--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Luigia Melaragni: "La Cna sostiene l’iniziativa di Tusciaweb ed è pronta a sedersi al tavolo e a partecipare al confronto. Serve il contributo di tutti, noi ci siamo"

“Perdere il palazzo dei Papi significa perdere una parte importante di noi…”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

La segreteria di Cna Viterbo e Civitavecchia Luigia Melaragni

La segreteria di Cna Viterbo e Civitavecchia Luigia Melaragni

 

Viterbo - Palazzo papale

Viterbo – Palazzo papale

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Perdere il palazzo dei Papi significa perdere una parte importante di noi. Non avere più memoria della nostra storia. E una città che ha anche l’ambizione di definirsi turistica non può permettere che il proprio simbolo, culturale e storico, sia a rischio. È lì che nacque il conclave, va assolutamente salvaguardato con ogni mezzo. Identifica Viterbo nel mondo, è il suo fiore all’occhiello, il miglior biglietto da visita.

Il tema della salvaguardia dei nostri monumenti purtroppo riguarda l’Italia intera. Anche nella città dei papi serve un ragionamento di prospettiva, a lungo termine, per mettere in sicurezza la nostra storia – dagli edifici alle fontane, tutte le opere d’arte – e far sì che diventi finalmente il fulcro del richiamo turistico e del rilancio del territorio, anche economico. Nel nostro centro storico c’è infatti l’anima dell’artigianato, il segno dei maestri del passato e delle piccole imprese che contribuiscono a tenere viva una tradizione importante.

Alcuni strumenti ci sono. Ad esempio l’Art bonus, un intervento reso permanente dalla legge di stabilità del 2016. E’ finalizzato, tra le altre cose, alla manutenzione, protezione e restauro dei beni culturali pubblici tramite donazioni. Consente un credito di imposta del 65 per cento dell’importo donato. Può essere indirizzato sul Palazzo dei Papi come su altri beni, su alcuni simboli di Viterbo, da recuperare attraverso il sostegno di imprese e cittadini.

Il tutto, con il supporto di una campagna di sensibilizzazione adeguata, perché l’identità della città riguarda ognuno di noi.

La Cna sostiene dunque l’iniziativa di Tusciaweb ed è pronta a sedersi al tavolo e a partecipare al confronto: serve il contributo di tutti, noi ci siamo.

Luigia Melaragni
Segretaria Cna di Viterbo e Civitavecchia


Articoli: Il Palazzo Papale fu sede pontificia per un ventennio, ma da subito si mostrò fragile e a rischio crolli… di Silvio Cappelli – Carlo Galeotti  –  Chiara Frontini (Movimento 2020) “Subito un crowdfunding per rimediare all’inedia di anni” –  Che ce frega della loggia di Palazzo dei Papi… di Giuseppe Ferlicca – Frontini (Viterbo 2020): “Subito un crowdfunding per rimediare all’inedia di anni” – Barelli: “Palazzo dei Papi, 25mila euro per la messa in sicurezza della loggia” – Giovanni Arena: “Il Palazzo Papale va salvato, non può rischiare il logorio” –  Barelli (Forza Civica): “Palazzo papale, una raccolta fondi per salvarlo” – Il Palazzo Papale si sta sfaldando… di Carlo Galeotti


Condividi la notizia:
30 novembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR