- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Si è consumato un ribaltone ai limiti del paradosso”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Candida Pittoritto [3]

Candida Pittoritto

Sutri – Riceviamo e pubblichiamo – Il comune di Sutri (Viterbo) a un passo dalla rovina economica. La denuncia è di Civiltà italiana, il cui presidente, Candida Pittoritto, indica nella sfrenata condotta politica del sindaco, Vittorio Sgarbi, il nodo delle responsabilità che espongono l’ente locale a rischio default. 

“Nel concreto – spiega la presidente Pittoritto – ad incidere sui conti è in prima istanza la pessima e incomprensibile gestione del Museo di Palazzo Doebbing, in sofferenza per oltre 100mila euro. Una cifra di per sé non drammatica, ma che per la dimensione finanziaria di un Comune come Sutri diventa insostenibile”.

Anche peggio, la prospettiva del Natale di Caffeina, “i cui costi – aggiunge Pittoritto – a fine fiera si riveleranno un salasso intollerabile per il contribuente”.

Sta di fatto che a complicare tutto ci si mette la personalità dirompente di Sgarbi, che marca visita regolarmente in aula consiliare, “rendendo di fatto inutile, prima ancora che impossibile, qualsiasi confronto politico e amministrativo – sottolinea la fondatrice di Civiltà Italiana – dato che con un sindaco in perenne stato di assenza non ci puoi dialogare e non ti ci puoi nemmeno scontrare”.

E di materia per uno scontro ce n’è eccome, a cominciare dallo sperpero del sostegno economico che il Museo Doebbing ha ricevuto dal presidente della Fondazione Terzo Pilastro, il professor Emanuele Emmanuele, cittadino onorario di Sutri su conferimento dello stesso Sgarbi, successivamente dichiaratosi pentito del gesto con tanto di polverone radiofonico nazionale annesso.

“Vittorio Sgarbi è stato già denunciato alla Corte dei Conti e alla Prefettura per eccesso di assenze. Siamo in attesa di pronunciamento – spiega la Pittoritto, che poi torna ad attaccare un quadro ben più ampio di crisi politica locale –. Intanto però a Sutri si è consumato un ribaltone consiliare ai limiti del paradosso. E di fatto il paese è diventato una specie di satrapia senza opposizione”.

Con la revoca del vicesindaco Casini e la nomina al suo posto del nuovo comandante in seconda, De Mauro, Sutri si ritrova infatti un consiglio comunale tutto in maggioranza, a dispetto della volontà del corpo elettorale.

“E’ ridicolo. Anche se Sgarbi non è nuovo a questo genere di montagne russe – conclude Candida Pittoritto – dato che nonostante le tele prediche a reti unificate sulla coerenza politica, vanta lui per primo un cursus honorum quanto meno folle che lo ha visto nel tempo candidarsi pro e contro praticamente tutti i partiti possibili e immaginabili dell’arco costituzionale, da destra a sinistra passando per il centro e ritorno. Ma Sutri non si può permettere una giunta dominata dal personalismo fanatico e per di più priva di dialettica democratica. Dobbiamo tornare al voto quanto prima”.

Civiltà Italiana 


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [4]
  • [1]
  • [2]