--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Martedì 26 e giovedì 28 novembre dalle 9 alle 13 - L'iniziativa è in collaborazione con l'Ic Pietro Vanni

Mattinate d’inverno, la Fai Viterbo apre alle scuole la cappella Palatina

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

La cappella Palatina di palazzo dei Priori

La cappella Palatina di palazzo dei Priori

Viterbo – La delegazione Fai di Viterbo parteciperà alle mattinate d’inverno del fondo ambiente italiano, iniziativa pensata e realizzata per il mondo della scuola.

Lo farà martedì 26 e giovedì 28 dicembre, dalle 9 alle 13, aprendo agli studenti la cappella Palatina del palazzo Priori, oggi sede del comune capoluogo della Tuscia.

Il tutto insieme ai ragazzi delle seconde medie dell’Ic Pietro Vanni, che per l’occasione saranno gli apprendisti Ciceroni e racconteranno alle classi in visita il valore della cappella Palatina e la sua storia.

Gli studenti potranno scoprire durate la visita un gioiello, ascoltando le parole degli apprendisti Ciceroni, preparati per svolgere al meglio questo importante ruolo – sottolinea la delegazione Fai Viterbo –. L’obiettivo dell’iniziativa è di sensibilizzare i giovani alla tutela del patrimonio culturale e di far scoprire luoghi spesso poco conosciuti, ma dal grande valore storico e artistico. Ringraziamo la dirigenza scolastica dell’Ic Pietro Vanni per la collaborazione“.

Grazie alle delegazioni Fai attive sul territorio italiano saranno infatti aperti più di 170 meravigliosi tesori poco noti e spesso chiusi al pubblico in oltre 100 città. La costruzione della cappella Palatina, con soffitto ligneo, prende avvio nel 1599, per concludersi pochi anni dopo. Tra le opere di maggior pregio custodite all’interno, gli affreschi con storie della Vergine di Filippo Cavarozzi e Marzio Ganassino e la pala d’altare “La visitazione” di Bartolomeo Cavarozzi.


Condividi la notizia:
19 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR