--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Nei prossimi giorni la riunione della giuria, il workshop e la vista al Centro Sperimatale di Cinematografia di Roma

“Nomofobia”, entra nella fase finale il concorso del Tuscia Film Fest

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Il regista Ado Hasanovic

Il regista Ado Hasanovic

Nomofobia

Nomofobia

Il centro sperimentale di cinematografia

Il centro sperimentale di cinematografia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Prima selezione dei soggetti partecipanti al concorso Nomofobia, indetto dal Tuscia film fest con Scuola amica e aperto a tutti gli studenti iscritti in uno degli istituti secondari superiori della provincia di Viterbo.

Tra gli oltre quaranta lavori pervenuti sono stati scelti e saranno sottoposti alla giuria: Chance di Vittoria Caporali (liceo classico “Mariano Buratti” di Viterbo); Nomofobia di Giulia Iacomoni (liceo classico “Mariano Buratti” di Viterbo); Buongiorno, mamma di Francesco Innocenzi, Stefania Carrano, Giulia Pace (liceo Artistico “U. Midossi” di Vignanello); Incontri sconnessi di Andrea De Carlo e Matteo Bonomi (liceo economico sociale “A. Meucci” di Ronciglione, sede di Bassano Romano); Messaggi di connessione di Enrico Maria Cardinali (liceo economico sociale “A. Meucci” di Ronciglione, sede di Bassano Romano); Il telefono sequestrato di Stefano Tarantino e Gabriele Trombetta (liceo Artistico “U. Midossi” di Vignanello); Non c’è scampo di Federico Sileoni, Alessandro Chinucci, Susanna De Santis, Giulia Melaragni, Gloria Turchetti, Alessia Pascal (I.T.C. “Paolo Savi”); Nomofobia di Sofia Laureti, Giulia Marzi, Aurora Mauri, Chiara Tranquilli (liceo Artistico “U. Midossi” di Vignanello).

Tra questi otto soggetti la giuria composta da Ado Hasanovic (presidente, regista e responsabile del workshop Cortovisioni), Giacomo Nencioni (docente presso il Disucom dell’Università degli Studi della Tuscia), Carlo Galeotti (giornalista e direttore del quotidiano Tusciaweb) e Mauro Morucci (giornalista e direttore organizzativo del Tuscia film fest e dell’Italian Film festival Berlin), sceglierà il lavoro migliore dal quale sarà realizzato uno spot pubblicitario sul tema del concorso.

Gli autori dei soggetti, inoltre, parteciperanno mercoledì 27 novembre alla visita didattica al Centro sperimentale di cinematografia cineteca nazionale di  Roma mentre dal 10 al 12 dicembre prenderanno parte al workshop Cortovisioni che avrà luogo – grazie alla collaborazione della Biblioteca consorziale Viterbo – nella sala “Roberto Rossellini” della biblioteca provinciale “A. Anselmi” (viale Trento 24, Viterbo) e nel corso del quale sarà realizzato lo spot che sarà proiettato per tre mesi nel periodo gennaio-giugno 2020 in nove schermi cinematografici della provincia di Viterbo.

Il concorso Nomofobia fa parte del progetto A scuola di cinema 2019, organizzato dal Tuscia film fest con Scuola amica e in collaborazione con il Disucom dell’Università degli Studi della Tuscia e con il quotidiano online Tusciaweb nell’ambito del piano nazionale Cinema per la scuola di Miur e MiBac.

Tuscia film fest


Condividi la notizia:
22 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR