--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - L'associazione Viva Tarquinia fa il punto della situazione - L'inaugurazione della casa di Babbo Natale, prevista per domenica, posticipata di mezz'ora

Lavori in corso per il presepe vivente di Tarquinia

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Tarquinia

Tarquinia

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Tarquinia città del presepe. Manca meno di un mese al Natale e i volontari dell’associazione Presepe vivente di Tarquinia sono a lavoro per gli allestimenti.

Saranno anche quest’anno oltre 300 i figuranti che parteciperanno alla rappresentazione, in programma il 26 e 29 dicembre e il 6 gennaio, alle 17, al borgo della chiesa di Santa Maria in Castello. Porta d’ingresso alla rievocazione il torrione detto di Matilde di Canossa.

Soldati romani, pastori, artigiani, commercianti, popolo, fachiri, luci e suoni accompagneranno il visitatore lungo il percorso portandolo di fronte alla chiesa di Santa Maria in Castello, in uno degli scenari più belli del centro storico. Per poi proseguire e superare l’arco a fianco del monumento simbolo della città etrusca e vivere l’atmosfera raccolta della Natività.

“Una volta usciti dal presepe, le sorprese non finiscono – afferma l’associazione Presepe vivente di Tarquinia -. I visitatori continueranno sul suggestivo percorso pedonale che passa sotto le mura medievali, fino ad arrivare alla chiesa di Valverde e da lì arrivare alla Barriera San Giusto. Non sveliamo altri dettagli. Li daremo nelle prossime settimane. Possiamo dire che il cambio di location comporterà molte novità e riadattamenti delle scenografie”.

Il presepe vivente di Tarquinia è organizzato in collaborazione con il comune di Tarquinia, la proloco Tarquinia, il comitato di quartiere San Martino, l’associazione Anziani con l’hobby del modellismo, la Pro Tarquinia ed è patrocinato dalla regione Lazio (Lazio eterna scoperta), dalla provincia di Viterbo e dalla diocesi di Civitavecchia e Tarquinia.

Sempre l’associazione Viva Tarquinia informa che l’apertura della della casa di Babbo Natale sarà posticipata di mezz’ora. L’inaugurazione dell’iniziativa, prevista alle 16,30, sarà sempre domenica 8 dicembre ma alle 17.

“Abbiamo fatto questa scelta per avere meno luce possibile e far risaltare ancora di più le scenografie allestite nell’ex convento di San Marco – spiega l’associazione -. Ci vorrà solo un po’ più di pazienza prima di entrare nella casa di Babbo Natale”.

Dal laboratorio dei giocattoli alla galleria della neve, dalla stalla delle renne al laboratorio degli elfi, fino alla stanza di Babbo Natale, sarà possibile avventurarsi in un mondo fantastico, in grado di emozionare i bambini e stupire gli adulti.

“Siamo lieti di riproporre questo evento che è entrato nel cuore dei più piccoli e rappresenta un piccolo fiore all’occhiello per Tarquinia – conclude Viva Tarquinia –. Inoltre, riusciamo a valorizzare uno spazio chiuso al pubblico da molti anni e a renderlo nuovamente fruibile ai tarquiniesi”.

Il calendario e gli orari di apertura per le settimane successive rimane invariato. Ogni venerdì, sabato e domenica, fino al 24 dicembre, dalle 16,30 alle 19,15, (ingresso libero) si potrà incontrare, parlare e fare una foto ricordo con Babbo Natale.

Viva Tarquinia


Condividi la notizia:
3 dicembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR