioni legali per il recupero del credito. Con un’altra lettera, ho chiesto a Talete di sottoscrivere un accordo con Medio Tirreno, perché si prenda finalmente carico dell’acqua del consorzio, che è un problema per il bilancio comunale”. Sottolinea infine: “Sto lavorando per far aprire un ufficio di Talete per tre volte a settimana”.

Per il consigliere comunale Conversini, “il sindaco, se fossi stato un arbitro, è da cartellino rosso. È tutt’altra cosa andare agli incontri con delle delibere a sostegno e trovarci insieme al comune di Viterbo. Sarebbe una presa d’atto chiara che l’acqua deve essere pubblica e non ci deve essere il cosiddetto diritto privato che la regola e che la Regione deve mettere in bilancio i finanziamenti richiesti”.

A seguire il consigliere comunale Andreani, per il quale sarebbe “importante votare la nostra mozione, una battaglia di M5s. L’acqua è un diritto inviolabile fondamentale per tutti. Non è un atto politico ma solamente un atto di unione e supporto per evitare che il disastro continui. Ci sentiamo di portare avanti questa battaglia, presentando la stessa mozione approvata a Viterbo”.

Altri temi toccati, prima della discussione dei due punti all’ordine del giorno, il biometano, l’inceneritore e il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Lilia Segre e a Lello Dell’Ariccia, che trova disponibilità da parte del sindaco Giulivi. Si passa poi alla discussione delle variazioni di bilancio. Dopo la relazione della consigliera comunale Stefania Ziccardi (Lega), si apre il dibattito.

Prende parola il consigliere comunale Alberto Riglietti (Fratelli d’Italia) che chiede spiegazioni su servizi sociali e assistenza domiciliare e sulla promozione turistica. Risponde l’assessora Ada Iacobini, che sottolinea come i fondi a disposizione non siano stati diminuiti e quelli inutilizzati sono stati messi su altri capitoli di spesa dell’assessorato ai servizi sociali. Mentre il sindaco Giulivi rassicura che la cartellonistica turistica sarà rifatta in modo gratuito prima di Natale. Si va alla votazione. La maggioranza è compatta. La minoranza, assenti i consiglieri comunali Gianni Moscherini e Sandro Celli, è contraria a eccezione del consigliere comunale Andreani che si astiene.

Daniele Aiello Belardinelli


Condividi la notizia:
30 novembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR