--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il progetto vuole mettere al centro la cultura dei popoli che si fonda e nasce da diversità che nel tempo si sono rafforzate

“Tutti diversi tutti uguali”, nuovo progetto Erasmus + per l’istituto Orioli

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - All difference, all the same - Nuovo progetto Erasmus + dell’Istituto “F. Orioli”

Viterbo – All difference, all the same – Nuovo progetto Erasmus + dell’Istituto “F. Orioli”

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Un nuovo progetto Erasmus +, dal titolo “Tutti diversi tutti uguali”, coordinato dal professor Andrea Celestini, vede l’istituto di istruzione superiore “F. Orioli” come scuola partner insieme a scuole provenienti da Turchia Polonia Lettonia Spagna ed Ungheria che è il paese coordinatore.

Il progetto ha un tema impegnativo e vuole mettere al centro la cultura dei popoli che si fonda e nasce da diversità che nel tempo si sono rafforzate fino a divenire delle forti identità con delle caratteristiche uniche che contraddistinguono i diversi paesi.

Oggi che si ripropone costantemente il problema dell’integrazione delle diverse culture il progetto assume grande valore e diventa luogo di riflessioni, dibattiti e nuove conoscenze per i docenti e soprattutto per le studentesse e gli studenti coinvolti.

Alla prima mobilità del progetto ha partecipato la classe terza dell’indirizzo socio-sanitario che ha lavorato per realizzare il logo con la guida dell’assistente Antonella Scomparin.

La preside Simonetta Pachella, ha sostenuto il valore didattico e sociale di queste attività che si ripercuotono positivamente non solo sui partecipanti al progetto ma su tutta la comunità e da sempre, ha creduto nel lavoro del team Erasmus dell’istituto Orioli coordinato dall’infaticabile professoressa Patrizia Falesiedi.

In questi giorni si sta svolgendo la prima mobilità in Ungheria dove sono stati votati i lavori ed il logo del progetto presentato dall’istituto “Francesco Orioli” si è contraddistinto arrivando ad avere la votazione maggiore e vincendo il primo posto con grande entusiasmo dei giovani partecipanti che vogliono comunicarlo alla loro città.

Alba Stella Paioletti


Condividi la notizia:
19 novembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR