--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Pierpaolo Lazzarini, giovane designer italiano, lancia le "songball"

“Se un diamante è per sempre, di sicuro anche una canzone può esserlo…”

di Paola Pierdomenico

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Le songball lanciate da Pierpaolo Lazzarini

Viterbo – “Se un diamante è per sempre, di sicuro anche una canzone può esserlo…”. Ne è convinto Pierpaolo Lazzarini, giovane designer italiano, ideatore delle “songball”.

Lazzarini parte da una sensazione, quella scatenata dal gusto di scambiarsi un singolo, per regalarlo o semplicemente per tenerlo in casa. Ed è proprio per ritrovare la magia di quel gesto, oggi superato dai canali Intenet che ci inondano di canzoni da sentire più che ascoltare, che Lazzarini ha maturato questa originale idea.

“Come tutti – racconta Lazzarini – amo la musica e posso definirmi un collezionista. Prima regalavamo vinili, cd o cassette ai nostri amici o magari alla ragazza che ci piaceva. Adesso i tempi sono cambiati e dobbiamo ammettere che si è persa la magia che c’era dietro il gesto di proporre una canzone da ascoltare.

Così ho pensato: ‘E’ possibile regalare una canzone?’. La riposta era no… fino ad ora”.

Lazzarini rivela di aver avuto l’idea già nel 2007, ma anche che non era il momento giusto per divulgarla. Quel momento è arrivato. “E’ la prima volta che nella storia che puoi regalare una canzone da ascoltare seduta stante. La songball è una sfera di tre cm i cui due emisferi sono legati tramite un anello che può essere di acciaio, oro, argento, titanio o di un matriale metallico in cui viene riportato il titolo, l’anno in cui la canzone è stata prodotta e il nome dell’artista. Non solo, nell’anello ci si può incidere una dedica o un messaggio.

Così, già la canzone è un modo di dire qualcosa, in questo modo, sarà ancora più personale”.

La prima serie sarà realizzata in plastica: “sono in lavorazione – continua – altri materiali come il legno, l’oro e l’argento. Il bello è che ognuno può decidere che valore dare alla canzone che si vuole regalare o che semplicemente si vuole tenere su una mensola a casa.

Ci sono canzoni che fanno parte della nostra vita e della nostra adolescenza… brani stupendi che non si ascoltano da tanto, anche perché adesso con Youtube dal link si ascolta la canzone quando se ne ha il tempo; poi però la lista scorre e la traccia va perdendosi. E’ perso il ricordo di quella canzone.

In questo modo, si può anche semplicemente averla sul tavolo e solo guardando il titolo inciso, ci ricordiamo specificatamente di quel momento della nostra vita e di ciò che ha rappresentato la canzone.

Se un diamante è per sempre, di sicuro anche una canzone può esserlo”.

La riproduzione, essendo un piccolo speaker di qualità simile a quella dell’Iphone, alla cui memoria non si può accedere, è molto semplice. 

Per adesso ne sono state prodotte mille e sono in arrivo altre 10mila. “Il circuito arriva da un’azienda in Cina, poi il resto viene realizzato in Italia, dalla plastica, agli anelli fino all’incisione per cui è un prodotto completamente Made in Italy.

Abbiamo lanciato una campagna attraverso Kickstarter, sito americano di finanziamento collettivo per progetti creativi, dove si può scegliere il modello. Raggiunto il budget e finita la campagna sarà possibile aprire lo store”.

Si va dal modello di base a 19 euro, che può essere personalizzato con una dedica aggiungendo solo 9 euro, fino a songball preziosissime. “Il prezzo cambia in base al materiale che si vuole usare, dalle più semplici fino a trasformarle in un vero gioiello per esempio in oro e diamanti. Dipende appunto dal valore che le vogliamo dare noi. Ci sono anche una serie di dispositivi per giocarci… Insomma, la vostra canzone durerà per sempre o al massimo per godere del momento…”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
2 dicembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR