--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Spettacolo - Per la 21esima edizione del festival i concerti di Ambrogio Sparagna e Raffaello Simeoni

Torna “Il suono dei giorni”, musica e cultura popolare a Gallese

Condividi la notizia:

Raffaello Simeoni

Raffaello Simeoni

Ambrogio Sparagna

Ambrogio Sparagna

Gallese – Ambrogio Sparagna e Raffaello Simeoni sono i protagonisti della ventunesima edizione de “Il suono dei giorni”, festival di musica e cultura popolare in programma a Gallese sabato 9 e domenica 10 novembre 2019, con direzione artistica di Erasmo Treglia.

I due momenti musicali con Sparagna e Simeoni sono inseriti in una serie di appuntamenti che si terranno al museo e centro culturale Marco Scacchi. Il tutto a ingresso libero e con inizio alle 16,30 in entrambe le giornate.

Nato negli anni ’90 e organizzato dal comune di Gallese, il festival ha la finalità di favorire lo studio, la conoscenza e la valorizzazione di quel patrimonio intangibile di canti, musiche e ritmi che animavano le festività della società contadina e scandivano i tempi del lavoro nei campi. L’evento, e in particolare la parte cinematografica, è dedicato a Diego Carpitella, illustre etnomusicologo italiano autore di un prezioso lavoro di ricerca e raccolta dei canti popolari, svolto negli anni ’50, nonché appassionato di documentari.

L’edizione 2019 si apre sabato 9 novembre con la mostra “Antichi mestieri – il cestaio. L’arte dell’intreccio” a cura di Alfredo Giacomini. A seguire, per la rassegna cinematografica “Diego Carpitella”, proiezione del docufilm “Scherza con i fanti” di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna, vincitore del premio colonna sonora alla mostra del cinema di Venezia 2019. Si tratta del secondo capitolo del progetto di Sparagna e Pannone, dopo il primo “Lascia stare i Santi”, proiettato a Gallese nella passata edizione del festival. Conclude la giornata il concerto di Ambrogio Sparagna dal titolo “Oltre il confine”, correlato al docufilm. Un progetto vocale-strumentale che permette di conoscere più da vicino la maestria compositiva e la passionalità interpretativa di uno tra i musicisti più importanti nel panorama della nuova musica popolare italiana e grande virtuoso di organetto.

Domenica 10 novembre alle ore 16.30 mostra di strumenti musicali tradizionali a cura dell’associazione Mundus e a seguire “Il Giro del Mondo in 80 suoni”, concerto di Raffaello Simeoni, grande chansonnier dell’Appennino che si esibisce in un curioso spettacolo dedicato agli strumenti musicali tradizionali di tutto il mondo. Come un novello raccontastorie, Simeoni, in duo col virtuoso fiatista Marco Iamele, propone al pubblico con la sua potente e carismatica voce brani su temi legati al territorio montano, alle tradizioni agropastorali e al misticismo di San Francesco disseminato sulle vie di pellegrini e musici viandanti. Da qui partono scenari acustici e melodie itineranti che intrecciano musica tradizionale e world music.


Condividi la notizia:
8 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR