--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - La banca è stata commissariata - Disposto lo scioglimento degli organi - Luigi Di Maio attacca Bankitalia

Conte sulla Popolare di Bari: “Non tuteliamo i banchieri”

Condividi la notizia:

Giuseppe Conte

Giuseppe Conte

Roma – Conte sulla Popolare di Bari: “Non tuteliamo i banchieri”.

“Non tuteleremo i banchieri”. A dirlo è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L’intervento del premier nella conferenza stampa sui primi 100 giorni di governo rispondendo a una domanda sulla crisi della Popolare di Bari. 

Il premier ha aggiunto che sulla Popolare di Bari “interverremo attraverso uno strumento nella pancia di Invitalia, Mediocredito Centrale”.

E ancora: “Cerchiamo di fare di necessità virtù – ha aggiunto Conte -. Assicureremo a Mediocredito centrale le necessarie risorse per poi, con un fondo interbancario, intervenire per rilanciare la Pop Bari. Avremo una sorta di Banca del Sud degli investimenti a partecipazione pubblica”.

Giuseppe Conte ha difeso l’operato del governo sul caso Banca popolare di Bari. La Banca popolare di Bari è stata commissariata. La Banca d’Italia ha disposto lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e controllo dell’istituto con sede a Bari e ha sottoposto l’istituto alla procedura di amministrazione straordinaria in ragione delle perdite patrimoniali.

Enrico Ajello e Antonio Blandini sono stati nominati commissari straordinari della Popolare di Bari mentre. Livia Casale, Francesco Fioretto e Andrea Grosso sono stati nominati componenti del comitato di sorveglianza.

Ieri un consiglio dei ministri è stato convocato per l’esame di un decreto legge con interventi straordinari per l’istituto di credito, ma si è concluso senza l’approvazione del decreto legge.

Parlando al ministero della Salute, il presidente del consiglio ha ridimensionato le tensioni aperte dal caso Popolare di Bari nella maggioranza e ha annunciato che “a breve ci sarà una convocazione del consiglio dei ministri sulla questione”, e ha indicato come obiettivo finale dell’intervento “una sorta di Banca del Sud degli investimenti a partecipazione pubblica”.

Luigi Di Maio ha invece attaccato Bankitalia sui controlli. “Quante ispezioni ha ordinato? – ha detto di Maio -. Il buco non lo ha creato un alieno”.

E ancora: “Se dobbiamo metterci soldi, la banca popolare di Bari diventi pubblica”.

Il leader 5S ha rilanciato anche la commissione banche voluta dal Movimento: “E’ ferma da un anno. Ancora bisogna eleggere il presidente. È arrivato il momento di farlo. Quella commissione sono sicuro aprirà un vaso di Pandora. E non vediamo l’ora”.


Condividi la notizia:
14 dicembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR