--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Chiara Ruggiu, Lorenzo Satta e Ilaria Ferrari al primo podio delle varie categorie - Il premio della stampa a Letizia Passini

Concluso il 22esimo Mini festival di Viterbo

Condividi la notizia:

Viterbo - Il gruppo finale del Mini festival

Viterbo – Il gruppo finale del Mini festival

Viterbo - La giuria del 22esimo Mini festival

Viterbo – La giuria del 22esimo Mini festival

Viterbo - Ilaria Ferrari al Mini festival

Viterbo – Ilaria Ferrari al Mini festival

Viterbo - Lorenzo Satta al Mini festival

Viterbo – Lorenzo Satta al Mini festival

Viterbo - Chiara Ruggiu al Mini festival

Viterbo – Chiara Ruggiu al Mini festival

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – ‘Livello sempre più alto… Sempre più bravi!’. Questi i commenti, pressoché unanimi, di chi ha assistito al 22esimo Mini festival di Viterbo.

Un fine settimana di grande musica, dal 6 al 8 dicembre, alla sala polivalente della Sacra Famiglia, con giovani talenti che si faranno strada su palchi più importanti… almeno, glielo auguriamo.

Il tutto, organizzato dall’associazione Omniarts, con il patrocinio e il contributo del comune di Viterbo, in collaborazione con Tuscia in Jazz, premio nazionale “Eleonora Lavore”, Rovers music production, accademia “Why not”, Fuoriclasse talent, Leonardo De Angeli e Record Palex, e che fa parte degli eventi di solidarietà promossi da Viterbo con Amore e dalla sezione di Viterbo di Admo.

Il lavoro della giuria, qualificatissima e variegata, formata da 13 elementi e presieduta da Pietro Bevilacqua, è stato veramente complesso. In ogni caso, alla fine, qualcuno doveva pur vincere, ed è toccato ai seguenti giovani artisti:

Cat. 6-11 anni:

1.  Chiara Ruggiu (11 anni, Latina), con il brano “Frasi a metà” (L. Pausini)

2.  Asia Transilvani (10 anni, Bracciano), con il brano “Set fire to the rain” (Adele)

3.  Angelica Montanaro (8 anni, San Benedetto dei Marsi), con il brano “Oceania” (Colonna sonora)

Cat. 12-15 anni:

1.   Lorenzo Satta (15 anni, Bracciano), con il brano “Writings on the wall” (S. Smith);

2.   Rebecca Antonaci (15 anni, Viterbo), con il brano “La sera dei miracoli” (L. Dalla);

3.   Valerio Littera (12 anni, Bracciano), con il brano “Kurt Cobain” (Brunori Sas).

Cat. 16-20 anni:

1.   Ilaria Ferrari (17 anni, Bracciano), con il brano “Listen” (Beyoncé)

2.   Ludovica Zalabra (20 anni, Bracciano), con il brano “I know where I’ve been” (Queen Latifah)

3.   Asia Tamanti (19 anni, Anguillara Sabazia), con il brano “Dimmi come” (Alexia)

Letizia Passini (13 anni, Fabrica di Roma), si è aggiudicata il premio della Stampa con il brano “Canto anche se sono stonata” (Mina)

Tutti i ragazzi sopra elencati hanno ricevuto il trofeo con l’esclusivo logo del Mini festival di Viterbo e potranno partecipare, a titolo gratuito, alla kaster class di primavera, che sarà realizzata in collaborazione con Alex Parravano e Laura Leo.

Tuscia in Jazz, Rovers Music Production, premio Eleonora Lavore, accademia Why not, Record Palex, Leonardo De Angeli e Fuoriclasse Talent, con le quali abbiamo avuto la fortuna e il piacere di intessere una collaborazione che potrà diventare ogni anno più proficua, hanno dato e daranno la possibilità ai premiati di partecipare ai loro corsi formativi e concorsi musicali.

Come già da un bel po’ di anni, è stata un’edizione equilibratissima e con un livello medio praticamente “televisivo”… ormai, sono tutti bravissimi, anche nella categoria dei “piccoli”. come dice la nostra sigla (scritta dal duo Pirroni/Sdinami e cantata da Giulia Anesini): “Evidentemente, tanto mini questo festival non è…”

Le ragazze sono state protagoniste dal punto di vista numerico, se non altro per motivi fisiologici, ma i pochi ragazzi in competizione si sono difesi con onore. Pochi “viterbesi” iscritti ma, in compenso, abbiamo avuto concorrenti, e che concorrenti, da tutto il Lazio, dall’Abruzzo, Marche. Le canzoni scelte sono state tutte molto impegnative, equamente suddivise tra italiane e in inglese. Abbiamo avuto tre “nuovi” vincitori, che vanno ad arricchire il nostro, già nutrito, albo d’oro.

La serata finale è stata una vera e propria maratona musicale, di tre ore e mezza, ma tutti hanno convenuto che il tempo è corso veloce, senza mai cadute di livello.

Infatti, oltre alla grandissima bravura dei concorrenti, di assoluto rilievo sono stati gli interventi degli ospiti. Antonello Giovanni Budano, “angelo custode” dei nostri concorrenti, che ha cantato e presentato il suo libro (e di Angelo Deiana) “Albe, giorni e altri bagliori”. Taty, la nuova produzione della Rovers music, con un disco d’oro in arrivo per il suo singolo ed un cd in fase di preparazione.

Davide Valeri e Timido, i giovani cantautori del mini festival, che hanno proposto i loro brani e fatto il loro ingresso nella giuria. Alessandro Bruni, ormai fuori età per il concorso, che ha presentato il suo primo singolo.

L’ospite segreto, visto che ne era a conoscenza solo Paolo Moricoli: il dodicenne delle meraviglie, Riccardo Antonaci, uno dei “tesori nascosti” della nostra città – già protagonista di fiction televisive e, fino al 6 gennaio p.v., impegnato nello splendido musical “Mary Poppins”, al Teatro Sistina di Roma.

Il duo di presentatori formato dai giovani Giulia Anesini (cantante) e Stefano Fapperdue (alias mago Stefanclod) ormai è rodato e piacevolissimo.

Come sempre, c’è stato anche spazio per la solidarietà, con Domenico Arruzzolo che ha presentato la “campagna 2019/2020” di “Viterbo con Amore”, i rappresentanti del “Mercatino dei Ragazzi” ne hanno venduto i primi biglietti della lotteria, freschi di stampa e l’Admo di Viterbo che, come gli scorsi anni, ha invitato i tre vincitori del mini festival a prendere parte a “Danzando per la vita a Natale”, l’evento del prossimo 15 dicembre… invito che è stato accettato senza esitazioni.

Infine, è stato apprezzatissimo l’intervento del sindaco di Viterbo Giovanni Arena che, unitamente all’assessore Antonella Sberna, ha speso parole toccanti nei confronti della manifestazione ed è rimasto molto impressionato dalla qualità dei giovani artisti in concorso.

Da parte dell’associazione Omniarts, presente sul palco nelle persone di Pierluigi Alberti, Fabio Barili e Paolo Moricoli, un particolare ringraziamento va al “padrone di casa”, Don Luca Scuderi e ad audio time per lo splendido allestimento di palco.

Paolo Moricoli

Associazione Omniarts

 

 

 

 

 


Condividi la notizia:
10 dicembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR