Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il pubblico all'iniziativa del Touring Club in collaborazione con la parrocchia di Santa Maria della Verità e il patrocinio-contributo della Fondazione Carivit

“L’annuale “Omaggio” alla Madonna sale di tono e professionalità”

Condividi la notizia:

Viterbo - Santa Maria della Verità

Viterbo – Santa Maria della Verità

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – L’annuale “Omaggio” alla Madonna voluto dal Touring Club nel giorno dell’Immacolata, in stretta collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria della Verità ed il patrocinio-contributo della Fondazione Carivit, sale di tono e di professionalità. Questo il giudizio del numeroso pubblico che domenica scorsa ha optato per la Chiesa della Verità a Viterbo.

“Stavolta – ha commentato il console Touring Vincenzo Ceniti animatore dell’iniziativa – abbiamo seguito alcuni percorsi del Vangelo (Luca e Matteo) dedicati alla Vergine cui si sono uniti – in sapiente contrapposizione pensata e voluta da Rino Galli autore dell’allestimento – brani di laude trecentesche tratte soprattutto dalla tradizione umbra.

Con l’aggiunta di narrazioni barocche e contemporanee (Matilde Serao, Grazia Deledda, Giovanni Papini ed altri) terminate con i versi universali del 33° Canto del Paradiso “Vergine madre, figlia del tuo figlio,…”.

Le voci recitanti di Arcangelo Corinti, Carlo Altomonte e Chiara Palumbo hanno creato atmosfere incredibili, rotte qua e là da inserti musicali all’organo gestiti da Dimitri Desideri che ha accompagnato in punta di piedi la voce sempre sorprendente di Lucia Giorni in spartiti rivolti alla Vergine.

Uno spettacolo d’alta classe come se ne vedono pochi, molto apprezzato e seguito da tutti in religioso silenzio fino all’applauso finale commentato dal parroco don Elio (fresco di cinquant’anni di sacerdozio) con riflessioni di gratificante sigillo.

Touring Club


Condividi la notizia:
10 dicembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR