Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Appalti truccati nell'Alta Tuscia - È emerso nel corso dell'udienza fiume dedicata all'audizione di un investigatore del Nipaf

“Richiesta di tangente a fin di bene, esiste una registrazione”

Condividi la notizia:

Operazione Vox Populi - La forestale al comune di Acquapendente

Operazione Vox Populi – La forestale al comune di Acquapendente

Viterbo – Appalti truccati nell’Alta Tuscia, il processo è entrato nel vivo ieri, con un’udienza fiume di sei ore nel corso della quale è stato ascoltato un solo testimone, il sovrintendente del Nipaf Stefano Di Carli, che ha ricostruito le indagini. Intercettazione per intercettazione. “Della richiesta di tangente a fin di bene esiste una registrazione”, è emerso tra le altre cose.

E’ il processo davanti al collegio presieduto dal giudice Gaetano Mautone scaturito dall’operazione Vox Populi dei carabinieri forestali del 17 ottobre 2016 nella quale furono arrestati Fabrizio Galli, Marco Bonamici, Ferrero Friggi e Vincenzo Palumbo. Ai due imprenditori e ai due funzionari comunali, che tre anni fa finirono ai domiciliari, sono contestati a vario titolo la turbativa d’asta e la rivelazione di segreti d’ufficio. Reati che si sarebbero consumati ad Acquapendente tra il 2012 e il 2015.

Parte civile l’imprenditore Mauro Gioacchini, assistito dall’avvocato Antonio Rizzello, non come persona fisica, ma come socio dell’impresa Gioacchini Sante sas e con la ‘Gmg costruzioni srl’, impresa a lui riconducibile. Oltre alle due aziende, si è costituito parte civile il comune. A far finire nei guai gli imprenditori e i funzionari pubblici, furono le denunce del presidente di un comitato cittadino di Acquapendente e di Gioacchini.


“Della richiesta di tangente a fin di bene esiste una registrazione”

E’ emerso durante la testimonianza del carabiniere forestale, interrogato dal pubblico ministero Stefano D’Arma sulla proposta fatta dall’imprenditore Fabrizio Galli al collega Mauro Gioacchini all’inizio di maggio 2015 di spartirsi due appalti di asfaltatura in cambio di cinquemila euro ciascuno, chiesti dall’allora sindaco Alberto Bambini, per l’acquisto di un’apparecchiatura per l’ospedale di Acquapendente.  

La famosa tangente a fin di bene della maxinchiesta “Vox Populi”.

“Gioacchini – ha spiegato Di Carlo – ha riferito l’accaduto direttamente ai pm titolari dell’inchiesta, Fabrizio Tucci e Stefano d’Arma, quindi, in occasione di un successivo incontro con Galli, di sua iniziativa, ha registrato la conversazione con il cellulare e poi trasmesso il file, tramite posta elettronica istituzionale, che poi è stato trasferito su un cd”. 

Le difese hanno chiesto la non ammissibilità del contenuto della registrazione e il tribunale, per ora, si è riservato.


“Bonamici ha un ‘credito’, deve fare le gradinate del campo sportivo”

Microspie sulla macchina dell’imprenditore Fabrizio Galli, che avrebbe avuto l’abitudine di parlare di appalti in macchina coi suoi interlocutori, tra i quali il dipendente comunale Ferrero Friggi.

“Il 26 settembre 2014 – ha detto Di Carlo – Friggi gli disse che Marco Bonamici aveva un ‘credito’, in quanto aveva vinto un appalto per una casa per minori, poi revocato dal comune in quanto era stata fatta la scelta politica di destinare a un altro intervento quei fondi. Per questo meritava l’appalto da 200-300mila euro per la riqualificazione delle gradinate del campo sportivo”. 


“Ferrero magna, ha sempre magnato… “

Lo avrebbe detto Galli intercettato in macchina il 15 novembre 2014, mentre parlava con la zia. “Ferrero magna, ha sempre magnato, ma almeno ha dato un po’ di soddisfazione.. “, dicono i due interlocutori.


Rinviata la testimonianza di Mauro Gioacchini

L’imprenditore “sollecitato” a versare una tangente per la spartizione di un appalto avrebbe dovuto essere sentito durante l’udienza di ieri del processo, ma a causa del protrarsi dell’audizione del sovrintendente del Nipaf la testimonianza è stata rinviata. Forse sarà sentito a marzo, perché alla prossima udienza, fissata per gennaio, sarà la volta dei periti. 

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
14 novembre, 2019

Appalti truccati ad Acquapendente ... Gli articoli

  1. "Appalti truccati, stupisce che il comune non sia parte civile contro l'ex sindaco Bambini"
  2. Appalti truccati nell'Alta Tuscia, il processo non decolla
  3. Appalti truccati, in sospeso le intercettazioni a carico degli imputati
  4. Vox populi, no alla lista testi dell'imprenditore Mauro Gioacchini
  5. Stop all'udienza preliminare per l'ex sindaco di Acquapendente
  6. Vox populi va avanti - Appaltopoli bis prescrizione rinviata per i 31 imputati
  7. "Violato il diritto di difesa, illegittimo l'immediato"
  8. Appalti truccati, l'ex sindaco di Acquapendente rischia il processo
  9. Appalti truccati, imprenditori e tecnici non dovevano essere arrestati
  10. Appalti truccati, Riesame bis contro gli arresti domiciliari
  11. "Spero in un futuro dove merito e legalità prevalgano su arroganza e vessazione"
  12. Annullati i domiciliari a Friggi
  13. Appaltopoli, libero anche il funzionario regionale
  14. Appalti truccati, arresti bocciati dalla Cassazione
  15. L'ex sindaco e quella tangente "a fine di bene"...
  16. Appalti truccati, avviso di fine indagine per l’ex sindaco Bambini
  17. "Gioacchini solo come persona fisica non è parte civile"
  18. Revocati i domiciliari a imprenditori e funzionari
  19. Appalti truccati, comune e due aziende parti civili
  20. Appalti truccati, "Vox Populi" in tribunale
  21. "Compresso il diritto di difesa, questo è un accanimento assurdo"
  22. Il Riesame: "Friggi, ok all'accusa di corruzione"
  23. "Nessun rito alternativo, tutti a processo"
  24. "Appalti truccati, Palumbo provato ma sereno"
  25. Appalti truccati, si attende la decisione del Riesame
  26. "Giudizio immediato? Nemmeno fosse un omicidio"
  27. Appalti truccati, sarà giudizio immediato
  28. "Quei domiciliari sono solo punitivi"
  29. Appalti truccati, anche Maggi resta ai domiciliari
  30. I pm: Mettete Galli in carcere
  31. Appalti truccati, i pm chiedono il carcere
  32. Appalti truccati, il bis di Galli al Riesame
  33. "L'ordinanza d'arresto per Maggi? Un copia e incolla"
  34. "Un accanimento incomprensibile"
  35. Appalti truccati, il Riesame conferma i domiciliari
  36. "C'è un feeling tra Galli e il comune..."
  37. Il funzionario regionale Maggi davanti al Riesame
  38. Appalti truccati, il Riesame prende tempo
  39. Appalti truccati, è il giorno del Riesame
  40. "Quel maiale m'ha fatto uno sgarbo..."
  41. Appalti truccati, giovedì l'udienza al Riesame
  42. "Andremo a fondo sulle intercettazioni sessuali..."
  43. "Se quello te dà il lavoro daje l'8%"
  44. Corruzione, indagato l'ex sindaco Bambini
  45. Galli: Troppi appalti per me...
  46. "Lavori di somma urgenza a iosa"
  47. "Spero che ti vada tutto per le medicine..."
  48. "L'ex sindaco Bambini complice..."
  49. Un collaudato sistema criminale
  50. "40 posti di lavoro in pericolo..."
  51. Appalti truccati, confermati i domiciliari
  52. Appalti truccati, si setacciano le intercettazioni
  53. In quattro già indagati in altre inchieste
  54. Appalti truccati, arrestati 2 imprenditori e 3 funzionari
  55. Turbativa d'asta e corruzione, cinque arresti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR