Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Festa di Ognissanti - Il proprietario del chiosco Bonsai racconta di un cambio di "tradizioni" - La signora del negozio La Magnolia: "Le persone fanno spesa moderata ma continua"

“Vendite di fiori costanti per il primo novembre, ma difficoltà durante tutto l’anno”

Condividi la notizia:

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo - La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – La vendita di fiori al cimitero di san Lazzaro

Viterbo – “Vendite costanti per il primo novembre, ma restano le difficoltà durante l’anno”.

Ieri Ognissanti e oggi 2 novembre, la commemorazione dei defunti. Due giornate dedicate ai propri cari che non ci sono più. E, come da tradizione, anche nel capoluogo molti viterbesi stanno visitando il cimitero di san Lazzaro per portare un saluto ai loro defunti. Già dalla prima mattinata ai chioschi di fronte al cimitero c’è la fila per comperare qualche fiore o una pianta. 

E’ ancora presto per fare un bilancio della vendita di questi due giorni, ma i fiorai sembrano essere ottimisti. “Ci aspettiamo che la vendita dei fiori si mantenga costante – spiega il proprietario del chiosco Bonsai –. Per il primo novembre molte persone si recano al cimitero e tutto sommato la vendita si mantiene costante in questo giorno ogni anno”.

Qualche problema rimane però per la vendita dei fiori durante l’anno. “Su tutto l’anno, al di là del primo novembre, la situazione è diversa – aggiunge il proprietario del Bonsai -. Purtroppo è morta una generazione che è la generazione dei nostri nonni. Loro si recavano al cimitero tutte le settimane. Oggi è cambiata la vita e sono cambiate le esigenze. Durante la settimana sono poche le persone che vengono e il calo della vendita durante la settimana si sente”. 

In generale la vendita è maggiore per i fiori rispetto alle piante. “I fiori recisi sono più venduti – conclude il proprietario del Bonsai -. Le persone comprano soprattutto i crisantemi e i crisantemini”. 

E’ soddisfatta invece la signora Cornelia Mitrache del chiosco La Magnolia. “Della vendita – racconta – io sono contentissima perché la gente rispetta ancora le tradizioni e fanno spese moderate ma costanti durante tutto l’anno. La vendita chiaramente il primo novembre aumenta perché ci sono molte persone che vengono al cimitero”.

Anche qui i crisantemi sono i fiori più venduti. “Vendo – aggiunge – sia piante che fiori recisi, ma anche i lumini. I crisantemi e le rose sono tra i fiori più venduti”.

Per la signora questo non è solo un lavoro, ma qualcosa di più. “Sono contenta – conclude – anche perché qui noi lavoriamo con i sentimenti delle persone. Non è solo un commercio, ma si crea un legame umano con le persone che vengono. Parliamo con loro e si crea un legame costante”. 


Condividi la notizia:
2 novembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR