--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Il presidente Carlo Rovelli: "Nostra l'illuminazione dell'immensa Plaza de la Revolucion all'Avana, mentre a Bagnaia abbiamo una società per allacciamenti ad alta tensione che fattura milioni di euro"

CR spa, l’azienda viterbese che lavora nel mondo e punta alla Borsa

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Gran gala di Caffeina - Carlo Rovelli

Carlo Rovelli

Viterbo – CR Technology Systems, l’azienda energetica con radici viterbesi che lavora nel mondo e punta alla Borsa.

Carlo Rovelli, oggi presidente della fondazione Caffeina, nel 1983 ha fondato la CR Technology Systems, una spa che si occupa di impianti e di infrastrutture per l’energia elettrica. Rovelli, viterbese, da quasi 40 anni è presidente dell’azienda, il cui direttore generale è il figlio Riccardo. “Si è laureato alla Sapienza di Roma – racconta il padre Carlo – ed è un ingegnere elettrico. È stato molto bravo nel trovare in questi anni i giusti finanziamenti e a portare la CR Technology sul piano finanziario più importante”.

La spa, che ha quindi radici viterbesi, da poco fa parte di Elite, la piattaforma internazionale nata in collaborazione con Confindustria e “dedicata ad aziende ambiziose, con un modello di business solido, una chiara strategia e un alto potenziale di crescita”. L’obiettivo principale è quello di entrare in Borsa. “La quotazione – spiega Carlo Rovelli – deve avvenire a breve termine. Dobbiamo crescere, anche perché oggi senza capacità finanziaria non si va da nessuna parte”.

Sin dalla nascita la CR Technology progetta e realizza impianti elettrici. Viene fondata a Roma. “Ho subito chiamato – svela Rovelli – un mio ex compagno di classe all’istituto tecnico industriale: il viterbese Gianfranco Poleggi, ora amministratore delegato dell’azienda. Con Tangentopoli in Italia non si lavorava più e così siamo andati a Cuba e ci siamo rimasti. Lì oggi abbiamo 12 ingegneri, facciamo i lavori più importati per il paese e in questi anni abbiamo avuto delle belle soddisfazioni”.

L’ultima? Il completamento con otto torri faro dell’illuminazione dell’immensa Plaza de la Revolucion all’Avana, inaugurata il primo maggio scorso. “Sempre sull’isola – rivela Rovelli – ora stiamo facendo una lavoro da 10 milioni di euro finanziato dagli Emirati Arabi”. La CR Technology ha oggi la sede operativa a Treviglio, nel Bergamasco, e altri sedi anche in Albania, Costa d’Avorio, Eritrea, Ghana e Tunisia. “In totale – fa sapere Rovelli – abbiamo una settantina di dipendenti tra Italia e resto del mondo, anche se l’80/90% del fatturato lo realizziamo all’estero”.

L’internazionalizzazione non ha però tagliato le radici viterbesi all’azienda. “A Bagnaia – conclude Rovelli – abbiamo una società che lavora esclusivamente per Enel Italia e per Terna per allacciamenti ad alta tensione: fattura 6, 7 milioni di euro”.


Condividi la notizia:
3 dicembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR