Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Lo spettacolo sabato 14 dicembre al complesso monumentale San Sisto

Culturalmente reading presenta “In nome della madre”

Condividi la notizia:

Montalto di Castro - Complesso di san Sisto

Montalto di Castro – Complesso di san Sisto

Montalto di Castro – Teatro Studio presenta un altro spettacolo della rassegna Culturalmente reading.

Sabato 14 dicembre alle (ingresso libero) al complesso monumentale San Sisto andrà in scena “In nome della madre”, il reading musicale per la regia di Daniela Marretti tratto dal racconto di Erri De Luca con musiche e canzoni tratte da La Buona Novella di Fabrizio De André.

La nascita di Ieshu è, nel racconto di Erri De Luca, l’esperienza di una donna ebrea, Miriàm, il cui nome è simbolo e segno di un corpo che si apre e che si chiude, come le lettere dell’alfabeto ebraico che aprono e chiudono il suo nome, come il corpo di ogni madre terrena.

La narrazione, è il racconto dei pensieri di una madre, le sue paure, le sue aspettative. Una giovane donna che non cerca chiarimenti a ciò che le è accaduto, ma accetta come un dono posto nel suo ventre la nuova vita che cresce. Come una qualsiasi altra madre. Il resto, è tutto intorno a lei: fuori.

Nella formula del reading musicale, nella dinamica della lettura scenica e delle suggestioni di drammatizzazione, il testo di Erri de Luca, viene fuori con tutta la potenza delle parole, dei contenuti, della sonorità poetica propria della sua prosa. Un omaggio al testo quindi, una restituzione quanto più possibile pura della letteratura.

Le musiche e le canzoni, attinte in parte dall’opera di Fabrizio de Andrè, La buona novella, rafforzano e sottolineano il tentativo di rendere Miriam quanto più possibile donna e tracciano immagini, suggeriscono i ritmi di quel viaggio e di quel prodigio, che ad ogni nascita si rinnova.


Condividi la notizia:
12 dicembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR