Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - La delusione di Antonio Calabro dopo la sconfitta sulla Reggina - Per la Viterbese un'amara consolazione: il rigore che ha deciso il match all'86' è inesistente

“I ragazzi hanno dato tutto, nello spogliatoio c’era chi piangeva…”

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Antonio Calabro

Sport – Calcio – Viterbese – Antonio Calabro

Sport - Calcio - Viterbese - Michele Volpe

Sport – Calcio – Viterbese – Michele Volpe

Reggio Calabria – Grande amarezza e consapevolezza di potersela giocare con tutti. Sensazioni contrastanti quelle che hanno accompagnato il viaggio notturno della Viterbese, rientrata in pullman da Reggio Calabria per l’assenza di voli utili per Roma nella serata di ieri.

Il morale della squadra è ai minimi storici per via del sesto ko di fila tra campionato e coppa: un trend negativo partito il 6 novembre e che conta sette gol subiti e uno soltanto messo a segno, per un periodo nero che va avanti da più di un mese.

Va detto comunque che nella gara di ieri la squadra laziale avrebbe meritato il pareggio senza nessun tipo di obiezione. La disposizione tattica pensata da Antonio Calabro ha funzionato perfettamente e l’undici di Domenico Toscano, imbattuto e reduce da nove successi di fila in campionato, è rimasto incastrato nella rete di uomini gialloblù disposta su un 3-4-2-1 che in fase di non possesso diventava un 3-6-1 (o 5-4-1). Un’impostazione che ha garantito ai laziali pochi pericoli, qualche ripartenza poco sfruttata e tanto lavoro sporco da parte di Michele Volpe, migliore in campo dei suoi.

A decidere l’incontro, sullo 0-0 fino al minuto numero 85, un calcio di rigore trasformato da German Denis per un presunto fallo di Tommaso Vitali su Lorenzo Paolucci, che ha scatenato le proteste degli ospiti sia prima che dopo l’esecuzione dell’attaccante argentino. Analizzando la dinamica dell’episodio l’ira dei laziali è giustificata, dal momento che lo scontro tra i due calciatori avviene dopo che l’attaccante amaranto ha già effettuato un tiro in porta calciando il pallone sopra la traversa. Il tipo di contatto, inoltre, sembra un normale contrasto di gioco e non rientra in nessuna delle infrazioni disciplinate dal regolamento del gioco calcio (l’unica possibile sarebbe il tackle ma in questo caso il fallo dovrebbe aver “messo in pericolo l’incolumità dell’avversario o essere stato commesso con vigoria sproporzionata o brutalità”).

Continuo a non soffermarmi sulle decisioni arbitrali – taglia corto Antonio Calabro –. Sarebbe da dilettante. Io analizzo la splendida prestazione dei miei ragazzi che hanno risposto alla grande nonostante le assenze. Se continuiamo a lavorare così ne usciremo presto: avete visto tutti quello che la squadra ha messo in campo. Per me è la quarta sconfitta consecutiva e la quarta partita in cui ho la sensazione di poterla vincere. Gli episodi fanno la differenza, specialmente contro un avversario che tra sei mesi andrà in serie B e con lo stesso gruppo farà bene anche lì. La Reggina ha fatto la partita più brutta della sua stagione ma per merito nostro. Il rammarico è al massimo. Il mio compito in settimana sarà quello di tenere alto il morale dei ragazzi. Sono giovani e nello spogliatoio c’era chi piangeva“.

Dopo una giornata di riposo la squadra tornerà ad allenarsi domani, in vista dell’ultimo turno del girone di andata in programma domenica contro la Virtus Francavilla. La classifica è cortissima e la Viterbese continua a scendere ma un’eventuale vittoria consentirebbe alla squadra di arrivare al giro di boa a 24 punti (e in proiezione chiudere il campionato a 48, potenzialmente in zona playoff).

Samuele Sansonetti


La cronaca del match: Altra beffa per la Viterbese, la Reggina vince con un rigore all’86′ di Samuele Sansonetti


Serie C – girone C
18sima giornata
domenica 8 dicembre

Paganese – Catanzaro 1-1 (sabato)
Catania – Rende 1-0
Avellino – S. Leonzio 3-1
Picerno – Monopoli 1-0
Reggina – Viterbese 1-0
Rieti – Bisceglie 2-2
Vibonese – Teramo 0-0
V. Francavilla – Cavese 1-0
Bari – Potenza 2-1
Ternana – Casertana 0-1


Serie C – girone C
classifica

SquadraPTGVPSGFGSDR
Reggina4618144040931
Bari36181062301317
Potenza36181134231310
Ternana3618113426188
Monopoli34181116261511
Catania271783627261
Casertana251867526224
Catanzaro251774625214
Teramo24186662022-2
Vibonese2417665362412
Avellino23187292228-6
V. Francavilla22185762325-2
Viterbese211863925250
Paganese211756627243
Cavese21185671427-13
Picerno20175582024-4
Bisceglie13182791427-13
Rieti121834112141-20
S. Leonzio111825111836-18
Rende101824121134-23

Serie C – girone C
i marcatori della Viterbese

7 gol: Mamadou Tounkara, Michele Volpe
2 gol: Andrea Errico, Daniel Bezziccheri
1 gol: Stefano Antezza, Mario Pacilli (1 rigore), Salvatore Molinaro, Zhivko Atanasov, Davide Sibilia, Marco Simonelli, Mattia Zanoli


Condividi la notizia:
9 dicembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR