--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il sindacato Fabi: "Finalmente i lavoratori sono tutelati al meglio e messi nella stessa condizione della capogruppo Banca Popolare del Lazio"

Siglato il contratto integrativo aziendale di Banca Sviluppo Tuscia

Condividi la notizia:

Viterbo - Banca Sviluppo Tuscia

Viterbo – Banca Sviluppo Tuscia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Siglato il contratto integrativo aziendale di Banca Sviluppo Tuscia.
 
“Erano mesi che lavoravamo alla stesura di un contratto integrativo aziendale da applicare ai lavoratori della banca viterbese – riferisce Paolo Capotosti – dirigente nazionale della Fabi, il sindacato dei bancari”.
 
“Oggi 5 novembre 2019 abbiamo finalmente raggiunto un accordo con la capogruppo e con i vertici della banca viterbese rappresentati dal legale rappresentante professor Miraglia e le organizzazioni sindacali rappresentative dei lavoratori dell’istituto – continua Bruno Fonghini della Fabi – per assicurare ai lavoratori un contratto aziendale che li ponga sullo stesso piano dei colleghi della Banca Popolare del Lazio”.
 
“Si tratta di un contratto assolutamente vantaggioso – continua Capotosti – che tutela i colleghi a 360 gradi e getta le basi per un lavoro proficuo della banca viterbese. Vengono normati una serie di istituti quali: la tutela delle condizioni igienico sanitarie e la sicurezza sul lavoro, i permessi straordinari retribuiti, i buoni pasto, la previdenza complementare, la polizza sanitaria, il premio di merito e i rimborsi per figli studenti e lavoratori studenti, il contributo per persone diversamente abili, i rimborsi chilometrici, la polizza infortuni, il premio di risultato e tanti altri istituti che pongono i lavoratori di Banca Sviluppo Tuscia allo stesso livello dei colleghi della capogruppo Bpl”.   
 
E’ un momento veramente importante per i lavoratori di Banca Sviluppo Tuscia, che dopo anni di duro lavoro e un periodo buio di commissariamento vedono realizzato un contratto aziendale che li tutela al meglio e li pone nella stessa condizione della capogruppo Banca Popolare del Lazio.
 
Vogliamo ringraziare per primi i lavoratori della banca viterbese per la loro fiducia nel nostro sindacato, vogliamo ringraziare i vertici della Banca Sviluppo Tuscia con i quali abbiamo operato nell’interesse dei colleghi e dell’istituto e anche la direzione del personale di Banca Popolare del Lazio per la sensibilità dimostrata nei confronti delle giuste istanze da noi rappresentate.
 
Quando si realizza la giusta sinergia tra banche e le organizzazioni sindacali, il risultato è sempre quello atteso, nel giusto interesse reciproco.

Fabi – Federazione autonoma bancari italiani
 


Condividi la notizia:
6 novembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR