--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dal workshop alla camera di commercio indicazioni utili a imprenditori e professionisti per proteggere l’immagine e la reputazione aziendale

Dalla tutela del brand aziendale maggiore capacità competitiva per le imprese

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Viterbo - Camera di commercio

Viterbo – Camera di commercio

Viterbo – La tutela del brand come strumento competitivo delle imprese è stato il tema del seminario “Brand e contraffazione” organizzato nei giorni scorsi dalla camera di commercio Viterbo con la collaborazione del CeFas e il patrocinio dell’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Viterbo, l’ordine degli avvocati di Viterbo e dell’ordine dei consulenti in proprietà industriale.

A condurre l’incontro Emanuele Montelione, consulente in proprietà industriale, il quale ha offerto le nozioni basilari in tema di tutela civile e penale del brand per imprese e professionisti.

Mai come oggi la tutela della proprietà industriale deve obbligatoriamente avere un posto importante nella strategia di mercato delle imprese, per le quali la competitività rimane l’elemento centrale delle politiche industriali. Il prodotto innovativo, nato dall’attività di ricerca e investimenti, deve essere valorizzato utilizzando anche strumenti di tutela che possano garantirne l’esclusività e la originalità.

Il marketing aziendale, che si è sviluppato anche attraverso nuovi strumenti pubblicitari e di distribuzione, come le grandi piattaforme di vendita on-line e i social, ha creato grandi opportunità per le imprese, ma ha anche aumentato i casi e le modalità della contraffazione dei marchi di impresa, perché è notevolmente aumentata la visibilità dei prodotti e servizi.

La contraffazione procura perdite economiche per il sistema produttivo e per lo Stato, danni all’immagine dei prodotti Made in Italy, rischi per la salute e per la sicurezza dei consumatori, perdita di posti di lavoro a vantaggio dell’aumento del lavoro nero e la riduzione degli investimenti delle imprese in innovazione e creatività.

Le attività per prevenire e contrastare il mercato del falso passano attraverso la promozione, la sensibilizzazione, l’informazione e la formazione rivolte a imprese, consumatori e istituzioni.

Il marchio registrato permette di identificare l’azienda che produce o distribuisce il prodotto o il servizio, e ne garantisce la qualità. La conoscenza di queste informazioni e la loro diffusione aiuta gli attori del mercato, coinvolti a vario titolo nell’attività di controllo, ad intercettare i prodotti contraffatti e permette alle imprese di difendere, con l’applicazione delle norme che una registrazione può rivendicare, la competitività acquisita sul mercato, che è il valore aggiunto più importante.

Al termine del seminario l’avvocato Montelione ha offerto la propria consulenza ed esperienza in incontri one to one con alcune imprese che hanno incontrato delle difficoltà nella tutela del proprio brand.


Condividi la notizia:
1 dicembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR