--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Carabinieri - Festa doppia domenica 24 novembre tra le vie cittadine - In duomo la celebrazione

Ronciglione celebra Santa Cecilia e la Virgo Fidelis

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:


Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione – Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione – Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione – Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione – Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione – Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Ronciglione - Celebrazione Virgo Fidelis e Santa Cecilia

Il maresciallo Antonio Anselmi

Ronciglione – Domenica 24 novembre, dalla collaborazione fra il maestro Fernando De Santis, direttore della banda cittadina Alceo Cantiani, e il maresciallo Antonio Anselmi, presidente dell’associazione nazionale carabinieri sezione di Ronciglione, è scaturita una mattinata nel corso della quale, dopo una passeggiata in musica per le vie cittadine, nello scenario del duomo di Ronciglione dedicato ai Santissimi Pietro e Caterina, si sono svolti i festeggiamenti per le ricorrenze delle sante protettrici Cecilia, patrona dei musicisti, e la Virgo Fidelis, patrona dell’arma dei carabinieri.

La messa officiata da Silvio Iacomi è stata arricchita, in questa giornata dedicata a Cristo Re, alla Virgo Fidelis e a Santa Cecilia, dalla partecipazione del coro parrocchiale, delle famiglie dei musicisti e di quelle dell’arma, dei numerosi cittadini che vi sono intervenuti insieme alle sezioni carabinieri della bassa Tuscia e alle autorità civili e militari.

“Non capita spesso di poter festeggiare questa ricorrenza insieme – hanno commentato i due organizzatori – ma quando ciò accade ne esce fuori qualcosa di non comune, qualcosa di veramente speciale e difficile da spiegare che va ben oltre la sola aggregazione tra le famiglie appartenenti all’arma o ai musicisti”.

“È stata un’emozione crescente – sottolineano – a partire dal momento in cui, all’ingresso dei labari, prima della messa, il maestro Fernando De Santis ha diretto la celebre marcia La Fedelissima, pezzo dedicato all’arma dei carabinieri; poi durante la comunione quando tutti i presenti in un momento di grande riflessione sono stati avvolti dall’incantevole voce del soprano Martina Chiossi che ha eseguito il Panis Angelicus, accompagnata dalle note della banda cittadina. Infine una generale commozione ha sopraffatto l’animo dei presenti durante il ricordo in onore dei caduti evocato dal maggiore Alfredo Tammelleo, comandante della compagnia carabinieri di Ronciglione, con il sottofondo delle toccanti note de Il Silenzio eseguito dalla tromba di Alessandro Bonanni“. 


Condividi la notizia:
2 dicembre, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR